Gastroenterite virale

Gastroenterite virale

La gastroenterite virale è un’infezione intestinale caratterizzata da diarrea acquosa, crampi addominali, nausea o vomito, e talvolta febbre.

Il modo più comune per sviluppare la gastroenterite virale (spesso chiamata anche influenza dello stomaco), avviene attraverso il contatto con una persona infetta o con l’ingestione di cibo o acqua, contaminati. Se siete in buona salute, è probabile recuperare senza complicazioni. Per i bambini, gli anziani e le persone con sistema immunitario compromesso, invece, la gastroenterite virale può essere mortale.

Non vi è alcun trattamento efficace per la gastroenterite virale, quindi la prevenzione è fondamentale. Oltre a evitare il cibo e l’acqua, che può essere contaminata, approfonditi e frequenti lavaggi delle mani, sono la vostra migliore difesa.

Sintomi della gastroenterite virale

Anche se è comunemente chiamata influenza dello stomaco, la gastroenterite non è la stessa influenza. L’influenza reale, riguarda solo il sistema respiratorio (il naso, gola e polmoni). La gastroenterite, invece, attacca l’intestino, causando segni e sintomi, quali:

  • Diarrea molto acquosa, diarrea con sangue (questo indica che la vostra infezione è più grave)
  • Crampi addominali e dolore
  • Nausea, vomito o entrambi
  • Dolori muscolari o mal di testa occasionali
  • Febbricola

A seconda della causa, i sintomi della gastroenterite virale possono apparire entro 1-3 giorni dopo che siete stati infettati e possono variare da forme lievi a gravi. I sintomi di solito durano solo un giorno o due, ma occasionalmente possono persistere fino a 10 giorni.

Poiché i sintomi sono simili, è facile confondere la diarrea virale con diarrea causata dai batteri come, la salmonella ed E. coli o dai parassiti come la Giardia.

Quando è consigliato vedere un medico

Se siete un adulto, chiamate il medico se:

  • Avete il vomito per più di due giorni
  • Vomitate sangue
  • Siete disidratati (i segni della disidratazione includono sete eccessiva, bocca secca, profonda urine gialle, poca o nessuna minzione delle urine,  una grave debolezza, vertigini o stordimento)
  • Presenza di sangue nelle feci
  • Avete la febbre sopra i 40°C

Per i neonati e i bambini

Vedete il medico se il bambino:

  • Hanno la febbre a 38,9°C o più
  • Sembrano letargici o molto irritabili
  • Hanno disagio o dolore
  • Hanno la diarrea sanguinosa
  • Sembrano disidratati (Osservate la presenza dei segni della disidratazione nei bambini, controllando quanto bevono e urinano)

I bambini vomitano per una serie di motivi, molti dei quali possono richiedere cure mediche.

Chiamate il pediatra immediatamente se il vostro bambino:

  • Vomita per più di alcune ore
  • Non bagna il suo pannolino in sei ore
  • Ha sangue nelle feci o diarrea grave
  • Ha una fontanella affondata (il punto debole sulla parte superiore della testa del vostro bambino)
  • Ha una bocca secca o piange senza lacrime
  • È insolitamente sonnolento, assonnato o non risponde

Cause della gastroenterite virale

Vi sono più probabilità di contrarre la gastroenterite virale, quando mangiate o bevete cibo e liquidi contaminati oppure se si condividono utensili, asciugamani o alimenti con qualcuno che è stato infettato.

Una serie di virus può causare la gastroenterite, tra cui:

Norovirus. Sia i bambini che gli adulti possono essere colpiti dal norovirus, la causa più comune delle malattie a trasmissione alimentare in tutto il mondo. Le infezione da norovirus possono spaziare attraverso le famiglie e le comunità. E ‘particolarmente probabile che si diffonda tra le persone in spazi ristretti. Nella maggior parte dei casi, si ottiene il contattto con questo virus, dal cibo o dall’acqua contaminati, anche se la trasmissione da persona a persona è anche possibile.
Rotavirus. Questa è la causa più comune della gastroenterite virale nei bambini, che di solito vengono infettati quando toccano gli oggetti contaminati da questo virus e poi li portano alla bocca. L’infezione è più grave nei neonati e nei bambini piccoli. Gli adulti con l’infezione da rotavirus, possono non avere sintomi, ma possono comunque diffondere la malattia. Un vaccino contro la gastroenterite rotavirale è disponibile in alcuni paesi e sembra essere efficace nel prevenire i sintomi gravi.

Alcuni frutti di mare, ostriche soprattutto crude o poco cotte, possono farvi star male. L’acqua potabile se contaminata, è un’altra causa della diarrea virale. In molti casi, il virus è trasmesso attraverso la via fecale-orale. Questo passaggio avviene quando, qualcuno con il virus, tocca il cibo che voi mangerete, senza essersi prima lavato le mani, dopo aver usato la toilette.

Fattori di rischio

La gastroenterite si verifica in tutto il mondo, colpisce persone di ogni età ed etnia.

Le persone che potrebbero essere più suscettibili alla gastroenterite sono:

I bambini piccoli. I bambini in asili o scuole elementari possono essere particolarmente vulnerabili, poiché ci vuole tempo perchè il sistema immunitario di un bambino sia maturo e completamente sviluppato.
Gli adulti più anziani. Il sistema immunitario adulto tende a diventare meno efficiente nel corso della vita. Gli anziani che risiedono in case di cura, sono vulnerabili perché i loro sistemi immunitari si indeboliscono e perchè vivono a stretto contatto con altre persone che possono tramettere i germi.
Scolari o residenti in dormitori. Ogni luogo, in cui gruppi di persone si riuniscono per lunghi periodi di tempo, possono essere ambienti perfetti per la diffusione dei virus di un’infezione intestinale.
Chiunque abbia un sistema immunitario indebolito. Se la vostra resistenza alle infezioni è bassa ( per esempio, se il sistema immunitario è compromesso da HIV / AIDS, dalla chemioterapia o da un’altra condizione medica) potreste essere particolarmente a rischio per questa condizione.

Ogni virus della gastrointestinale ha una stagione di maggiore attività. Se si vive nell’emisfero settentrionale, per esempio, è molto più probabile che avrete infezioni causate dal rotavirus o dal norovirus in periodi che vanno da ottobre ad aprile.

Complicazioni della gastroenterite virale

La complicazione principale della gastroenterite virale è la disidratazione (una grave perdita di acqua, sali essenziali e minerali). Se siete sani di salute e bevete abbastanza liquidi per sostituire quelli persi con il  vomito e la diarrea, la disidratazione non dovrebbe essere un problema.

I neonati, gli anziani e le persone con un sistema immunitario soppresso, possono diventare gravemente disidratati quando perdono più liquidi di quanto riescono a sostituirne. Se ciò avviene, potrebbe essere necessario il ricovero, in modo che i liquidi persi possano essere sostituiti per via endovenosa. La disidratazione può essere fatale, anche se raramente.

Diagnosi della gastroenterite virale

Il medico probabilmente diagnosticherà la gastroenterite sulla base dei vostri sintomi, con un esame fisico e talvolta si baserà con la presenza di casi simili nella vostra comunità. Un esame delle feci è in grado di rilevare il rotavirus o norovirus, ma non vi sono test per altri virus che causano la gastroenterite. In alcuni casi, il medico può analizzare un campione di feci, per escludere una possibile infezione batterica o parassitaria.

Terapia e cura della gastroenterite virale

Di solito non vi è un trattamento medico specifico per la gastroenterite virale. Gli antibiotici non sono efficaci contro i virus, e l’uso eccessivo può contribuire allo sviluppo di ceppi dei batteri resistenti agli antibiotici. Il trattamento iniziale consiste in misure di auto-cura.

Rimedi alternativi

Per aiutarvi a controllare i sintomi e a prevenire la disidratazione, provate quanto segue:

Lasciate che il vostro stomaco si stabilisca. Smettete di mangiare cibi solidi per un paio d’ore.
Provate a succhiare cubetti di ghiaccio o bevete piccoli sorsi d’acqua. Si potrebbe anche provare a bere la soda o brodi, bevande senza caffeina o bevande sportive. Bevete molti liquidi ogni giorno, a piccoli sorsi.
Modificare la normale dieta. A poco a poco cominciate a mangiare cibi insipidi, facili da digerire, come cracker, toast, gelatina, banane, riso e pollo. Smettete di mangiare se ciò vi causa la nausea.
Evitare alcuni cibi e sostanze fino a quando non vi sentirete meglio. Tra cui i prodotti lattiero-caseari, caffeina, alcol, nicotina, e cibi grassi o molto conditi.
Ottenere abbastanza riposo. La malattia e la disidratazione possono rendervi deboli e stanchi.
Essere cauti con i farmaci. Utilizzate farmaci come l’ibuprofene (Advil, Motrin IB, altri) ma con cautela perchè possono rendere il vostro stomaco più sconvolto. Utilizzate acetaminofene (Tylenol, altri) con cautela, perchè a volte può causare la tossicità epatica, soprattutto nei bambini.

Per i neonati e i bambini

Quando il vostro bambino ha una infezione intestinale, l’obiettivo più importante è quello di sostituire i liquidi e sali, persi. Questi suggerimenti possono aiutarvi:

Aiutate il vostro bambino a reidratarsi. Date al bambino una soluzione di reidratazione orale, disponibile in farmacia senza prescrizione medica. Parlate con il vostro medico se avete domande su come usarla. Non date al bambino l’acqua normale (i bambini con gastroenterite, non assorbono bene l’acqua e non sostituiranno adeguatamente gli elettroliti persi). Evitate di dare succhi di mela al bambino per la reidratazione (ciò può peggiorare la diarrea).
Tornare alla dieta normale, lentamente. Introducete gradualmente cibi facili da digerire, come pane tostato, riso, banane e patate.
Evitare alcuni alimenti. Non date i prodotti caseari ai bambini e gli alimenti zuccherati, come gelati, bibite e caramelle. Questi possono peggiorare la diarrea.
Assicurarsi che il bambino riposi a sufficienza. La malattia e la disidratazione possono rendere il bambino debole e stanco.
Inoltr, non date al vostro bambino i farmaci antidiarroici, a meno che non ricevete un parere medico diverso. Questi farmaci se somministrati, possono rendere più difficile evacuare il virus, dal corpo di vostro figlio.

Se avete un bambino malato, lasciate riposare il suo stomaco per 15 a 20 minuti dopo il vomito o dopo un attacco di diarrea, quindi offritegli piccole quantità di liquido. Se siete in allattamento al seno, lasciate il vostro bambino alle cure dell’infermiere. Se il vostro bambino è allattato artificialmente, offritegli una piccola quantità di una soluzione di reidratazione orale.

Prevenzione della gastroenterite virale

Per prevenire la diffusione delle infezioni intestinali, potete seguire queste precauzioni:

Vaccinate il vostro bambino. Un vaccino contro la gastroenterite causata da rotavirus è disponibile in alcuni paesi. Se somministrato ai bambini nel primo anno di vita, il vaccino sembra essere efficace nel prevenire i gravi sintomi di questa malattia.
Lavarsi accuratamente le mani. Siate sicuri che anche i vostri figli si lavino accuratamente le mani. Soprattutto dopo aver usato la toilette. E ‘meglio usare acqua tiepida e sapone e strofinare le mani energicamente per almeno 20 secondi. Quindi risciacquare abbondantemente. Portate con voi salviettine o disinfettanti per le mani se l’acqua e il sapone non sono disponibili.
Utilizzare oggetti personali. Evitate la condivisione di posate, bicchieri e piatti. Usate asciugamani personali per il bagno.
Mantenere la distanza dalle persone con questa malattia. Evitate il contatto con qualcuno che ha il virus, se possibile.
Disinfettare le superfici. Se qualcuno nella vostra casa ha la gastroenterite virale, disinfettate le superfici dure, con una miscela di due tazze di candeggina per un gallone di acqua.

Prendete precauzioni quando si viaggia

Quando siete in viaggio, potete entrare in contatto con cibo o acqua contaminati. Si può essere in grado di ridurre il rischio di contagio seguendo questi consigli:

  • Bevete solo l’acqua in bottiglia o gassata ben sigillata.
  • Evitate i cubetti di ghiaccio, poiché possono essere fatti da acqua contaminata.
  • Usate l’acqua in bottiglia per lavarsi i denti.
  • Evitare cibi crudi, tra cui frutti pelati, verdure crude e insalate.
  • Evitate la carne poco cotta e il pesce.