Ascesso dentale

Ascesso dentale

Un ascesso dentale è una sacca di pus formatasi a causa di un’infezione batterica. L’ascesso può verificarsi in diverse regioni del dente per motivi diversi. Un ascesso periapicale si verifica in corrispondenza della punta della radice, mentre un ascesso parodontale si verifica nelle gengive, accanto alla radice del dente. Le informazioni riportate di seguito si riferiscono specificamente agli ascessi periapicali.

Un dente con un ascesso periapicale, di solito, si verifica a causa della mancata cura della carie, infortunio o a causa di un intervento odontoiatrico.

I dentisti tratteranno l’ascesso dentale con il drenaggio per pulirlo dall’infezione. Essi possono essere in grado di salvare il dente con un trattamento canalare, ma in alcuni casi è necessaria l’estrazione del dente. La mancata cura dell’ascesso dentale, può portare a gravi complicazioni, le quali possono rivelarsi mortali.

Sintomi dell’ascesso dentale

Segni e sintomi di un ascesso dentale sono:

  • Grave, persistente, lancinante mal di denti
  • Denti sensibili alle temperature calde e fredde
  • Denti sensibili alla pressione dovuta dal masticare o mordere
  • Febbre
  • Gonfiore in faccia o sulla guancia
  • Ingrossamento dei linfonodi sotto la mascella o nel collo
  • Improvviso versamento di liquido maleodorante e di gusto sgradevole nella vostra bocca, dolore in caso di rottura dell’ascesso

Quando è consigliato vedere un medico

Si dovrebbe visitare il dentista immediatamente se avete dei segni o sintomi indicanti un ascesso dentale. Se avete la febbre e gonfiore sulle guance è consigliato di andare immediatamente dal vostro dentista o al pronto soccorso, anche in caso di difficoltà nella respirazione o deglutizione. Questi sintomi possono indicare che l’infezione si è diffusa più in profondità, nella mascella e nel tessuto circostante o anche in altre zone del corpo.

Cause dell’ascesso dentale

L’ascesso periapicale si verifica quando i batteri invadono la polpa dentale (la parte più interna del dente che contiene i vasi sanguigni, nervi e il tessuto connettivo).

I batteri entrano nel dente attraverso le cavità dentali e si diffondono fino alla radice. L’infezione batterica può causare gonfiore ed infiammazione dalla punta alla radice del dente.

Fattori di rischio

Questi fattori possono aumentare il rischio di un ascesso dentale:

Scarsa igiene dentale. Non prendersi cura dei propri denti e gengive (come non lavarsi i denti due volte al giorno e non usare il filo interdentale) può aumentare il rischio di avere le carie, malattie gengivali, ascessi dentali e altre complicazioni dentali e della bocca.
Una dieta ad alto contenuto di zucchero. Mangiare e bere cibi ricchi di zuccheri in grandi quantità, come dolci e bibite, può contribuire alla formazione delle carie.

Complicazioni dell’ascesso dentale

Un ascesso dentale non sarà eliminato senza trattamento. Se l’ascesso si rompe, il dolore può diminuire in modo significativo (ma sarà comunque necessario un trattamento odontoiatrico). Se l’ascesso non viene drenato, l’infezione può diffondersi alla vostra mascella e ad altre aree della testa e del collo. Potrebbe anche esserci lo sviluppo di una sepsi (un’infezione mortale che si diffonde in tutto il corpo).

Se si dispone di un sistema immunitario indebolito e non si tratta l’ascesso dentale, il rischio della diffusione di un’infezione aumenta notevolmente.

Diagnosi dell’ascesso dentale

Oltre ad esaminare il dente e la zona circostante, il dentista può svolgere le seguenti azioni:

Toccare i denti. Un dente che ha un ascesso alla radice è generalmente sensibile al tocco o alla pressione.
Consigliare una radiografia. Una radiografia del dente dolorante può aiutare a identificare un ascesso. Il dentista può anche usare i raggi X per determinare se l’infezione si è diffusa, causando ascessi in altri settori.

Terapia e cura dell’ascesso dentale

L’obiettivo del trattamento è quello di eliminare l’infezione. Per fare questo, il dentista può eseguire le seguenti azioni:

Aprire (incisione) e drenare l’ascesso. Il dentista farà un piccolo taglio nella ascesso, permettendo la fuoriuscita del pus e poi laverà la zona con acqua salata (soluzione salina).
Eseguire un canale radicolare. Questa procedura può contribuire ad eliminare l’infezione e salvare il dente. Per fare questo, verrà rimosso il tessuto centrale “malato” (polpa) e successivamente verrà scaricato l’ascesso. Il dentista poi, riempirà e sigillerà la polpa del dente rimasta e i canali radicolari, infine avvolgerà il dente con una corona per migliorarne la forza. Questa procedura di “chiusura del dente” avverrà soprattutto per i molari.
Estrazione del dente interessato. Se il dente interessato dall’ascesso non può essere salvato, il dentista effettuerà l’estrazione il dente e drenare l’ascesso per eliminare l’infezione.
Prescrivere gli antibiotici. Se l’infezione è limitata alla zona dell’ascesso, non potete avere bisogno degli antibiotici. Ma se l’infezione si è diffusa ai denti vicini, alla mascella o ad altri settori, il dentista probabilmente vi prescriverà degli antibiotici per fermare la ulteriore propagazione dell’infezione. Il dentista può raccomandarvi antibiotici anche se avete un sistema immunitario indebolito.

Rimedi alternativi

Mentre si è in guarigione da questa condizione, il dentista può raccomandare l’uso delle seguenti misure per contribuire ad alleviare il disagio:

  • Sciacquare la bocca con acqua salata tiepida.
  • Usare farmaci antidolorifici da banco, come il paracetamolo (Tylenol, altri) e l’ibuprofene (Advil, Motrin IB, altri), se necessario.

Prevenzione dell’ascesso dentale

Evitare le carie è essenziale per prevenire un ascesso dentale. Prendetevi cura dei vostri denti per evitare le carie seguendo questi punti:

  • Usare acqua potabile addizionata di fluoruro per sciacquare i vostri denti.
  • Lavarsi i denti almeno due volte al giorno con un dentifricio al fluoro.
  • Usare il filo interdentale o un detergente interdentale per pulire gli spazi fra i denti quotidianamente.
  • Sostituire lo spazzolino ogni tre o quattro mesi, oppure ogni volta che le setole sono sfilacciate.
  • Mangiare cibi sani, limitando i prodotti zuccherati.
  • Visitare il dentista per dei controlli regolari e sottoporsi alle pulizie professionali.
  • Considerare l’utilizzo di un antisettico o un colluttorio orale al fluoro per aggiungere un ulteriore livello di protezione contro la carie.