Blefarite

Blefarite

La blefarite è l’infiammazione che colpisce le palpebre. La blefarite di solito colpisce la parte della palpebra dove crescono le ciglia.

La blefarite comunemente si verifica quando le minuscole ghiandole dell’olio, situati vicino alla base delle ciglia , presentano dei malfunzionamenti. Questo porta all’infiammazione delle palpebre, irritazione e prurito. Molte malattie e condizioni possono causare la blefarite.

La blefarite è spesso una condizione cronica che è difficile da trattare. La blefarite può essere scomoda, ma di solito non causa danni permanenti alla vista.

Sintomi della blefarite

I sintomi della blefarite sono:

  • Lacrimazione
  • Gli occhi rossi
  • Una sensazione di bruciore negli occhi
  • Palpebre che appaiono unte
  • Prurito alle palpebre
  • Palpebre rosse e gonfie
  • Desquamazione della pelle intorno agli occhi
  • Ciglia incrostate al risveglio
  • Palpebra attaccate
  • Sensibilità alla luce
  • Ciglia che crescono in modo anomalo (ciglia disguidati)
  • Perdita delle ciglia

Quando è consigliato vedere un medico

Se si hanno i sintomi della blefarite che non migliorano, nonostante la buona igiene (regolare pulizia e cura della zona interessata), prendete un appuntamento con il medico.

Cause della blefarite

La causa esatta della blefarite non è chiara. I fattori associati con lo sviluppo di di questa condizione sono:

  • Dermatite seborroica, la forfora del cuoio capelluto e sopracciglia
  • Una infezione batterica
  • Malfunzionamento delle ghiandole di olio nella vostra palpebra
  • Rosacea, una condizione della pelle caratterizzata dall’arrossamento del viso
  • Le allergie, incluse le reazioni allergiche ai farmaci oculari, soluzioni per lenti a contatto o trucco per gli occhi
  • Acari o pidocchi delle ciglia
  • Alcuni farmaci come l’isotretinoina per l’acne (Amnesteem, Claravis, Sotret) possono portare ad un aumento dei batteri sulle palpebre e possono influenzare la produzione di lacrime

La blefarite può essere causata da una combinazione di fattori.

Complicazioni della blefarite

Se si dispone della blefarite, si può inoltre verificare:

Problemi alle ciglia. La blefarite può causare la caduta delle ciglia o la crescita in modo anomalo (ciglia disguidate).
Problemi alla pelle dell palpebre. Le cicatrici possono verificarsi sulle palpebre in risposta alla blefarite a lungo termine.
Lacrimazione eccesso o secchezza degli occhi. Le anomale secrezioni oleose e altri detriti possono depositarsi sulla palpebra, come la desquamazione associati con la forfora, può accumularsi nel vostro film lacrimale (la soluzione di acqua, olio e muco che forma le lacrime). Il film lacrimale anomalo, interferisce con la sana lubrificazione delle palpebre. Questo può irritare gli occhi e causarne la secchezza o l’eccessiva lacrimazione.
Difficoltà indossare le lenti a contatto. Poiché la blefarite può influenzare la quantità di lubrificante nei vostri occhi, indossare le lenti a contatto può creare disagio.
Oraziolo. Un orzaiolo è un’infezione che si sviluppa vicino alla base delle ciglia. Il risultato è un grumo doloroso sul bordo (di solito sulla parte esterna) della vostra palpebra. Un orzaiolo è solitamente più visibile sulla superficie della palpebra.
Calazio. Un calazio si verifica quando c’è un blocco in una delle piccole ghiandole dell’olio al margine della palpebra, appena dietro le ciglia. La ghiandola può essere infettata da batteri, che provocano rossore e gonfiore delle palpebre. A differenza di un orzaiolo, un calazio tende ad essere più prominente sulla parte interna della palpebra.
Occhio rosa cronico. La blefarite può portare a ricorrenti attacchi di occhi rosa (congiuntivite).
Lesioni alla cornea. La costante irritazione causata dall’infiammazione delle palpebre o dalle ciglia disguidate, può causare una piaga che si sviluppa nella cornea. Lacrimazione insufficiente potrebbe predisporre un’infezione corneale.

Diagnosi della blefarite

I test e le procedure utilizzate per diagnosticare la blefarite sono:

Esame delle palpebre. Il medico esaminerà attentamente le palpebre e gli occhi. Potrà utilizzare uno strumento di ingrandimento speciale durante l’esame.
test di strofinamento della pelle. In alcuni casi, il medico può utilizzare un tampone per raccogliere un campione di olio o di crosta che si forma sulla palpebra. Il materiale raccolto potrà essere analizzato per trovare la presenza di batteri, funghi oppure utilizzato come prova per  l’allergia.

Terapia e cura della blefarite

La terapia per la blefarite può includere:

Pulire regolarmente l’area interessata. Pulite le palpebre con un panno caldo. Questo può aiutare a controllare i sintomi. La cura personale può essere l’unico trattamento necessario per la maggior parte dei casi della blefarite.
Antibiotici. I colliri contenenti antibiotici applicati alle vostre palpebre, possono aiutare a curare la blefarite causata da un’infezione batterica. In alcuni casi, gli antibiotici vengono somministrati sotto forma di crema, unguento o pillola.
Colliri steroidei o unguenti. I colliri o le pomate contenenti steroidi, possono aiutare a controllare l’infiammazione nei vostri occhi e nelle vostre palpebre.
Le lacrime artificiali. I colliri lubrificanti o le lacrime artificiali, che sono disponibili anche senza prescrizione medica, possono contribuire ad alleviare gli occhi asciutti.
Trattamento delle condizioni sottostanti. La blefarite causata dalla dermatite seborroica, dalla rosacea o da altre malattie, può essere controllata tramite la terapia della malattia di base.
La blefarite raramente scompare completamente. Anche con il successo del trattamento, le recidive sono comuni.

Rimedi alternativi

Pulire gli occhi tutti i giorni

Se disponete della blefarite, seguite questi punti per ottenere un buon rimedio contro la vostra condizione:

  • Applicare un impacco caldo sopra l’occhio chiuso per alcuni minuti per sciogliere i depositi delle croste sulle palpebre.
  • Subito dopo, utilizzare un panno inumidito con acqua tiepida e qualche goccia di shampoo per i bambini, per lavare via tutti i residui oleosi o squamosi alla base delle ciglia.
  • In alcuni casi, potrebbe essere necessario essere più consapevole circa la pulizia del bordo della palpebra, dove si trovano le vostre ciglia. Per fare questo, tirare delicatamente la palpebra inferiore dal vostro occhio e usare una spugna per lavare delicatamente la zona. Questo aiuta a evitare di danneggiare la cornea con l’asciugamano. Chiedete al vostro medico se è necessario utilizzare un unguento antibiotico topico, dopo la pulizia delle palpebre.
  • Sciacquare la palpebra con acqua tiepida e tamponare delicatamente con un asciugamano pulito e asciutto.
  • Continuare il trattamento fino a quando i sintomi scompaiono. Anche se è possibile ridurre la frequenza degli impacchi e del lavaggio dellapalpebra, si dovrebbe mantenere una certa costanza nel tempo per questo trattamento. Se si verifica un incremento dei sintomi, riprendere il trattamento di auto-cura una volta o due volte al giorno.
  • Può anche essere una buona idea quella di smettere di usare il trucco per gli occhi, quando le palpebre sono infiammate. Il trucco può rendere più difficile mantenere le palpebre pulite e prive di detriti ed è possibile che il trucco potrebbe reintrodurre i batteri nella zona o provocare una reazione allergica.

Controllo della forfora

Se si dispone di forfora che sta contribuendo alla vostra blefarite, chiedete al medico di consigliarvi uno shampoo antiforfora. Utilizzando uno shampoo antiforfora, potreste controllare e alleviare i segni della blefarite.

Anche se non ci sono i trattamenti di medicina alternativa che possono contribuire definitivamente ad alleviare i sintomi della blefarite, una dieta ricca di acidi grassi omega-3 o di integratori contenenti omega-3, può essere utile per la blefarite associata alla rosacea. Gli acidi grassi omega-3, si trovano in alimenti come il salmone, tonno, trota, semi di lino e noci.

Bibliografia

  1. Preferred Practice Patterns Guidelines. Blepharitis — Limited Revision. San Francisco, Ca.: American Academy of Ophthalmology; 2011. http://one.aao.org/ce/practiceguidelines/ppp_content.aspx?cid=500cd9ca-173c-4c31-b6ea-a258e3549474. Controllato il 9 Agosto 2013.
  2. Bernardes TF, et al. Blepharitis. Seminars in Ophthalmology. 2010;25:79.
  3. Facts about blepharitis. National Eye Institute. http://www.nei.nih.gov/health/blepharitis/blepharitis.asp. Controllato il 9 Agosto 2013.
  4. Shtein RM. Blepharitis. http://www.uptodate.com/home/index.html. Controllato il 9 Agosto 2013.
  5. Blepharitis. American Optometric Association. http://www.aoa.org/x4718.xml. Controllato il 9 Agosto 2013.