Allergia agli acari della polvere

Allergia agli acari della polvere

L’allergia agli della polvere è una reazione allergica ai minuscoli insetti che vivono comunemente nella polvere che si trova in casa. I segni di questa allergia includono starnuti e il naso che cola. Molte persone con l’allergia agli acari della polvere sperimentano anche i segni di asma, come dispnea e difficoltà respiratorie.

Gli acari della polvere, che sono parenti stretti delle zecche e dei ragni, sono troppo piccoli per essere visti senza un microscopio. Gli acari della polvere mangiano le cellule della pelle delle persone, e che prosperano in ambienti caldi e umidi. Nella maggior parte dei casi essi si trovano nella biancheria da letto, nei mobili imbottiti e nei tappeti, perchè questi offrono loro un ambiente ideale.

I farmaci o altri trattamenti possono essere necessari per alleviare i sintomi e gestire l’asma.

Sintomi dell’allergia agli acari della polvere

Sintomi dell’allergia agli acari della polvere causata dall’infiammazione delle vie nasali includono:

  • Starnuti
  • Naso che cola
  • Prurito agli occhi, rossi o lacrimazione
  • Congestione nasale
  • Prurito al naso, tetto della bocca o della gola
  • Gocciolamento retronasale
  • Tosse
  • Pressione al viso e dolore
  • Gonfiore, pelle di colore blu sotto i vostri occhi
  • In un bambino, frequente sfregamento verso l’alto del naso

Se la vostra allergia agli acari della polvere contribuisce a causare asma, si possono verificare:

  • Difficoltà di respirazione
  • Senso di oppressione al petto o dolore
  • Un fischio o sibilo udibile in fase di espirazione
  • Disturbi del sonno causati dalla mancanza di respiro, tosse o dispnea
  • Attacchi di tosse o dispnea che sono aggravati da un virus delle vie respiratorie, come un raffreddore o l’influenza

Una allergia agli acari della polvere può variare da una forma lieve ad una grave. Un caso delicato di allergia agli acari della polvere può causare un naso che cola occasionalmente, lacrimazione e starnuti. Nei casi più gravi, la condizione può essere permanente (cronica), con conseguente persistenza di starnuti, tosse, congestione, pressione del viso o grave attacco d’asma.

Quando è consigliato vedere un medico

Alcuni segni e sintomi dell’allergia agli acari della polvere, come un naso che cola o starnuti, sono simili a quelli del comune raffreddore. A volte è difficile sapere se si ha un raffreddore o un’allergia. Se i sintomi persistono per più di una settimana, si potrebbe avere un’allergia.

Se i segni ed i sintomi sono gravi, come la grave congestione nasale, sonno difficoltà o affanni, chiamate il medico. Cercate le cure d’emergenza se l’affanno o la mancanza di respiro peggiora rapidamente o se siete a corto di fiato durante l’attività fisica.

Cause dell’allergia agli acari della polvere

Gli acari della polvere mangiano le cellule della pelle delle persone e piuttosto che usare l’acqua potabile, essi la assorbono dall’umidità nell’atmosfera. Essi prosperano a temperature comprese tra i 18,5 e i 29° C e con umidità relativa superiore al 50 per cento.

Le polvere che si trova in casa è facilmente intrappolata nelle fibre delle lenzuola, cuscini, mobili e tappeti. Questi materiali trattengono anche l’umidità. Di conseguenza, le camere da letto sono habitat ideali per gli acari della polvere.

La polvere contiene anche le feci e i corpi in decomposizione degli acari della polvere. Le proteine ​​presenti nei “detriti” degli acari della polvere, sono i fattori che scatenano l’allergia.

Che cosa provoca la reazione allergica

Le allergie si verificano quando il sistema immunitario reagisce ad una sostanza estranea come il polline, i peli di animali domestici o gli acari della polvere.

Il vostro sistema immunitario produce proteine ​​note come anticorpi. Alcuni di questi anticorpi vi proteggono dagli invasori indesiderati, i quali potrebbero causare un’infezione. Quando avete le allergie, il sistema immunitario produce anticorpi che identificano il vostro particolare allergene come qualcosa di nocivo, anche se non lo è. Quando si inala l’allergene o entra in contatto con esso, il sistema immunitario reagisce e produce una risposta infiammatoria nei vostri passaggi nasali o nei polmoni. L’esposizione prolungata o regolare all’allergene può provocare l’infiammazione in corso (cronica) associata all’asma.

Fattori di rischio

I seguenti fattori aumentano il rischio di sviluppare una allergia agli acari della polvere:

  • Avere una storia familiare di allergie. Avrete più probabilità di sviluppare una sensibilità agli acari della polvere, se le allergie sono più comuni nella vostra famiglia.
  • L’esposizione agli acari della polvere. Essere esposti ad elevati livelli di acari della polvere, soprattutto nelle prime fasi della vita, ne aumenta il rischio.
  • Se siete un bambino o un adolescente. Avrete più probabilità di sviluppare l’allergia agli acari della polvere durante l’infanzia o l’adolescenza.

Complicazioni dell’allergia agli acari della polvere

Infezioni del seno

Nel corso di un’infiammazione cronica dei tessuti nelle vie nasali, causata dall’allergia agli acari della polvere, può avvenire l’ostruzione dei vostri seni nasali, le cavità vuote che sono collegate ai passaggi nasali. Questi ostacoli possono creare più probabilità per lo sviluppo delle infezioni dei seni paranasali (sinusite).

Asma

Le persone con asma e di allergia acari della polvere hanno spesso difficoltà a gestire i sintomi dell’asma. Essi possono essere a rischio di attacchi di asma che richiedono un immediato trattamento medico o il pronto soccorso.

Diagnosi dell’allergia agli acari della polvere

Il medico può sospettare questo tipo di allergia sulla base dei sintomi, dell’esame del vostro naso, e sulle risposte  ricevute alle sue domande.

Il medico potrà utilizzare uno strumento illuminato per valutare la condizione della mucosa del naso. Se si dispone di una allergia per qualche agente presente nell’aria, il rivestimento del passaggio nasale sarà gonfio e potrebbe apparire pallido o bluastro.

Il medico può sospettare una allergia agli acari della polvere, in base alle vostre osservazioni. Ad esempio, se i sintomi sono peggiori quando si va a letto o durante la pulizia della casa (quando gli allergeni dell’acaro della polvere sarebbero temporaneamente in volo).

Se avete un animale domestico (un altra comune fonte di allergie), potrebbe essere più difficile determinare la causa delle allergie, in particolare se il vostro animale domestico dorme in camera da letto. La fonte della vostra allergia potrebbe essere più chiara dopo aver preso misure per ridurre i livelli dei possibili allergeni presenti in casa vostra.

Test per l’allergia della pelle

Il medico può suggerire un test di allergia della pelle per determinare a che cosa siete allergici. Si può fare riferimento ad uno specialista delle allergia (allergologo) per questo test.

In questo test, piccole quantità di allergeni purificati (tra cui un estratto degli acari della polvere) sono applicati sulla superficie della pelle. Questo è di solito avviene sull’avambraccio, ma anche sul dorso.

Il medico o l’infermiere osservà come reagisce la pelle, per individuare i segni delle reazioni allergiche dopo 15 minuti dall’applicazione dell’allergene. Se siete allergici agli acari della polvere, potrete sviluppare rossore e prurito. Gli effetti indesiderati più comuni di questi test cutanei sono prurito e arrossamento. Questi effetti collaterali di solito scompaiono entro 30 minuti.

Esami del sangue

In alcuni casi, un test cutaneo non può essere eseguito per la presenza di una condizione della pelle o a causa di interazioni con alcuni farmaci. In alternativa, il medico può ordinare un esame del sangue che scherma il vostro sangue per gli anticorpi che causano allergia a specifici allergeni comuni, quali gli acari della polvere. Questo test può anche indicare quanto siete sensibili a un allergene.

Terapia e cura dell’allergia agli acari della polvere

Il primo trattamento è volto ad evitare gli acari il più possibile. Quando si minimizza l’esposizione agli acari della polvere, si dovrebbe aspettare un minor numero di reazioni allergiche o forme meno gravi. Tuttavia, è impossibile eliminare completamente gli acari della polvere dal vostro ambiente. Si può anche aver bisogno dei farmaci per controllare i sintomi.

Farmaci per migliorare l’allergia

Il medico può direttamente invitarvi a prendere uno dei seguenti farmaci per migliorare i sintomi delle allergie nasali:

  • Antistaminici riducono la produzione di una sostanza chimica del sistema immunitario che è attiva in una reazione allergica. Questi farmaci alleviano il prurito, gli starnuti e il naso che cola. Le compresse degli antistaminici da banco, come fexofenadina (Allegra Allergy), loratadina (Alavert, Claritin), cetirizina (Zyrtec Allergy) e altri, oltre agli sciroppi antistaminici per i bambini, sono a disposizione. Gli antistaminici da prescrizione presi come spray nasale includono azelastine (Astelin, Astepro) e olopatadine (Patanase).
  • I corticosteroidi consegnati sotto forma di spray nasale possono ridurre l’infiammazione e il controllo dei sintomi del raffreddore da fieno. Questi farmaci comprendono il fluticasone propionato (Flonase), mometasone furoato (Nasonex), triamcinolone (Nasacort AQ), ciclesonide (Omnaris) e altri. I corticosteroidi per via nasale forniscono una bassa dose del farmaco e hanno un rischio molto più basso di provocare effetti collaterali rispetto ai corticosteroidi orali.
  • Decongestionanti, possono contribuire a ridurre il gonfiore dei tessuti nei passaggi nasali e rendere più facile la respirazione attraverso il naso. Alcune compresse da banco per l’allergia si combinano con un antistaminico e con un decongestionante. I decongestionanti orali possono aumentare la pressione sanguigna e non dovrebbero essere presi se si ha la pressione alta, un glaucoma o una malattie cardiovascolare. Negli uomini con un ingrossamento della prostata, il farmaco può peggiorare la condizione. Parlate con il vostro medico se potete tranquillamente prendere un decongestionante.
  • Decongestionanti da banco, presi come spray nasale possono ridurre brevemente i sintomi dell’ allergia. Se si utilizza uno spray decongestionante per più di tre giorni di fila, potete effettivamente peggiorare la congestione nasale.
  • Sodio cromoglicato, previene il rilascio di una sostanza chimica nel sistema immunitario e può ridurre i sintomi. È necessario utilizzare questo spray nasale da banco più volte al giorno, ed è più efficace se usato prima che i segni e sintomi si sviluppino. Il cromoglicato di sodio non ha effetti collaterali gravi.
  • Antileucotrienici, bloccano l’azione di alcune sostanze chimiche del sistema immunitario. Il medico può prescrivere il montelukast (Singulair). Possibili effetti collaterali del montelukast includono un infezione respiratoria superiore, mal di testa e febbre. Gli effetti collaterali meno comuni includono cambiamente nel comportamento o negli stati d’animo, come ansia o depressione.

Altre terapie

Immunoterapia. È possibile “addestrare” il sistema immunitario a non essere sensibile ad un allergene. Questo viene fatto attraverso una serie di colpi di allergia graduali, terapia chiamata immunoterapia. Questa si pratica con esposizioni settimanali a piccolissime dosi di allergene. La dose viene gradualmente aumentata, di solito nel corso di uno, tre o sei mesi. L’immunoterapia è usata solitamente quando altri trattamenti semplici non sono soddisfacenti.
Irrigazione nasale. È possibile utilizzare una pentola o una bottiglia appositamente progettata per sciacquare via il muco ispessito e gli irritanti dai vostri seni con una soluzione di acqua salata. Se state preparando la soluzione salina da soli, utilizzate l’acqua che è priva di contaminanti (acqua distillata, sterile, precedentemente bollita e raffreddata o filtrato con un filtro che ha una dimensione dei pori di 1 micron o più piccoli). Assicuratevi di risciacquare il dispositivo di irrigazione dopo ogni utilizzo con acqua priva di contaminanti, e lasciarla asciugare all’aria.

Rimedi alternativi

Evitare l’esposizione agli acari della polvere è la migliore strategia per il controllo di questa allergia. siccome non è possibile eliminare completamente gli acari della polvere dalla casa, è possibile ridurre in modo significativo il loro numero. Utilizzare questi suggerimenti:

Utilizzare un copriletto a prova di allergene. Coprire il vostro materasso e i cuscini con copertine che bloccano l’allergene. Queste coperture, realizzate in tessuto a trama fitta, evitano che gli acari della polvere colonizzino il materasso o i cuscini.
Lavare la biancheria da letto settimanalmente. Lavare tutte le lenzuola, coperte, federe e copriletti in acqua calda (54,4° C) per uccidere gli acari della polvere e rimuovere gli allergeni. Se il materasso non può essere lavato a caldo, mettere le coperte nell’essiccatore per almeno 15 minuti ad una temperatura superiore ai 54,4° C per uccidere gli acari. Quindi, lavare e asciugare la biancheria da letto per rimuovere gli allergeni.
Mantenere bassa l’umidità. Mantenere una umidità relativa inferiore al 50 per cento nella vostra casa. Un deumidificatore o condizionatore d’aria può aiutare a mantenere l’umidità bassa, e un igrometro (disponibile presso i negozi di ferramenta) è in grado di misurare i livelli di umidità.
Scegli bene le coperte del vostro letto. Evitare i copriletti che intrappolano la polvere facilmente e sono difficili da pulire frequentemente.
Acquistate peluche lavabili. Lavarli spesso con acqua calda e asciugarli accuratamente. Inoltre, tenere peluche i fuori letti.
Rimuovere la polvere. Utilizzare una scopa o un panno umido o oliato, piuttosto che materiali secchi per pulire la polvere. Questo impedisce alla polvere di sollevarsi nell’aria e di reinsediarsi.
Aspirare regolarmente. L’aspirazione di moquette e mobili imbottiti, rimuove la polvere in superficie, ma l’aspirapolvere non è efficace nel rimuovere la maggior parte degli acari e allergeni della polvere. Utilizzare un aspirapolvere con un sacchetto microfiltro a doppio strato o un filtro d’aria di particolato ad alta efficienza (HEPA) per contribuire a ridurre le emissioni di polvere nella casa. Se le vostre allergie sono gravi, non sostate in aree dove avviene la pulizia o l’aspirazione della polvere. Rimanete fuori dalla stanza aspirata per circa due ore dopo l’aspirazione.
Tenere in ordine. Se si pulisce la polvere in casa, è consigliato prima rimuovere i soprammobili, le decorazioni da tavolo, libri, riviste e giornali.
Rimuovere la moquette e altri tipici habitat per acari della polvere. La moquette fornisce un habitat confortevole per gli acari della polvere. Ciò è frequente se la moquette è posata sul calcestruzzo, che detiene facilmente l’umidità e fornisce un ambiente umido per gli acari. Se possibile, sostituite la moquette con le piastrelle, legno, linoleum o pavimenti in vinile.
Installare il filtro di un supporto ad alta efficienza nel vostro forno e nelle unità di aria condizionata.