Aneurisma aortico addominale

Aneurisma aortico addominale

Un aneurisma aortico consiste in una espansione della parte inferiore dell’aorta, il vaso sanguigno che rifornisce di sangue il corpo. L’aorta, parte dal cuore, attraversa il centro del petto e dell’addome. Poiché l’aorta è il fornitore principale di sangue per il nostro corpo, la rottura dell’ aneurisma nell’aorta addominale può causare un grave sanguinamento che può essere mortale.

A seconda delle dimensioni e della velocità con la quale l’aneurisma aortico addominale cresce, il trattamento può variare da una semplice vigile attesa fino all’intervento chirurgico di emergenza. Una volta che l’aneurisma aortico addominale viene individuato, i medici lo terranno sotto stretta sorveglianza, in modo che l’intervento chirurgico possa essere pianificato se necessario. L’intervento chirurgico d’urgenza per riparare la rottura di un’aneurisma dell’aorta addominale può essere rischioso.

Sintomi dell’aneurisma aortico addominale

Gli aneurismi aortici addominali spesso crescono lentamente e di solito non causano sintomi, il chè, li rende difficili da rilevare. Alcuni aneurismi non si rompono. Molti si espandono poco a poco. Altri si espandono rapidamente. Prevedere quanto velocemente un aneurisma aortico addominale cresca, è difficile.

Qaundo un aneurisma aortico addominale si allarga, alcune persone possono notare:

  • Una sensazione pulsante vicino all’ombelico
  • Profondo, dolore costante nel vostro addome o sul lato del vostro addome
  • mal di schiena

Quando è consigliato vedere un medico

Si dovrebbe vedere il medico se si dispone di uno qualsiasi dei sintomi sopra elencati.

Chiunque abbia più di 60 anni, con fattori di rischio per lo sviluppo di un aneurisma aortico addominale, come il consumo di tabacco o una storia familiare di aneurisma dell’aorta addominale, dovrebbero prendere in considerazione lo screening regolare per tenere sotto controllo la condizione. Per gli uomini che fumano il rischio per questa condizione aumenta significativamente, uomini età comprese tra i  65-75 anni che hanno sempre fumato sigarette, dovrebbero eseguire esami appropriati per l’aneurisma aortico addominale almeno una volta.

Se avete una storia familiare di aneurisma dell’aorta addominale, il medico può consigliare un esame ecografico per questa condizione.

Non ci sono raccomandazioni di screening specifici per le donne. Chiedete al vostro medico se avete bisogno di avere uno screening ecografico, sulla base dei fattori di rischio.

Cause dell’aneurisma aortico addominale

Sebbene l’esatta causa degli aneurismi aortici addominali è sconosciuta, un certo numero di fattori possono svolgere un ruolo importante per questa causa, tra cui:

Uso di tabacco. Il fumo di sigaretta e di altre forme di uso del tabacco sembrano aumentare il rischio degli aneurismi aortici. Oltre agli effetti dannosi che il fumo provoca direttamente alle arterie, il fumo contribuisce alla formazione di placche di grasso nelle arterie (aterosclerosi) e causa la pressione alta. Il fumo può anche velocizzare la crescita di un aneurisma e il danneggiamento della vostra aorta.
Indurimento delle arterie (aterosclerosi). L’aterosclerosi si verifica quando le sostanze grasse si accumulano sul rivestimento di un vaso sanguigno, aumentando il rischio per l’aneurisma.
L’infezione dell’aorta (vasculite). In rari casi, l’aneurisma aortico addominale può essere causato da una infezione o infiammazione che indebolisce una sezione della parete aortica.

Gli aneurismi possono svilupparsi ovunque lungo l’aorta, ma quando si verificano nella parte superiore dell’aorta, essi sono chiamati aneurismi dell’aorta toracica. Più comunemente, gli aneurismi si formano nella parte inferiore della vostra aorta. Questi aneurismi possono anche essere indicato come A. oppure AAA.

Fattori di rischio

I fattori di rischio di aneurisma aortico addominale comprendono:

Età. Gli aneurismi dell’aorta addominale si verificano più spesso nelle persone di età superiore ai 65 anni di età.
Uso di tabacco. L’uso del tabacco è un fattore di rischio per lo sviluppo di un aneurisma aortico addominale. Più a lungo si  fuma o si mastica il tabacco, maggiore saranno i rischi.
Aterosclerosi. L’aterosclerosi, l’accumulo di grasso e di altre sostanze che possono danneggiare il rivestimento di un vaso sanguigno, aumenta il rischio per l’aneurisma.
Sesso. Gli uomini sviluppano aneurismi dell’aorta addominale molto più spesso rispetto alle donne.
La storia di famiglia. Le persone che hanno una storia familiare di aneurisma aortico addominale hanno rischi più elevati di avere la stessa condizione. Le persone che hanno una storia familiare di aneurismi, tendono a sviluppare aneurismi in età più giovanile e sono a più alto rischio per la rottura.

Complicazioni dell’aneurisma aortico addominale

Lacrime nella parete dell’aorta (dissezione) sono le principali complicazioni dell’ aneurisma aortico addominale. Un aneurisma rotto può portare ad emorragie interne pericolose per la vita. In generale, più grande è l’aneurisma, più grande sarà il rischio di rottura.

I sintomi provocati dalla rottura dell’aneurisma includono:

  • improvviso dolore addominale o alla schiena, intenso e persistente
  • dolore che si irradia verso la schiena o le gambe
  • vertigini
  • nausea
  • vomito
  • bassa pressione sanguigna
  • perdita di coscienza
  • mancanza di respiro

Un’altra complicazione dovuta agli aneurismi aortici è il rischio di coaguli di sangue. Piccoli coaguli di sangue possono svilupparsi nella zona dell’aneurisma aortico. Se un coagulo di sangue si scatena nella parete interna di un aneurisma e blocca il vaso sanguigno in un altro punto nel vostro corpo, può causare dolore o bloccarne il flusso di sangue alle gambe, ai piedi, ai reni o agli organi addominali.

Diagnosi dell’aneurisma aortico addominale

Gli aneurismi aortici addominali sono spesso individuati durante un esame eseguito per un altra condizione. Ad esempio, durante un esame di routine, il medico può avvertire un rigonfiamento pulsante nel vostro addome, anche se è improbabile che il medico sia in grado di sentire i segni di un aneurisma attraverso uno stetoscopio. Gli aneurismi aortici sono spesso trovati durante i test medici di routine, come ad esempio una radiografia del torace o l’ecografia del cuore o dell’addome.

Se il medico sospetta che si dispone di un aneurisma aortico, esami specialistici possono essere eseguiti per confermare la diagnosi. Questi test possono includere:

Ecografia addominale

Questo esame può aiutare a diagnosticare un aneurisma dell’aorta addominale. Durante questo esame una piccola quantità di gel caldo viene applicato al vostro addome. Il gel aiuta ad eliminare la formazione di sacche d’aria tra il corpo e lo strumento che il tecnico utilizzerà (trasduttore) per visionare la vostra aorta. Il trasduttore invia immagini a uno schermo di computer dal quale il medico verificherà la presenza di un potenziale aneurisma.

Tomografia computerizzata

Questo test indolore è in grado di fornire al medico immagini chiare della vostra aorta. Durante una TAC, verrete posizionati dentro una macchina a forma di ciambella. Un computer raccoglie i dati e assegna loro un colore che va dal nero al bianco, a seconda dell’intensità del segnale raccolto dalle radiazioni ottenute durante l’esame. Il computer poi assembla le immagini e le visualizza sul monitor del computer.

La risonanza magnetica (MRI)

La risonanza magnetica è un altro test di imaging indolore. La maggior parte delle macchine di risonanza magnetica contengono un grande magnete a forma di tunnel. E’ posizionata su un lettino mobile il quale scorre all’interno del tunnel. Il campo magnetico allinea particelle atomiche su alcune delle vostre cellule. Quando le onde radio vengono trasmesse verso queste particelle allineate, producono segnali che variano a seconda del tipo di tessuto al quale appartengono. Il medico può utilizzare le immagini prodotte dai segnali delle onde radio, per vedere se è presente un aneurisma.

Le persone di età superiore ai 60 anni con una storia familiare di aneurisma dell’aorta addominale o di altri fattori di rischio, dovrebbero parlare con i loro medici per sottoporsi a una ecografia di screening.

Terapia e cura dell’aneurisma aortico addominale

Ecco le linee guida generali per il trattamento degli aneurismi aortici addominali.

Piccolo aneurisma

Se si dispone di un piccolo aneurisma dell’aorta addominale – circa 1,6 pollici, o 4 centimetri (cm), di diametro o più piccolo – e non si hanno sintomi, il medico può suggerire un approccio di osservazione, piuttosto che ricorrere ad un intervento chirurgico. In generale, la chirurgia non è necessaria per piccoli aneurismi poiché il rischio della chirurgia è probabilmente superiore al rischio di rottura.

Se si sceglie questo metodo, il medico controllerà il vostro aneurisma con ecografie periodiche, di solito ogni 6 mesi e vi incoraggierà a segnalare immediatamente l’inizio dei dolori addominali o del mal di schiena – potenziali segni di una dissezione.

Aneurisma medio

La misura di un aneurisma medio è tra i 1,6 e 2,1 pollici (4 e 5,3 cm). Non è ancora chiaro come la chirurgia possa creare rischi durante la procedura medica, in caso di un aneurisma di medie dimensioni. Avrete bisogno di discutere i vantaggi ed i rischi della chirurgia e prendere una decisione assieme con il proprio medico. Se si sceglie la vigile attesa, è necessario avere una ecografia ogni sei mesi per monitorare il vostro aneurisma.

Aneurisma grande, in rapida crescita

Se si è colpiti da un’aneurisma che è di grandi dimensioni (più grande di 2,2 pollici o 5,6 centimetri) o in rapida crescita (cresce più di 0,5 cm in sei mesi), sarà necessario un intervento chirurgico. Esistono due tipi di chirurgia per gli aneurismi aortici addominali.

La chirurgia addominale aperta serve per riparare un aneurisma aortico addominale. Ciò comporta la rimozione della sezione danneggiata dell’aorta e la sostituzione con un tubo sintetico (innesto), che viene cucito in posizione, mediante un approccio aperto-addominale. Con questo tipo di intervento chirurgico, servirà probabilmente un mese o più per riprendersi completamente dall’operazione.

Chirurgia endovascolare è una procedura meno invasiva a volte usata per riparare un aneurisma. I medici attribuiscono un innesto sintetico per la fine di un tubo sottile (catetere) che viene inserito attraverso un’arteria della gamba e infilato in su nel vostro aorta. L’innesto – un tubo di tessuto coperto da un supporto di rete metallica – è collocato presso il sito dell’aneurisma e fissato in posizione con piccoli ganci o perni. L’innesto rinforza la sezione indebolita dell’aorta per impedire la rottura dell’aneurisma.

Il tempo di recupero per le persone che hanno subito una chirurgia endovascolare è più breve rispetto per le persone che hanno subito una chirurgia addominale aperta. Tuttavia, gli appuntamenti di follow-up, sono più frequenti poiché gli innesti endovascolari possono fuoriuscire.  Le visite di Follow-up con ultrasuoni sono generalmente eseguiti ogni sei mesi, per il primo anno, e poi una volta l’anno, per gli anni a venire . I tassi di sopravvivenza a lungo termine sono simili sia per la chirurgia endovascolare che per la chirurgia a cielo aperto.

Le opzioni per il trattamento del vostro aneurisma dipenderanno da una varietà di fattori, tra cui la posizione dell’aneurisma, la vostra età, la funzione renale e le altre condizioni che possono aumentare il rischio di un intervento chirurgico o endovascolare.

Rimedi alternativi

L’approccio migliore per evitare un aneurisma aortico è quello di mantenere i vasi sanguigni il più sani possibile. Ciò significa rispettare questi punti:

  • Smettere di fumare o masticare tabacco.
  • Mantenere la pressione sanguigna sotto controllo.
  • Fare regolarmente esercizio fisico.
  • Ridurre il colesterolo e i grassi nella vostra dieta.

Se si dispone di alcuni fattori di rischio per l’aneurisma aortico, rivolgetevi al medico. Se siete a rischio, il medico può raccomandare misure supplementari, compresi i farmaci per abbassare la pressione sanguigna e alleviare lo stress sulle arterie indebolite.