Enfisema

Enfisema

L’enfisema si forma quando le sacche d’aria presenti nei polmoni si stanno gradualmente deteriorando, il che vi farà , progressivamente, avere il fiato corto. L’enfisema è una delle numerose malattie conosciute come la broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO). Il fumo è la principale causa dell’enfisema.

Nei casi peggiori, l’enfisema crea buchi nelle parti interne degli alveoli . Questo riduce la superficie dei polmoni e, a sua volta, la quantità di ossigeno che raggiunge il flusso sanguigno.

L’enfisema distrugge lentamente anche le fibre elastiche che tengono aperte le piccole vie aeree che conducono alle sacche d’aria. Questo permette alle vie aeree di collassare quando si espira, quindi l’aria nei polmoni non può sfuggire. Il trattamento può rallentare la progressione dell’enfisema, ma non può riparare il danno.

Sintomi dell’enfisema

Si può avere l’enfisema per molti anni senza notare alcun sintomo di questa condizione. Il sintomo principale dell’enfisema è la mancanza di respiro, che di solito inizia gradualmente. Si può iniziare ad evitare le attività che vi rendono a corto di fiato, quindi il sintomo non diventa più un problema fino a quando non inizia a interferire con le attività quotidiane. L’enfisema infine causa la mancanza di respiro, anche mentre si è a riposo.

Quando è consigliato vedere un medico

Consultate il medico se avete il fiato corto per diversi mesi, soprattutto se sta peggiorando o sta interferendo con le attività quotidiane. Contattare immediatamente un medico se:

  • Siete così a corto di fiato, da non riuscire nemmeno a parlare
  • Le vostre labbra o le unghie diventano blu o grigie
  • Non siete mentalmente attivi
  • Il vostro battito cardiaco è molto veloce

Cause dell’enfisema

La principale causa dell’enfisema è l’esposizione a lungo termine alle sostanze irritanti presente nell’aria, tra cui:

  • Il fumo di tabacco
  • Fumo di marijuana
  • L’inquinamento atmosferico
  • Fumi di produzione industriale
  • Carbone e polvere di silice

Raramente, l’enfisema è causato dalla deficienza ereditaria di una proteina che protegge le strutture elastiche nei polmoni. Essa si chiama Alfa-1 antitripsina.

Fattori di rischio dell’enfisema

I fattori che aumentano il rischio di sviluppare l’enfisema sono:

  • Fumo. L’enfisema ha più probabilità di svilupparsi nei fumatori di sigarette, di sigari e di pipa. Il rischio per tutti i tipi di fumatori aumenta con il numero degli anni e della quantità di tabacco fumato.
  • Età. Anche se il danno ai polmoni dovuto dall’enfisema si sviluppa a poco a poco, la maggior parte delle persone con l’enfisema correlato all’uso di tabacco, comincia a sperimentare i sintomi della malattia tra i 40 ei 60 anni.
  • L’esposizione al fumo passivo. Il fumo passivo, noto anche come il fumo di tabacco passivo o ambientale, è il fumo che si inala inavvertitamente da qualcun altro che fuma sigarette, pipe o sigari. Respirare il fumo passivo aumenta il rischio di contrarre l’enfisema.
  • L’esposizione a fumi o polveri industriali. Se respirate i fumi di certe sostanze chimiche o polveri dei prodotti di grano, cotone, legno o materiale minerario, è molto probabile che svilupparete l’enfisema. Questo rischio è ancora maggiore se si fuma.
  • L’esposizione all’inquinamento esterno ed interno. Respirando gli inquinanti interni, come i fumi dei combustibili per il riscaldamento, oltre alle sostanze inquinanti esterne (gas di scarico delle auto, per esempio), aumenta il rischio di avere l’enfisema.

Complicanze dell’enfisema

Le persone che hanno un enfisema hanno anche maggiori probabilità di sviluppare:

  • Collasso polmonare (pneumotorace). Un polmone collassato può essere pericoloso per la vita, per le persone che hanno un grave enfisema, poiché la funzione dei polmoni è già così compromessa.
  • Problemi cardiaci. L’enfisema può aumentare la pressione nelle arterie che collegano il cuore e i polmoni. Questo può causare una condizione chiamata cuore polmonare, in cui una sezione del cuore si dilata e si indebolisce.
  • Grandi buchi nei polmoni (bolle giganti). Alcune persone con enfisema sviluppano degli spazi vuoti nei polmoni chiamati bolle. Le “bolle giganti” possono essere grandi quanto la metà del polmone. Oltre a ridurre la quantità di spazio disponibile per il polmone, quando deve espandersi, le “bolle giganti” possono essere infettate e diventano più inclini a causare un collasso polmonare (pneumotorace).

Diagnosi dell’enfisema

Per determinare se si dispone di un enfisema, il medico può raccomandarvi una serie di test di imaging, esami di laboratorio e test di funzionalità polmonare.

Test di imaging

La radiografia del torace. Una radiografia del torace può aiutare a confermare la diagnosi dell’enfisema avanzato ed escludere altre cause di mancanza del respiro, ma una sola radiografia non è sufficiente per avere una diagnosi accurata.

La tomografia computerizzata (TAC). La TAC combina immagini radiografiche, prese da molte direzioni diverse per creare viste in sezione degli organi interni. Il medico può decidere di avere una TAC se viene presa in considerazione la chirurgia polmonare.

Le prove di laboratorio

Il sangue prelevato da un arteria, può essere testato per determinare quanto i polmoni riescano a trasferire ossigeno al sangue, e quanta anidride carbonica viene rimossa dal vostro flusso sanguigno.

Test di funzionalità polmonare

Questi test non invasivi, misurano quanta aria i polmoni possono trattenere e quanta aria fluisce dentro e fuori i polmoni. Si può anche misurare quanto ossigeno, i polmoni riescono ad offrie, al flusso sanguigno. Uno dei test più comuni utilizza un semplice strumento chiamato spirometro.

Terapia e cura dell’enfisema

L’enfisema non può essere curato, ma i trattamenti possono aiutare ad alleviare i sintomi e a rallentare la progressione della malattia.

Farmaci

Usare i farmaci che aiutano a smettere di fumare. La prescrizione di farmaci, come il bupropione cloridrato (Zyban) e la vareniclina (Chantix), può aiutare a smettere di fumare.
Broncodilatatori. Questi farmaci possono aiutare ad alleviare la tosse, il respiro corto e la difficoltà di respirazione, rilassando le vie aeree ristrette, ma non sono altrettanto efficaci nel trattamento dell’enfisema a differenza del trattamento di asma o bronchite cronica.
Steroidi per via inalatoria. I farmaci corticosteroidi per via inalatoria come lo spray aerosol, possono contribuire ad alleviare il respiro corto. Ma l’uso prolungato può indebolire le ossa e aumentare il rischio di avere la pressione alta, la cataratta e il diabete.
Antibiotici. Se si sviluppa un’infezione batterica, come la bronchite acuta o la polmonite, gli antibiotici sono appropriati.

Terapia

Riabilitazione polmonare. Un programma di riabilitazione polmonare può insegnare esercizi e tecniche che possono aiutare a ridurre il vostro affanno e a migliorare la capacità di respirazione. Riceverete inoltre, consigli su una corretta alimentazione. Nelle prime fasi dell’enfisema, molte persone hanno bisogno di perdere peso, mentre le persone con un enfisema in fase avanzata hanno spesso bisogno di aumentare di peso.
Ossigeno supplementare. Se si dispone di un enfisema grave con bassi livelli di ossigeno nel sangue, è utile utilizzare l’ossigeno supplementare quando si è a casa. Molte persone usano l’ossigeno 24 ore al giorno. E ‘di solito somministrato tramite un tubicino che si inserisce nelle narici del naso.

Chirurgia

A seconda della gravità del vostro enfisema, il medico può suggerire uno o più diversi tipi di chirurgia, tra cui:

  • Riduzione del volume polmonare. In questa procedura, i chirurghi rimuovono piccoli spicchi di tessuto polmonare danneggiato. La rimozione del tessuto malato aiuta a far funzionare meglio il tessuto polmonare residuo e aiuta a migliorare la respirazione.
  • Trapianto polmonare. Il trapianto di polmone è una opzione se si dispone di un grave enfisema e se altri metodi terapeutici hanno fallito.

Rimedi alternativi

Se si dispone di un enfisema, si può prendere una serie di misure per fermare la progressione e proteggersi dalle complicazioni:

Smettere di fumare. Questa è la misura più importante che potete fare per la vostra salute generale e l’unico metodo che potrebbe fermare la progressione dell’enfisema.
Evitare altri agenti irritanti respiratori. Questi includono i fumi prodotti dai tubi di scarico delle automobili, alcuni odori derivanti dalle cucine, alcuni profumi, anche di candele e incenso. Cambiare i filtri dell’aria condizionata regolarmente per limitare gli agenti inquinanti.
Esercizio fisico regolare. Cercate di non lasciare che i vostri problemi di respirazione vi impediscano di ottenere un regolare esercizio fisico, il che può aumentare in modo significativo la capacità polmonare.
Proteggersi dall’aria fredda. L’aria fredda può causare spasmi nelle vie bronchiali, rendendo ancora più difficile la respirazione. Durante la stagione fredda, indossate una sciarpa morbida o una maschera per ripararvi dall’aria fredda, posizionandola sopra la bocca e il naso prima uscire all’aria aperta.
Evitare le infezioni respiratorie. Cercate di ottenere le vaccinazioni contro la polmonite come consigliato dal medico.  Ottenere una vaccinazione antinfluenzale annuale può anche essere d’aiuto. Fate del vostro meglio per evitare il contatto diretto con le persone che hanno il raffreddore o l’influenza.

Prevenzione dell’enfisema

Per prevenire l’enfisema, non fumate ed evitate di respirare il fumo passivo. Indossate una maschera per proteggere i polmoni se si lavora con fumi chimici o polveri.