Edema

Edema

L’edema è il gonfiore causato dall’eccesso di liquidi intrappolati nei tessuti del corpo. Anche se l’edema può interessare qualsiasi parte del corpo, è più comunemente visibile nelle vostre mani, braccia, piedi, caviglie e gambe.

L’edema può essere il risultato dell’uso di farmaci, di una gravidanza o di una malattia di base (nella maggior parte dei casi si tratta dell’insufficienza cardiaca, malattia renale o cirrosi epatica).

L’assunzione di farmaci per rimuovere il liquido in eccesso e ridurre la quantità di sale nel cibo, di solito allevia l’edema. Quando l’edema è sintomo di una malattia di base, viene proposto il trattamento per la condizione sottostante.

Sintomi dell’edema

I sintomi dell’edema sono:

  • Gonfiore del tessuto sottocutaneo
  • Pelle tesa e lucida
  • Aumento della dimensione addominale

Quando è consigliato vedere un medico

Prendere un appuntamento dal medico se si dispone di gonfiore, pelle allungata o lucida o pelle che conserva una fossetta dopo essere stata sottoposta a pressione. Contattare immediatamente un medico se si verifica:

  • Mancanza di respiro
  • Difficoltà di respirazione
  • Dolore toracico

Cause dell’edema

L’edema si verifica quando il fluido fuoriesce dai capillari accumulandosi sui tessuti circostanti, con conseguente gonfiore dell’area interessata.

I casi lievi di edema possono derivare da:

  • Stare seduti o mantenere la stessa posizione per troppo tempo
  • Mangiare troppo cibo salato
  • Sintomi premestruali
  • Gravidanza

L’edema può essere un effetto collaterale di alcuni farmaci, tra cui:

  • I farmaci che dilatano i vasi sanguigni
  • Calcio-antagonisti
  • Farmaci anti-infiammatori non steroidei
  • Estrogeni
  • Alcuni farmaci per il diabete chiamati tiazolidinedioni

In alcuni casi, tuttavia, l’edema può essere un segno di una più grave condizione medica di base. Le malattie e le condizioni che possono causare l’edema sono:

  • L’insufficienza cardiaca congestizia. Quando uno o entrambe le camere inferiori del cuore perdono la loro capacità di pompare il sangue in modo efficace (ciò accade in caso di insufficienza cardiaca congestizia), il sangue può fermarsi  nelle gambe, nelle caviglie e piedi, causando gli edemi.
  • Cirrosi. Il liquido può accumularsi nella cavità addominale (ascite) e nelle gambe a causa di cirrosi, una malattia del fegato causata spesso dall’alcolismo.
  • Malattie renali. Quando si ha una malattia renale, i liquidi e il sodio in eccesso presenti nella vostra circolazione possono formare l’edema. L’edema associato a una malattia renale di solito si verifica nelle gambe e intorno agli occhi.
  • Danno renale. I danni i piccoli vasi sanguigni nei reni possono causare la sindrome nefrosica. Nella sindrome nefrosica, la diminuzione dei livelli di proteine ​​(albumina) nel sangue, può portare ad un accumulo dei liquidi e favorire così la presenza dell’edema.
  • Vene delle gambe deboli o danneggiate (insufficienza venosa cronica). Le valvole unidirezionali mantengono il sangue nelle vene delle gambe. Se le valvole smettono di funzionare correttamente, il sangue può accumularsi nella parte inferiore delle gambe e causare gonfiore.
  • Sistema linfatico insufficiente. Il sistema linfatico del corpo aiuta ad eliminare il liquido in eccesso dai tessuti. Se questo sistema è danneggiato (per esempio, a causa della chirurgia per il cancro) i linfonodi e vasi linfatici drenano il liquido in un’area che in seguito potrebbe non funzionare correttamente e creare l’edema.

Fattori di rischio

Durante la gravidanza, la donna trattiene più liquidi contenenti sodio e acqua, poichè, sono necessari per il feto e per la placenta. Questo aumenta il rischio di essere colpiti dall’edema.

Il rischio dell’edema può essere aumentato se si prendono alcuni farmaci, tra cui:

  • I farmaci che dilatano i vasi sanguigni
  • Calcio-antagonisti
  • Farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS)
  • Estrogeni
  • Farmaci per il diabete chiamati tiazolidinedioni

Complicazioni dell’edema

Se non trattato, l’ edema può causare:

  • Gonfiore sempre più doloroso
  • Difficoltà a camminare
  • Rigidità
  • Pelle tesa, che può causare prurito e disagi
  • Aumento del rischio di infezione nella zona gonfia
  • Cicatrici tra gli strati del tessuto cutaneo
  • Diminuzione delka circolazione sanguigna
  • Diminuzione dell’elasticità delle arterie, vene, muscoli e articolazioni
  • Aumento del rischio di ulcere cutanee

Diagnosi dell’edema

Per capire che cosa potrebbe causare il vostro edema, il medico eseguirà un esame fisico e vi farà domande sulla vostra storia medica. Queste informazioni sono spesso sufficienti per determinare la causa di fondo del vostro edema. In alcuni casi, i raggi X, gli esami ecografici, gli esami del sangue o le analisi delle urine potrebero essere necessarie.

Terapia e cura dell’edema

L’edema lieve di solito guarisce da solo, in particolare con un metodo di autocura che consiste nel sollevare l’arto interessato in una posizione che sia superiore all’altezza del vostro cuore. Se l’edema è grave, può essere trattato con farmaci che aiutano il corpo a espellere il liquido in eccesso sottoforma di urina. Uno dei più comuni farmaci utilizzati è il diuretico furosemide (Lasix).

Rimedi alternativi

Ci sono dei rimedi alternativi che possono aiutare a far guarire l’edema ed evitare che si ripresenti. Prima di provare queste tecniche, è comunque meglio parlare con il medico, riguardo la vostra condizione.

Movimento. Spostare e utilizzare i muscoli della parte del corpo colpita da edema, può aiutare a pompare il liquido in eccesso al vostro cuore. Chiedete al vostro medico quali esercizi possono ridurre il gonfiore.
Altitudine. Tenere la parte gonfia del corpo al di sopra del livello del cuore per almeno 30 minuti tre o quattro volte al giorno. In alcuni casi,  può essere utile elevare la parte interessata del corpo durante il sonno.
Massaggi. Massaggiare la zona interessata, applicando una pressione costante e una direzione verso il vostro cuore, può contribuire a spostare il liquido in eccesso fuori dalla zona colpita dall’edema.
Compressione. Se uno dei vostri arti è affetto da edema, il medico può consigliarvi di indossare calze a compressione, manicotti o guanti. Questi indumenti mantengono la pressione sui vostri arti per evitare che il liquido si accumuli nei tessuti.
Ridurre l’assunzione di sale. Seguite i suggerimenti del medico per limitare la quantità di sale che si consuma nella dieta.