Allergie

Allergie

Le allergie si verificano quando il sistema immunitario reagisce ad una sostanza estranea come il polline, il veleno d’api o i peli degli animali domestici.

Il vostro sistema immunitario produce sostanze note come anticorpi. Alcuni di questi anticorpi che proteggono il corpo dagli invasori indesiderati, potrebbero farvi male o causare un’infezione. Quando avete delle allergie, il sistema immunitario produce anticorpi che identificano un particolare allergene come qualcosa di dannoso, anche se non lo è. Quando si entra in contatto con tale ‘allergene, la reazione del sistema immunitario può infiammare la pelle, ostruire i seni paranasali, bloccare le vie respiratorie o l’apparato digerente.

La gravità delle allergie varia da persona a persona e può variare da lievi irritazioni alle anafilassi, un’emergenza potenzialmente pericolosa per la vita. Mentre la maggior parte delle allergie non può essere curata, una serie di trattamenti possono aiutare ad alleviare i sintomi delle allergie.

Sintomi delle allergie

Sintomi delle allergie dipendono da caso a caso e possono coinvolgere le vie respiratorie, i seni e i passaggi nasali, la pelle e l’apparato digerente. Le reazioni allergiche possono variare da lievi a gravi. In alcuni casi , le allergie gravi possono scatenare una reazione pericolosa per la vita, conosciuta come anafilassi.

La febbre da fieno, chiamata anche rinite allergica, può causare:

  • Congestione
  • Prurito, naso che cola
  • Lacrimazione o gonfiore con prurito (congiuntivite)

La dermatite atopica, una malattia allergica della pelle chiamata anche eczema, può causare:

  • Prurito della pelle
  • Pelle arrossata
  • Sfaldamento o desquamazione della pelle

L’allergia alimentare può causare:

  • Formicolio alla bocca
  • Gonfiore delle labbra, della lingua, del viso o della gola
  • Orticaria
  • Anafilassi

L’allergia causata dalla puntura di un insetto può provocare:

  • Una grande area gonfia (edema) nel sito della puntura
  • Prurito o orticaria su tutto il corpo
  • Tosse, oppressione toracica, respiro affannoso o fiato corto
  • Anafilassi

Una allergia ai farmaci può causare:

  • Orticaria
  • Prurito della pelle
  • Rash cutaneo
  • Gonfiore del viso
  • Anafilassi

Anafilassi

Alcuni tipi di allergie, comprese le allergie agli alimenti e quelle causate dalle punture di insetti, hanno il potenziale di scatenare una grave reazione conosciuta come anafilassi. Un’ emergenza medica pericolosa per la vita. Questa reazione può causare lo stato di shock. I sintomi dell’anafilassi comprendono:

  • Perdita di coscienza
  • Grave insufficienza respiratoria
  • Un rapido e debole polso
  • Eruzione cutanea
  • Nausea e vomito
  • Gonfiore delle vie aeree, che può bloccare la respirazione

Quando è consigliato vedere un medico

Si consiglia di consultare un medico se si hanno dei sintomi che possono essere causati da un’allergia, soprattutto se si nota qualcosa nel vostro ambiente domestico, che sembra scatenare l’attacco allergico. Se si hanno sintomi dopo l’inizio di una terapia con un nuovo farmaco, chiamate il medico che vi ha prescritto tale farmaco.

Per una reazione allergica grave (anafilassi), chiamate il 118 o chiedete l’assistenza medica di emergenza. Se usate un autoiniettore dell’epinefrina usatelo subito. Anche se i sintomi migliorano dopo un’iniezione di adrenalina di emergenza, una visita al pronto soccorso è necessaria per assicurarsi che i sintomi non ritornino, quando gli effetti dell’iniezione svaniscono.

Se avete avuto un attacco di allergia grave o eventuali sintomi dell’anafilassi in passato, prendete un appuntamento dal vostro medico. La valutazione, la diagnosi e la gestione a lungo termine dell’anafilassi sono complicate, quindi probabilmente avrete bisogno di vedere un medico specializzato in allergie e immunologia.

Cause delle allergie

L’allergia inizia quando il sistema immunitario attacca una sostanza normalmente innocua, perchè la considera come un pericoloso invasore. Il sistema immunitario produce anticorpi che sono sempre all’erta per quel particolare allergene. Quando sarete esposti all’allergene in futuro, questi anticorpi possono rilasciare un certo numero di sostanze chimiche dal sistema immunitario, come l’istamina, che provocano i sintomi dell’allergia.

I fattori scatenanti un’allergia includono:

  • Allergeni presenti nell’aria, come i pollini, peli di animali, acari della polvere e muffe
  • Alcuni alimenti, in particolare le arachidi, noci, grano, soia, pesce, crostacei, uova e latte
  • Punture di insetti, come punture di api o punture di vespa
  • I farmaci, in particolare antibiotici di penicillina o a base di penicillina
  • Lattice o altre sostanze, le quali possono causare reazioni allergiche della pelle

Fattori di rischio

Potrestee essere ad alto rischio per sviluppare un’allergia se:

Avete una storia familiare di asma o di allergie. Avrete maggior rischio di sviluppare le allergie se avete i membri della famiglia con asma o allergie come la febbre da fieno, orticaria o eczema.
Siete un bambino. Anche se si può diventare allergici a qualsiasi età, i bambini hanno maggiori probabilità di sviluppare un’allergia rispetto agli adulti. Tuttavia, non è raro che le allergie guariscono e poi tornano in futuro.
Avere l’asma o una condizione allergica. Avere l’asma aumenta il rischio di sviluppare un’allergia. Inoltre, avere un tipo di condizione allergica vi dà più probabilità di essere allergici a qualcosa d’altro.

Complicazioni delle allergie

Avere un’allergia aumenta il rischio per alcuni altri problemi di salute, tra cui:

Anafilassi. Se si dispone di gravi allergie, sarete a rischio per questa grave reazione allergica.L’anafilassi è più comunemente associata con l’allergia alimentare, l’allergia alla penicillina e l’allergia al veleno di insetti.
Un’altra allergia. Avere un tipo di allergia aumenta anche il rischio di diventare allergici a qualcosa altro.
Asma. Se si dispone di una allergia, è molto più probabilità avere l’asma (una reazione del sistema immunitario che colpisce le vie respiratorie e la respirazione). In molti casi, l’asma è innescato dall’esposizione ad un allergene nell’ambiente (allergia indotta da asma).
La dermatite atopica (eczema), sinusite ed infezioni delle orecchie o dei polmoni. Il rischio di contrarre queste condizioni è più alto se si ha la febbre da fieno, un’allergia ad un animale domestico o un’allergia alla muffa.
Complicanze fungine dei vostri seni o polmoni. Sarete a rischio maggiore di ottenere queste condizioni, conosciute come sinusite allergica fungina e l’aspergillosi broncopolmonare allergica, se siete allergici alla muffa.

Diagnosi delle allergie

Per valutare se siete allergici a qualcosa, il medico può:

  • Farvi domande dettagliate sui sintomi
  • Eseguire un esame fisico
  • Farvi tenere un diario dei sintomi e dei possibili fattori scatenanti

Se si dispone di una allergia alimentare, il medico può:

  • Chiedere di tenere un diario dettagliato dei cibi che mangiate
  • Eliminare un cibo dalla vostra dieta (dieta di eliminazione) e poi vi farà mangiare il cibo in questione di nuovo, per vedere se provoca una reazione

Il medico può anche raccomandarvi una o entrambe le seguenti prove:

Test cutaneo. In questo test, la vostra pelle verrà punta ed esposta a piccole quantità di proteine ​​che si trovano nel vostro potenziale allergene. Se siete allergici, è probabile sviluppare una reazione allergica sull’area cutanea esposta all’allergene. Gli allergologi di solito sono meglio attrezzati per eseguire ed interpretare i test cutanei per l’allergia.
Esame del sangue. Un esame del sangue che è talvolta chiamato il test radioallergoassorbimento (RAST) è in grado di misurare la reazione del sistema immunitario ad uno specifico allergene, misurando la quantità di anticorpi che causano l’allergia nel sangue, conosciuta come immunoglobuline E (IgE), anticorpi. Un campione di sangue viene inviato ad un laboratorio medico, da dove potrà essere testato per la prova di sensibilità ai possibili allergeni.

Se il medico sospetta che i vostri problemi sono causati da qualcosa di diverso da una allergia, potete avere bisogno di altri test per identificare o escludere, altri problemi medici.

Terapia e cura delle allergie

Le terapie e cure per le allergie includono:

Evitare gli allergeni. Il vostro medico vi aiuterà a prendere provvedimenti per identificare ed evitare i fattori scatenanti l’allergia. Questo è generalmente il passo più importante per prevenire le reazioni allergiche e per ridurre i sintomi.
Farmaci per ridurre i sintomi. I farmaci possono aiutare a ridurre la vostra reazione del sistema immunitario e ad alleviare i sintomi. I farmaci utilizzati dipendono dal tipo di allergia che avete. Possono includere quelli senza e quelli con prescrizione medica, in forma orale, spray nasali o colliri. Alcuni farmaci per l’allergia più comuni includono: corticosteroidi, antistaminici, decongestionanti, cromoglicato di sodio e dei leucotrieni.
Immunoterapia. Per i gravi casi di allergie non completamente curabili da altri trattamenti, il medico può raccomandarvi l’immunoterapia. Questo trattamento prevede una serie di iniezioni di estratti di allergeni purificati, di solito somministrati per un periodo di alcuni anni.
Epinefrina d’emergenza. Se si dispone di una grave allergia, il medico può somministrarvi l’adrenalina di emergenza, da portare con voi in ogni momento. Somministrata per le gravi reazioni allergiche, l’adrenalina (EpiPen, EpiPen Jr, Twinject) può ridurre i sintomi fino a quando non otterrete un trattamento di emergenza.

Rimedi alternativi

Alcuni sintomi delle allergie migliorano con il trattamento fatto in casa.

Congestione del seno e sintomi della febbre da fieno. Questi sintomi spesso migliorano con l’uso di una soluzione salina, con la quale si irrigano le cavità nasali. Utilizzate acqua che è distillata, sterile, precedentemente bollita e raffreddata o filtrata usando un filtro con una dimensione dei pori inferiore a 1 micron, per preparare la soluzione salina.
Allergeni presenti in ambienti casalinghi. I sintomi come quelli causati dagli acari della polvere o da peli di animali domestici, possono migliorare se vengono prese misure per ridurre l’esposizione agli allergeni. I passi da fare, includono il lavaggio della biancheria e dei giocattoli in acqua calda, aspirare le superfici regolarmente con un aspirapolvere con un filtro fine e la sostituzione della moquette con pavimenti a piastrelle o parquet.
Muffe. Queste possono essere alleviate riducendo l’umidità nella casa, come il bagno e la cucina, utilizzando ventilatori e deumidificatori.

Le seguenti erbe possono procurarvi qualche beneficio nel trattamento per le allergie:

  • Cactaceo può aiutare ad alleviare i sintomi della rinite allergica.
  • Cardo mariano può migliorare i sintomi della rinite allergica.
  • Phleum pratense può aiutare ad alleviare i sintomi associati con l’asma.

Se siete interessati ad aggiungere delle terapie alternative per il piano di trattamento, parlate sempre con il vostro medico. Potrà aiutarvi a capire quali terapie sono più efficaci per il vostro caso. Il medico può anche fornire informazioni sui potenziali rischi per la salute e sulle interazioni farmacologiche.

Prevenzione delle allergie

La prevenzione delle reazioni allergiche dipende dal tipo di allergia che avete. Le misure generali sono le seguenti:

Evitare i fattori scatenanti noti. Anche se si ottiene un trattamento per i sintomi dell’allergia, è ancora necessario cercare di evitare ciò che scatena la vostra allergia. Questi fattori comuni includono gli allergeni dispersi nell’aria, in casa o al lavoro, alcuni alimenti, insetti o farmaci. Alcune reazioni allergiche vengono attivate ​​o peggiorate dai picchi di temperatura o dallo stress emotivo.
Tenere un diario per registrare le attività allergiche. Quando si cerca di identificare esattamente che cosa causi o peggiori i sintomi allergici, cercate di tenere traccia di tutte le vostre attività, notate quando si manifestano i sintomi e scrivete ciò che sembra lenire i sintomi. Questo può aiutare voi e il vostro medico a trovare le migliori misure per prevenire e curare le vostre allergie.

Bibliografia

  1. Allergy overview. Asthma and Allergy Foundation of America. http://aafa.org/display.cfm?id=9. Controllato il 7 Agosto 2013.
  2. Allergies. American Academy of Allergy, Asthma and Immunology. http://www.aaaai.org/conditions-and-treatments/allergies.aspx. Controllato il 7 Agosto 2013.
  3. Pichler WJ. Drug allergy: Classification and clinical features. www.uptodate.com/index. Controllato il 7 Agosto 2013.
  4. Bope ET, et al. Conn’s Current Therapy. Philadelphia, Pa.: Saunders Elsevier; 2012. http://www.mdconsult.com/books/about.do?eid=4-u1.0-B978-1-4377-0986-5..C2009-0-38984-9–TOP&isbn=978-1-4377-0986-5&about=true&uniqId=236797353-5. Controllato il 7 Agosto 2013.
  5. Allergic reactions: Tips to remember. American Academy of Allergy, Asthma and Immunology. http://www.aaaai.org/conditions-and-treatments/library/at-a-glance/allergic-reactions.aspx. Controllato il 7 Agosto 2013.
  6. Longo DL, et al. Harrison’s Online. 18th ed. New York, N.Y.: The McGraw-Hill Companies; 2012. http://www.accessmedicine.com/resourceTOC.aspx?resourceID=4. Accessed Oct. 25, 2012.
  7. Anaphylaxis: Tips to remember. American Academy of Allergy, Asthma and Immunology. http://www.aaaai.org/conditions-and-treatments/library/allergy-library/anaphylaxis.aspx. Controllato il 7 Agosto 2013.
  8. Frequently asked questions. American College of Allergy, Asthma & Immunology. http://www.acaai.org/patients/faq/Pages/default.aspx . Controllato il 7 Agosto 2013.
  9. Kim H, et al. Anaphylaxis. Allergy, Asthma and Clinical Immunology. 2011;7(suppl):S6.
  10. Food allergies. Asthma and Allergy Foundation of America. http://www.aafa.org/display.cfm?id=9&sub=20&cont=286. Controllato il 7 Agosto 2013.
  11. Is rinsing your sinuses safe? U.S. Food and Drug Administration. http://www.fda.gov/ForConsumers/ConsumerUpdates/ucm316375.htm. Controllato il 7 Agosto 2013.
  12. Indoor air quality and allergies. Asthma and Allergy Foundation of America. http://www.aafa.org/print.cfm?id=9&sub=18&cont=233. Controllato il 7 Agosto 2013.
  13. Kliegman RM, et al. Nelson Textbook of Pediatrics. 19th ed. Philadelphia, Pa.: Saunders Elsevier; 2011. http://www.mdconsult.com/das/book/body/208746819-6/0/1608/0.html. Controllato il 7 Agosto 2013.
  14. Allergy. Natural Medicine Comprehensive Database. http://www.naturaldatabase.com. Controllato il 7 Agosto 2013.