Dipendenza da nicotina

Dipendenza da nicotina

La dipendenza da nicotina (anche chiamata dipendenza da tabacco), è una dipendenza ai prodotti del tabacco, causata dalla nicotina. La dipendenza da nicotina significa che non potete smettere di usare questa sostanza, anche se vi causa danni.

La nicotina produce effetti fisici e altera l’umore nel cervello, ma temporaneamente ricevono una sensazione di piacere. Questi effetti fanno venir voglia di usare il tabacco e portare alla dipendenza. Allo stesso tempo, fermando l’uso del tabacco, si possono provocare i sintomi dell’astinenza, tra cui irritabilità e ansia.

I fumatori hanno tassi molto più alti per le malattie cardiache, ictus e cancro rispetto ai non fumatori.

Indipendentemente da quanto tempo fumate, smettere di fumare può migliorare la vostra salute. Molti trattamenti efficaci per la dipendenza da nicotina, sono a disposizione per aiutarvi a smettere di fumare per sempre e per gestire il periodo di astinenza dalla nicotina. Chiedete al vostro medico gli aiuti necessari.

Sintomi della dipendenza da nicotina

In alcune persone, l’utilizzo di qualsiasi quantità di tabacco, può portare rapidamente alla dipendenza da nicotina. I segni che evidenziano la dipendenza comprendono:

Non riuscire a smettere di fumare. Avete provato uno o più tentativi per smettere di provare, ma senza successo.
Si verificano i sintomi dell’astinenza quando si cerca di smettere di fumare. I vostri tentativi fatti per smettere di fumare causano segni e sintomi fisici oltre che alterazioni dell’umore, come ad esempio un forte desiderio di fumare, ansia, irritabilità, irrequietezza, difficoltà di concentrazione, umore depresso, frustrazione, rabbia, aumento della fame, insonnia, stipsi o diarrea.
Continuare a fumare nonostante i problemi di salute. Anche se avete sviluppato problemi ai polmoni o al cuore, non siete in grado di fermare il desiderio di fumare.
Si rinuncia ad attività sociali o ricreative al fine di fumare. Si può smettere di andare nei locali dove è vietato fumare o smettere di socializzare con alcuni membri della famiglia o amici, perché non si può fumare in loro presenza.

Quando è consigliato vedere un medico

Non siete i soli ad aver provato a smettere di fumare , senza riuscirci. La maggior parte dei fumatori fanno molti tentativi per smettere di fumare prima di raggiungere un livello stabile di astinenza dal fumo a lungo termine.

È molto più probabile che otteniate ottimi risultati nel conseguire l’astinenza da nicotina, se seguite un piano di trattamento che affronta sia gli aspetti comportamentali che fisici legati a questa condizione. Utilizzando i farmaci e lavorando con uno specialista del trattamento contro la dipendenza del tabacco, aumenterete notevolmente le vostre probabilità di successo.

Chiedete al vostro medico di aiutarvi a sviluppare un piano di trattamento o per consigliarvi su dove trovare aiuto per smettere di fumare.

Cause della dipendenza da nicotina

La nicotina è la sostanza chimica presente nel tabacco e che voi fumate.  La nicotina aumenta il rilascio delle sostanze chimiche del cervello, chiamate neurotrasmettitori, che aiutano a regolare l’umore e il comportamento. Uno di questi neurotrasmettitori è la dopamina, che può migliorare l’umore e attivare le sensazioni di piacere. Vivere questi effetti di piacere dovuti alla nicotina, è ciò che vi rende dipendenti dal tabacco.

La dipendenza da nicotina comporta cambi comportamentali e fisici. I comportamenti che vengono modificati per fumare tabacco sono:

  • L’abitudine di fumare tabacco a certe ore del giorno, al mattino, con il caffè o durante le pause di lavoro
  • Dopo un pasto
  • Mentre si beve alcool
  • In certi luoghi o con amici
  • Mentre parlate al telefono
  • In situazioni di stress o quando vi sentite giù di morale
  • Alla vista o all’odore di una sigaretta accesa
  • Quando si guida l’auto

Per superare la vostra dipendenza da tabacco, è necessario agire sui comportamenti e sulle routine che si associano con il fumo.

Fattori di rischio

Chi fuma o usa altre forme di tabacco è a rischio di diventare dipendente. I fattori che influenzano la dipendenza da nicotina includono:

Genetica. I geni che giocano un ruolo in alcuni aspetti della dipendenza da nicotina, sono ereditari. La probabilità che inizierete a fumare può essere in parte ereditaria perchè, i fattori genetici possono influenzare i recettori situati sulla superficie delle cellule nervose del cervello, che rispondono a dosi elevate di nicotina rilasciata dalle sigarette.
Ambienti frequentati e l’influenza delle persone vicine a voi. I bambini che crescono con genitori che fumano, hanno più probabilità a diventare fumatori. I ragazzi con gli amici che fumano saranno più propensi a provare le sigarette. L’evidenza suggerisce che il fumo mostrato nei film e su Internet in grado di incoraggiare i giovani a fumare.
Età. La maggior parte delle persone iniziano a fumare durante l’infanzia o l’adolescenza. Prima si inizia a fumare, maggiore sarà la possibilità di diventare un fumatore cronico da adulti.
La depressione o altre malattie mentali. Le persone che soffrono di depressione, schizofrenia, disturbo da stress post-traumatico (PTSD) o altre forme di malattia mentale, hanno più probabilità di diventare fumatori.
Uso di sostanze. Le persone che abusano di alcol e droghe illegali hanno più probabilità di diventare fumatori.

Complicazioni della dipendenza da nicotina

Il fumo del tabacco contiene più di 60 noti agenti chimici, che causano il cancro, oltre che migliaia di altre sostanze nocive. Quando si inala il fumo del tabacco, si assumono queste sostanze chimiche, che raggiungono la maggior parte degli organi vitali del corpo.

Il fumo danneggia quasi ogni organo del corpo, e più del 60% delle persone che continuano a fumare morirà a causa di esso. Le donne fumatrici hanno la parità di rischio degli uomini fumatori di morire a causa delle malattie causate dal consumo di tabacco. Gli effetti negativi sulla salute includono:

Il cancro del polmone e altre malattie polmonari. Il fumo provoca quasi 9 casi su 10 il cancro del polmone, così come altre malattie polmonari, come l’enfisema e la bronchite cronica. Fumare peggiora anche l’asma.
Altri tumori. Il fumo è una delle principali cause dei tumori dell’esofago, della laringe, della gola (faringe) e della bocca. Inoltre vi sono correlazioni con i tumori della vescica, del pancreas, del rene e della cervice oltre ad alcune leucemie.
Malattie al cuore e problemi del sistema circolatorio. Il fumo aumenta il rischio di morire per problemi al cuore e ai vasi sanguigni (cardiovascolari), tra cui infarti e ictus. Il fumo di 1-4 sigarette al giorno aumenta il rischio per le malattie cardiache. Se si dispone malattie cardiache e dei vasi sanguigni come l’insufficienza cardiaca, il fumo peggiora la condizione. Tuttavia, Smettere di fumare, riduce il rischio di avere un attacco di cuore del 50% nel primo anno.
Diabete. Il fumo aumenta la resistenza all’insulina, che può preparare il terreno per lo sviluppo del diabete di tipo 2. Se avete il diabete, il fumo può accelerare il progresso delle complicanze, come le malattie renali e i problemi agli occhi.
Problemi agli occhi. Il fumo può aumentare il rischio di avere gravi problemi agli occhi come la cataratta e la perdita della vista da degenerazione maculare.
Infertilità e impotenza. Il fumo aumenta il rischio dell’ infertilità nelle donne e il rischio di impotenza negli uomini.
Gravidanza e complicazioni neonatali. Le madri che fumano durante la gravidanza hanno un più elevato rischio di aborto spontaneo, parto prematuro, basso peso alla nascita del neonato e la sindrome della morte improvvisa del lattante (SIDS).
Raffreddore, influenza e altre malattie. I fumatori sono più soggetti alle infezioni respiratorie, come raffreddore, influenza e bronchite.
Indebolimento dei sensi. Fumare uccide i sensi del gusto e dell’olfatto.
Malattie dei denti e gengivali. Il fumo è associato ad un aumentato rischio per lo sviluppo delle infiammazioni delle gengive (gengivite) e una grave infezione gengivale che può distruggere il sistema di supporto per i denti (parodontite).
Aspetto fisico. Le sostanze chimiche nel fumo di tabacco possono cambiare la struttura della pelle, causando l’invecchiamento precoce e le rughe. Fumare ingiallisce i denti, le dita e le unghie.
I rischi per la vostra famiglia. Per i non fumatori che sono partner di persone fumatrici, hanno un rischio maggiore di sviluppare il cancro ai polmoni e le malattie cardiache rispetto alle persone che non vivono con un fumatore. Se fumate, i vostri figli saranno più inclini al SIDS, peggioramento di asma, otiti e raffreddori.

Diagnosi della dipendenza da nicotina

Il medico potrebbe farvi delle domande o farvi compilare un questionario per avere un’idea a proposito della vostra dipendenza e se è connessa con la nicotina. Più sigarette fumate ogni giorno e più dipendente sarete. Conoscere il proprio grado di dipendenza aiuterà il vostro medico a determinare il miglior piano di trattamento per voi.

Nella diagnosi della dipendenza da nicotina, il medico può prendere in considerazione i criteri del Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali (DSM). Questo manuale viene utilizzato dagli specialisti di salute mentale, per diagnosticare le eventuali condizioni legate alla dipendenza da nicotina.

Terapia e cura della dipendenza da nicotina

Il fumo è la causa più evitabile di morte. Se smettete di fumare, la vostra salute otterrà miglioramenti fin da subito. I giovani fumatori che smettono, possono avere una speranza di vita più sana e anche i fumatori più anziani che interrompono l’uso del tabacco, la qualità e l’aspettativa della loro di vita migliora.

Trascorso un anno dopo aver smesso di fumare, il rischio di un attacco di cuore diminuisce bruscamente. Dopo due o cinque anni, il rischio di ictus può essere ridotto a quello di un non fumatore. Dopo 10 anni, il rischio di cancro può essere ridotto a circa la metà di quello di un fumatore.

Come la maggior parte dei fumatori, probabilmente avrete già fatto almeno un tentativo serio per smettere. Ma è raro che smettiate di fumare al primo tentativo, soprattutto se si tenta di farlo senza aiuto. Sarà più facile smettere se si utilizzano alcuni farmaci e si ricorre alla consulenza di uno specialista. Questi metdi si sono dimostrati efficaci, specialmente se in combinazione.

Farmaci

Molti trattamenti, inclusa la terapia sostitutiva con la nicotina e i farmaci non-nicotinoidi, sono stati approvati come sicuri ed efficaci nel trattamento della dipendenza da nicotina. Utilizzando più di un farmaco potreste ottenere risultati migliori. Ad esempio, si può combinare un farmaco con uno che agisce come prodotto di sostituzione della nicotina a breve durata d’azione. Parlate con il vostro fornitore di cure mediche circa il trattamento giusto per voi.

Se siete in gravidanza o allattate ale seno, fumate meno di 10 sigarette al giorno, o se avete meno di 18 anni, parlate con il medico prima di prendere qualsiasi prodotto sostitutivo della nicotina se è senza prescrizione medica.

Terapia sostitutiva della nicotina

La terapia sostitutiva della nicotina vi permette di assumere nicotina senza, gli altri prodotti chimici nocivi presenti nel fumo del tabacco. Molte persone credono erroneamente che la nicotina provoca il cancro, ma non è proprio così.

I farmaci sostitutivi della nicotina, tra cui i erotti, le gomme, le pastiglie, gli spray nasali e gli inalatori, possono contribuire ad alleviare i sintomi dell’astinenza. Il momento migliore per iniziare a utilizzare i farmaci sostitutivi della nicotina è quello in cui avete deciso di smettere di fumare.

La maggior parte dei prodotti sostitutivi della nicotina sono disponibili come prodotti farmaceutici senza prescrizione medica:

Cerotto alla nicotina (NicoDerm CQ, Habitrol, altri). Il cerotto rilascia nicotina attraverso la pelle, nel flusso sanguigno. Indossate un cerotto nuovo, ogni giorno. Il periodo di trattamento di solito dura per otto settimane o più. Se non siete stati in grado di smettere di fumare completamente dopo due settimane di questo trattamento, rivolgetevi al medico per un aiuto nella regolazione del dosaggio del cerotto o l’aggiunta di un altro farmaco.
La gomma alla nicotina (Nicorette, altri). Questa gomma fornisce nicotina al vostro sangue attraverso la mucosa della bocca. E ‘disponibile in una dose di 2 milligrammi (mg) per i fumatori regolari e una dose di 4 mg per i fumatori pesanti. La gomma alla nicotina è spesso raccomandata per frenare le voglie di fumare. Masticate la gomma per un paio di volte fino a sentire una lieve sensazione di formicolio o di sapore pepato, quindi lasciatela tra la guancia e la gengiva per diversi minuti. Questo permette alla nicotina di essere gradualmente assorbita nel flusso sanguigno. Evitate di bere o di mangiare prima, durante o dopo l’utilizzo delle gomme alla nicotina. L’obiettivo è quello di ridurre la quantità di nicotina ed eliminare la necessità di usare la gomma progressivamente in circa tre mesi.
Losanga nicotina (Commit, Nicorette mini losanga). Questa pastiglia si scioglie in bocca e, come avviene con la gomma, permette il rilascio della nicotina attraverso la mucosa della bocca. Le pastiglie sono disponibili in una dosi di 2 mg per i fumatori regolari e in dosi da 4 mg per i fumatori pesanti. Collocate la pastiglia in bocca tra il margine gengivale e la guancia o sotto la lingua e aspettate che si dissolva. Inizierete con una pastiglia ogni 1-2 ore e le aumentarete gradualmente con il tempo. Evitate di bere qualsiasi cosa prima, durante o subito dopo l’uso della pastiglia.

Questi prodotti sostitutivi della nicotina sono disponibili con la ricetta medica:

Spray nasale alla nicotina (Nicotrol NS). La nicotina presente in questo prodotto, viene spruzzata direttamente in ogni narice poi, viene assorbita attraverso le mucose nasali dei i vasi sanguigni. Lo spray nasale eroga nicotina un po’ più velocemente delle gomme, pastiglie o dei cerotti, ma non così rapidamente come fumare una sigaretta. Di solito è prescritto per periodi di tre mesi per un massimo di sei mesi. Gli effetti collaterali possono includere l’irritazione nasale.
Inalatore di nicotina (Nicotrol). Questo dispositivo eroga vapore contente nicotina, in bocca. Essa viene assorbita attraverso la mucosa della bocca, da dove poi entra nel flusso sanguigno. Gli effetti indesiderati comuni sono la secchezza o l’irritazione della gola nonchè tosse occasionale.

Farmaci non-nicotinoidi

I farmaci che non contengono nicotina includono:

Bupropione (Zyban, Wellbutrin). Il bupropione è un farmaco antidepressivo che aumenta i livelli della dopamina e della noradrenalina, che sono le sostanze chimiche del cervello ma, che sono anche presenti in quantità maggiori nella nicotina. Il bupropione può essere prescritto insieme con un cerotto alla nicotina. In genere il medico vi consiglierà di iniziare a prendere il bupropione una settimana prima che iniziate a smettere di fumare. Il bupropione ha il vantaggio di aiutare a ridurre al minimo l’aumento di peso dopo aver smesso di fumare. Gli effetti collaterali possono includere disturbi del sonno e secchezza delle fauci. Se avete una storia di convulsioni o un grave trauma cranico, come ad esempio una frattura del cranio, non dovete prendere questo farmaco.
Vareniclina (Chantix). Questo farmaco agisce sui recettori nicotinici del cervello, riducendo i sintomi dell’astinenza e le sensazioni di piacere che si ottengono dal fumo. Di solito, il medico vi consiglierà di iniziare ad usare la vareniclina una settimana prima che iniziate a smette di fumare. I potenziali effetti collaterali comprendono nausea, mal di testa, insonnia e incubi. Raramente, la vareniclina è stata associata a gravi sintomi psichiatrici, come depressione, agitazione e pensieri suicidi.
Nortriptilina (Pamelor). Questo antidepressivo triciclico, ha dimostrato di aiutare i fumatori a smettere di usare tabacco. Agisce aumentando i livelli del neurotrasmettitore noradrenalina del cervello. Può essere prescritto, se altri farmaci assunti per fervi smettere di fumare, non funzionano. Gli effetti collaterali possono comprendere la secchezza della bocca.

Consulenza, gruppi di sostegno e altri programmi

La combinazione dei farmaci con la consulenza comportamentale, costituisce la migliore opportunità per affrontare l’astinenza dal fumo a lungo termine. I farmaci aiutano a far fronte con i sintomi dell’astinenza, mentre i trattamenti comportamentali aiutano a sviluppare le competenze necessarie al fine di evitare la ricaduta nell’uso del tabacco sul lungo periodo.

I diversi tipi di consulenza e di supporto possono aiutare a smettere di fumare:

Programma di consulenza individuale o di gruppo. Il medico può raccomandarvi gruppi di sostegno locale oppure programmi di trattamento in cui la consulenza è fornita da uno specialista per il trattamento contro l’uso del tabacco. Questi programmi vi aiutano a imparare le tecniche per smettere di fumare e forniscono il supporto di cui avrete bisogno. Molti ospedali, offrono programmi di trattamento o hanno specialisti per questo tipo di terapia, che sono certificati per fornire aiuto per la dipendenza da nicotina. I gruppi anonimi, sono disponibili in molti luoghi per fornire il supporto morale ai fumatori che cercano di smettere. Alcuni centri medici offrono programmi di trattamento residenziale (il trattamento più intensivo disponibile).
Programmi che si trovano su Internet. Molti siti web offrono sostegno e strategie per le persone che vogliono smettere di fumare, così come i blog e forum.

Metodi da evitare

Non ci sono prove scientifiche che questi prodotti funzionino per farvi smettere di fumare e poco si sa circa la loro sicurezza.

Prodotti che affermano di scoraggiare i fumatori. Questi includono i prodotti che cambiano il gusto del tabacco, diete speciali per frenare il desiderio di assumere nicotina e le combinazioni di vitamine commercializzate come aiuti per smettere di fumare.
Erbe e integratori. Gli aiuti omeopatici e gli integratori a base di erbe non sono approvati dalla sanità, quindi non hanno bisogno di dimostrare la loro efficacia o di sicurezza.
Lecca-lecca di nicotina e balsami. Questi prodotti che contengono il salicilato di nicotina non sono approvati dalla sanità ed essi rappresentano un rischio per l’uso accidentale da parte dei bambini.
Sigarette elettroniche (e-sigarette). Esistono dubbi circa la sicurezza del vapore di questa sigarette e sulla quantità di nicotina fornita.
Ipnosi. Anche se nessuna prova supporta l’uso dell’ipnosi come metodo per smettere di fumare, alcune persone dicono che trovano benefici in essa. Se si sceglie di perseguire l’ipnosi, rivolgetevi al medico per trovare un ipnoterapeuta rispettabile.

Il tabacco in qualsiasi forma non è sicuro. Ciò include l’uso di:

Prodotti del tabacco solubili. Questi prodotti del tabacco sono utilizzati dai fumatori in luoghi dove non è consentito fumare. Non ci sono prove che essi aiutano a smettere di fumare e poco si sa circa i loro effetti sulla salute.
Tabacco da fiuto (snus). Questi prodotti contengono nicotina in quantità simili alle sigarette e aumentano il rischio per il cancro della bocca e della gola, dei denti e malattie gengivali oltre ai problemi di salute.
Pipe e sigari. Questi prodotti sono simili alle sigarette, anche se usati meno frequentemente, per i rischi alla salute e non sono un’alternativa sicura.
Pipe ad acqua (narghilè). Si tratta di pipe ad acqua che bruciano tabacco, e il fumo viene inalato attraverso un tubo. Essi non sono più sicuri delle sigarette. L’acqua non filtra le tossine del fumo. Inoltre l’acqua e il tubo usato comportano rischi di trasmissione delle infezioni.
Sigarette aromatizzate. Le sigarette al chiodo di garofano (kreteks) e le sigarette aromatizzate (bidis) comportano gli stessi rischi per la salute delle sigarette normali e possono causare problemi di salute.

Rimedi alternativi

E ‘importante avere un piano per la gestione dei sintomi dell’astinenza da nicotina. Questi sintomi sono di solito più intensi durante la prima settimana di interruzione dal fumo. Essi possono continuare per diverse settimane, con intensità decrescente.

Sebbene la maggior parte dei sintomi di astinenza da nicotina diminuiscono entro un mese, può capitare di sperimentare un forte bisogno o desiderio di fumare mesi dopo l’arresto. I fattori scatenanti che sono stati associati al fumo possono provocare questi impulsi o voglie.

Ecco cosa si può fare per aiutare a gestire i sintomi dell’astinenza da nicotina:

Esercizio fisico regolare. L’attività fisica regolare è indicata per ridurre i sintomi dell’astinenza e aiuta le persone a smettere di fumare. L’esercizio fisico aiuta anche ad evitare il potenziale aumento di peso, spesso associato con l’arresto del fumo.

Combattete le voglie. Le voglie di solito durano meno di cinque minuti. Svolgete attvità che tengono occupata la vostra mente e il corpo. Inoltre assicuratevi di sbarazzarvi delle forniture di tabacco quando si decide di smettere.
Parlare con una persona per avere supporto. Se vi sentite ansiosi o depressi oppure avete bisogno di incoraggiamento, una persona a voi vicina può aiutarvi a ottenere supporto morale per continuare a non fumare.
Evitare situazioni ad alto rischio. Conoscendo i fattori scatenanti la voglia di fumare, state lontano da essi.
Essere realistici circa l’energia e il tempo che ci vuole per smettere di fumare. Regolate il vostro programma per un carico di lavoro più leggero. Prendetevi il tempo per fare qualcosa di divertente o semplicemente che vi rilassi.
Mangiate regolarmente pasti sani. Includendo un sacco di frutta e verdura oltre che bere molta acqua.

Prevenzione della dipendenza da nicotina

Il modo migliore per prevenire la dipendenza da nicotina è quello di non fumare. Se siete un genitore che fuma, i vostri figli avranno più probabilità di iniziare a fumare.

Anche se non si fuma, qui di seguito ci sono alcuni consigli che possono aiutare un genitore a non iniziare a fumare i propri figli:

Promuovere ambienti senza fumo. Sostenete la legislazione per rendere tutti i luoghi pubblici vietati al fumo. Favorite i luoghi pubblici, tra cui ristoranti o altri luoghi in cui il fumo è vietato
Sostenere la legislazione per aumentare le tasse sui prodotti del tabacco. I prezzi più elevati scoraggiano gli adolescenti a iniziare a fumare. L’aumento dei prezzi sui prodotti del tabacco, è una tra le politiche più efficaci da parte della sanità pubblica, per ridurre il fumo negli adulti ed evitare che i giovani inizino a fumare.
Parlate con i vostri figli. La maggior parte degli adolescenti fuma la loro prima sigaretta con un amico che già è un fumatore. Informate vostro figlio sui  vari prodotti del tabacco,e informateli sui danni che essi provocano alla salute.
Capite ciò che i vostri figli pensano a proposito del fumo. Chiedete loro di leggere questo articolo in modo da poter discuterne insieme. Potete avere una grande influenza sui vostri figli, nonostante i messaggi che ricevono attraverso i film e su Internet.
Notare le ripercussioni sociali. Ricordate a vostro figlio, che il fumo dà alito cattivo e rende i capelli e vestiti male odoranti.
Lavorare con le scuole. Diventate membri attivi nella comunità e nella scuola per promuovere programmi volti a far smettere di fumare.