Infertilità

Infertilità

Circa il 15% delle coppie sono sterili. Ciò significa che non sono in grado di concepire un figlio, anche se hanno avuto frequenti rapporti sessuali non protetti per un anno o più. In circa la metà di queste coppie, l’infertilità maschile gioca un ruolo fondamentale.

L’infertilità maschile è dovuta alla bassa produzione di sperma, sperma deforme o immobile o blocchi che impediscono la produzione di sperma. Le malattie, infortuni, problemi di salute cronici, scelte di vita e altri fattori possono giocare un ruolo nel causare l’infertilità maschile.

Non essendo in grado di concepire un bambino, può essere stressante e frustrante, ma una serie di trattamenti per l’infertilità maschile sono disponibili.

Sintomi dell’infertilità

Il segno principale dell’infertilità maschile è l’incapacità di concepire un figlio. Ci possono essere altri segni o sintomi evidenti. In alcuni casi, tuttavia, un problema basilare come una malattia ereditaria, lo squilibrio ormonale o una condizione che blocca il passaggio degli spermatozoi, può causare i sintomi. I segni dell’infertilità possono includere:

  • L’incapacità di concepire un bambino
  • Problemi con la funzione sessuale, per esempio, la difficoltà con l’eiaculazione o difficoltà a mantenere l’erezione (disfunzione erettile)
  • Il dolore, gonfiore o un nodulo nella zona dei testicoli
  • Diminuzione dei peli sul viso o dei capelli o altri segni di un anormalità cromosomica o ormonale
  • Avere un basso numero di spermatozoi rispetto al normale (meno di 15 milioni di spermatozoi per millilitro di sperma o di un numero di spermatozoi totale inferiore a 39 milioni per eiaculato)

Quando è consigliato vedere un medico

Consultare un medico se:

  • Non siete in grado di concepire un figlio dopo un anno di regolari rapporti sessuali non protetti
  • Avete problemi di erezione o eiaculazione, un basso desiderio sessuale o altri problemi con la funzione sessuale
  • Avete dolore, disagio, un nodulo o gonfiore nella zona del testicolo
  • Avete problemi ai testicoli, alla prostata o problemi sessuali
  • Avete avuto un intervento chirurgico all’inguine, testicoli, pene o allo scroto

Cause dell’infertilità

La fertilità maschile è un processo complesso. Perchè la donna rimanga incinta, il suo partner maschile deve:

  • Produrre sperma. Inizialmente, questo comporta la crescita e la formazione degli organi riproduttivi maschili durante la pubertà. Almeno uno dei testicoli deve funzionare correttamente e il corpo deve produrre testosterone e altri ormoni per innescare e mantenere la produzione dello sperma.
  • Gli spermatozoi devono essere trasportati fino al liquido seminale. Una volta che gli spermatozoi sono stati  prodotti dai testicoli,vengono trasportati e mescolati nel liquido seminale e poi vengono eiaculati fuori del pene.
  • Ci devono essere abbastanza spermatozoi nel liquido seminale. Se il numero degli spermatozoi nel vostro sperma è troppo basso, diminuiranno le probabilità di fecondazione dell’uovo del vostro partner. Un basso numero di spermatozoi è meno di 15 milioni di spermatozoi per millilitro di sperma o meno di 39 milioni per eiaculato.
  • Lo sperma deve essere modellato in modo corretto e in grado di muoversi. Se il movimento (motilità) o forma (morfologia) del vostro sperma è anormale, lo sperma potrebbe non essere in grado di raggiungere o penetrare l’uovo del vostro partner.

Cause mediche

Problemi con la fertilità maschile possono essere causati da una serie di problemi di salute e cure mediche. Alcuni di questi includono:

  • Varicocele. Un varicocele è un rigonfiamento delle vene che drenano il testicolo. E’ una causa comune di infertilità maschile.Questo potrebbe impedire il normale raffreddamento del testicolo, con conseguente riduzione della conta spermatica e meno spermatozoi in movimento.
  • Infezione. Alcune infezioni possono interferire con la produzione di sperma o con la salute degli spermatozoi, può causare cicatrici che bloccano il passaggio degli spermatozoi.Queste includono alcune infezioni sessualmente trasmessibili, comprese la clamidia e la gonorrea, l’infiammazione della prostata (prostatite) e dei testicoli a causa della parotite orchite.
  • Problemi di eiaculazione. La retrograda eiaculazione si verifica quando lo sperma entra nella vescica durante l’orgasmo invece che emergere dalla punta del pene. Diverse condizioni di salute possono causare l’eiaculazione retrograda, tra cui il diabete, lesioni spinali, i farmaci e la chirurgia della vescica, prostata o dell’uretra. Alcuni uomini con le lesioni al midollo spinale o con alcune malattie non possono eiaculare lo sperma, anche se continuano a produrre spermatozoi.
  • Gli anticorpi che attaccano lo sperma. Gli anticorpi anti-spermatozoi sono cellule del sistema immunitario che erroneamente identificano lo sperma come invasore nocivo e tentano di eliminarlo.
  • Tumori. I tumori non maligni possono influenzare gli organi riproduttivi maschili direttamente o possono influenzare le ghiandole che rilasciano gli ormoni legati alla riproduzione, come la ghiandola pituitaria. In alcuni casi, la chirurgia, radioterapia o chemioterapia per trattare i tumori, possono influenzare la fertilità maschile.
  • Testicoli ritenuti. In alcuni maschi, durante lo sviluppo fetale uno o entrambi i testicoli non riescono a scendere nell’addome, nel sacco che contiene normalmente i testicoli, lo scroto. La diminuzione della fertilità è più probabile negli uomini che hanno avuto questa condizione.
  • Squilibri ormonali. L’infertilità può derivare dai disturbi ai testicoli stessi o da un’anomalia che colpisce altri sistemi ormonali, tra cui l’ipotalamo, ipofisi, la tiroide e le ghiandole surrenali. Il basso testosterone (ipogonadismo maschile) e altri problemi ormonali, hanno un numero di possibili cause.
  • Difetti del dotto spermatico. I tubi che trasportano lo sperma (condotti spermatici) possono essere danneggiati da una malattia o infortunio. Alcuni uomini hanno il blocco nella parte del testicolo che immagazzina gli spermatozoi (epididimo) o un blocco di uno o entrambi i tubi che trasportano lo sperma dei testicoli. Gli uomini affetti dalla fibrosi cistica e da alcune altre condizioni ereditarie, possono nascere senza le vie spermatiche.
  • Difetti cromosomici. Le malattie ereditarie come la sindrome di Klinefelter. Nei casi in cui un maschio nasce con due cromosomi X e un cromosoma Y (invece di uno X e uno Y), vi sarà lo sviluppo anormale dei suoi organi riproduttivi. Altre sindromi genetiche associate con la sterilità, includono la fibrosi cistica, la sindrome di Kallmann, sindrome di Young e sindrome di Kartagener.
  • Problemi con i rapporti sessuali. Questi possono includere difficoltà a mantenere o avere un’erezione (disfunzione erettile), eiaculazione precoce, rapporti sessuali dolorosi, anomalie anatomiche come avere un apertura uretrale sotto il pene (ipospadia), problemi psicologici o relazionali che interferiscono con il sesso.
  • La malattia celiaca. Un disturbo digestivo causato dalla sensibilità al glutine. La celiachia può causare infertilità maschile. La fertilità può migliorare dopo l’adozione di una dieta priva di glutine.
  • Alcune terapie sostitutive del testosterone. A lungo termine, l’uso degli steroidi anabolizzanti, farmaci per il cancro (chemioterapia), alcuni farmaci antifungini, alcuni farmaci contro l’ulcera e di alcuni altri farmaci, possono provocare l’infertilità. Possono compromettere la produzione di sperma e diminuire la fertilità maschile.

Cause ambientali

L’eccessiva esposizione a certi elementi ambientali come il calore, le tossine e le sostanze chimiche può ridurre la produzione di sperma o colpire la funzione degli spermatozoi. Le cause specifiche includono:

  • Prodotti chimici industriali. L’esposizione prolungata al benzene, toluene, xilene, pesticidi, erbicidi, solventi organici, materiali di pittura e contenenti piombo, possono contribuire alla bassa conta spermatica.
  • Esposizione a metalli pesanti. L’esposizione al piombo o ad altri metalli pesanti, può causare l’infertilità.
  • Radiazioni o raggi-X. L’esposizione alle radiazioni può ridurre la produzione di sperma, anche se spesso poi, ritorna alla normalità. Con alte dosi di radiazioni, la produzione di spermatozoi può essere ridotta in modo permanente.
  • Surriscaldamento dei testicoli. L’uso frequente di saune e di vasche idromassaggio, può ridurre temporaneamente il numero degli spermatozoi. Stare seduti per lunghi periodi, indossare indumenti stretti o lavorare su un computer portatile per lunghi periodi di tempo può anche aumentare la temperatura nella vostra scroto e ridurre leggermente la produzione di sperma. Il tipo di biancheria intima che si indossa è improbabile che possa fare una differenza significativa nella fertilità maschile.

Salute, stile di vita e altre cause

Alcune altre cause di infertilità maschile sono:

  • Uso illegale di droga. Gli steroidi anabolizzanti adottati per stimolare la forza muscolare e la crescita possono causare i testicoli a ridursi e alterare la produzione di spermatozoi. L’uso di cocaina o marijuana, può ridurre temporaneamente il numero e la qualità del vostro sperma.
  • L’uso di alcol. Bere alcool può abbassare i livelli di testosterone, causare la disfunzione erettile e diminuire la produzione di sperma. La malattia del fegato causata dal consumo eccessivo di alcol, può anche portare a problemi di fertilità.
  • Occupazioni. Certe professioni possono aumentare il rischio di infertilità, comprese quelle associate con l’uso prolungato di computer o monitor di visualizzazione video, lavoro a turni e lo stress lavoro-correlato.
  • Il fumo di tabacco. Gli uomini che fumano possono avere un numero di spermatozoi inferiore a quelli che non fumano. Il fumo passivo può anche influenzare la fertilità maschile.
  • Lo stress emotivo. Lo stress può interferire con alcuni ormoni necessari per la produzione di sperma. Lo stress emotivo grave o prolungato, compresi i problemi con la fertilità, può influenzare il numero di spermatozoi.
  • Peso. L’obesità può causare cambiamenti ormonali che riducono la fertilità maschile.
  • Ciclismo prolungato. L’uso prolungato della bicicletta, è un’altra possibile causa della ridotta fertilità a causa del surriscaldamento dei testicoli. In alcuni casi, la pressione posta sulla zona dietro ai testicoli (perineo) dovuta dall’uso della bicicletta, può causare l’intorpidimento del pene e della disfunzione erettile.

Fattori di rischio

Un certo numero di fattori di rischio sono legati alla sterilità maschile. Essi includono:

  • Fumo di tabacco
  • L’uso di alcool
  • Utilizzo di alcuni farmaci illegali
  • Essere in sovrappeso
  • Avere o avere avuto alcune infezioni
  • Essere esposti alle tossine
  • Surriscaldamento dei testicoli
  • Avere avuto una vasectomia o inversione di vasectomia
  • Nascere con un disturbo della fertilità o avere un parente con un disturbo della fertilità
  • Avere alcune condizioni mediche, tra cui tumori e malattie croniche
  • Assumere alcuni farmaci o sottoporsi a trattamenti medici, come la chirurgia o la radioterapia utilizzata per il trattamento del cancro
  • L’esecuzione di alcune attività prolungate come andare in bicicletta o a cavallo, soprattutto stare su un sedile duro o mal regolato

Complicazioni dell’infertilità

L’infertilità può essere stressante per voi e il vostro partner. Le complicazioni possono includere:

  • Chirurgia o altre procedure per il trattamento di una causa di bassa conta spermatica o di altri problemi riproduttivi
  • Tecniche di riproduzione costose e che coinvolgono la fecondazione in vitro
  • Stress e relazionali difficili legate all’incapacità di avere un figlio
  • Un aumentato del rischio per il cancro, in particolare il cancro alla prostata

Diagnosi dell’infertilità

Molte coppie infertili hanno più di una causa di infertilità, quindi è probabile che si debba vedere un medico. Si può prendere una serie di test per determinare la causa del’infertilità. In alcuni casi, una causa non viene mai identificata.

La diagnosi dei problemi dell’infertilità maschile di solito comporta:

  • Esame fisico generale e l’analisi della storia medica. Ciò comprende l’esame dei genitali e il porre domande su eventuali condizioni ereditarie, problemi di salute cronici, malattie, lesioni o interventi chirurgici che potrebbero influenzare la fertilità. Il medico può anche chiedervi circa le vostre abitudini sessuali e sul vostro sviluppo sessuale durante la pubertà.
  • Esame dello sperma. Lo sperma viene prelevato. Il vostro sperma viene poi inviato ad un laboratorio per misurare il numero di spermatozoi presenti e cercare eventuali anomalie nella forma (morfologia) e nel movimento (motilità). Il laboratorio controllerà anche il vostro sperma per trovare i segni di problemi di salute, come le infezioni. Spesso, il numero degli spermatozoi varia da un campione all’altro. Nella maggior parte dei casi, diverse prove di analisi dello sperma sono fatte in un periodo di tempo per garantire risultati accurati. Se la vostra analisi dello sperma è normale, il medico probabilmente  vi consiglierà un accurato test del vostro partner, prima di effettuare qualsiasi altro test su di voi.

Il medico può raccomandare ulteriori test per aiutare ad identificare la causa della vostra infertilità. Questi test possono includere:

  • Ecografia scrotale. Questo test utilizza le onde sonore ad alta frequenza per produrre le immagini all’interno del vostro corpo.Un’ecografia scrotale può aiutare il medico a vedere gli ostacoli o altri problemi nei testicoli e nelle strutture di sostegno.
  • Ecografia transrettale. Una piccola bacchetta lubrificata viene inserita nel retto. Essa consente al medico di controllare la vostra prostata e cercare blocchi nei tubi che trasportano lo sperma (dotti eiaculatori e vescicole seminali).
  • Test ormonale. Gli ormoni prodotti dalla ghiandola pituitaria, l’ipotalamo e i testicoli svolgono un ruolo chiave nello sviluppo sessuale e nella produzione di sperma. Le anomalie in altri sistemi ormonali o degli organi, possono anche contribuire alla sterilità. Un esame del sangue misura il livello di testosterone e degli altri ormoni.
  • Post-eiaculazione, analisi delle urine. Lo sperma nelle urine può indicare che il vostro sperma viaggia all’indietro nella vescica anziché nel vostro pene (eiaculazione retrograda).
  • I test genetici. Quando la concentrazione degli spermatozoi è estremamente bassa, le cause genetiche potrebbero essere coinvolte. Un esame del sangue può rivelare se ci sono cambiamenti sottili nel cromosoma Y, segni di un’anomalia genetica. Il test genetico può anche essere ordinato per diagnosticare varie sindromi congenite o ereditarie.
  • Biopsia testicolare. Questa prova comporta il prelievo e la rimozione dei campioni dal testicolo con un ago. I risultati della biopsia testicolare diranno, se la produzione di sperma è normale. Se lo è, il problema è probabilmente causato da un blocco o da un altro problema con il trasporto degli spermatozoi.
  • Test anti-sperma anticorpali. Questi test vengono utilizzati per verificare la presenza delle cellule immunitarie (anticorpi) che attaccano lo sperma. Sarete particolarmente suscettibili ad avere anticorpi anti-sperma, se avete avuto un’inversione di vasectomia.
  • Test specializzato della funzionalità degli spermatozoi. Un numero di test può essere utilizzato per controllare come il vostro sperma sopravvivere dopo l’eiaculazione, se può penetrare un uovo. Se si ha un basso numero di spermatozoi, avere lo sperma sano, può essere un fattore importante nella fertilità maschile.

Terapia e cura dell’infertilità

Il medico cercherà di migliorare la vostra fertilità tramite la correzione di un problema di fondo (se è stato trovato) o tramite trattamenti che sembrano essere utili. Spesso, l’esatta causa dell’infertilità non può essere identificata. Anche se una causa precisa non è chiara, il medico può essere in grado di raccomandare alcuni trattamenti utili. In tutti i casi di infertilità, la partner femminile dovrà essere controllata e potrebbe richiedere un trattamento. In alcuni casi, il trattamento per il partner femminile può contribuire a compensare i problemi della fertilità maschile.

I trattamenti per l’infertilità maschile sono:

  • Chirurgia. Ad esempio, un varicocele può spesso essere corretto chirurgicamente.
  • Trattamento delle infezioni. Il trattamento antibiotico può curare un’infezione del tratto riproduttivo, ma non ripristina sempre la fertilità.
  • Trattamenti per i problemi dei rapporti sessuali. Farmaci o la consulenza possono contribuire a migliorare la fertilità nelle condizioni come la disfunzione erettile o l’eiaculazione precoce.
  • Trattamenti ormonali e farmaci. Il medico può raccomandare la terapia ormonale sostitutiva o alcuni farmaci nei casi in cui l’infertilità è causata da alti o bassi livelli di alcuni ormoni o problemi con il modo in cui il corpo li utilizza.
  • Trattamenti di tecnologia di riproduzione assistita (ART). Comporta l’ottenere spermatozoi attraverso l’eiaculazione normale o attraverso l’estrazione chirurgica dai singoli donatori, a seconda del vostro caso e dei desideri specifici. Lo sperma viene quindi inserito nel tratto genitale femminile, utilizzato per eseguire la fecondazione in vitro o l’iniezione intracitoplasmatica di sperma.

Quando il trattamento non funziona

A volte i problemi di fertilità maschile non possono essere trattati, ed è impossibile per un uomo diventare il padre di un bambino. Il medico può suggerire che voi e il vostro partner consideriate sia l’utilizzo dello sperma di un donatore o adottare un bambino.

Rimedi alternativi

Ci sono alcuni rimedi alternativi che si possono seguire per aumentare le vostre probabilità di ottenere una gravidanza:

  • Aumentare la frequenza dei rapporti sessuali. Avere rapporti sessuali ogni giorno in tutto il periodo dell’ovulazione aumenta le probabilità di rimanere incinta. Tuttavia, eiaculare più spesso può ridurre il numero di spermatozoi.
  • Fare sesso quando la fecondazione è possibile. Una donna può rimanere incinta durante l’ovulazione, che si verifica a metà del ciclo mestruale. Gli esperti raccomandano di avere rapporti ogni due giorni vicino al momento dell’ovulazione. Questo farà sì che gli spermatozoi, che possono vivere diversi giorni, sono presenti quando il concepimento è possibile.
  • Evitare l’uso di lubrificanti. Alcuni prodotti come Astroglide o gelatina KY, lozioni e saliva hanno dimostrato di ridurre il movimento degli spermatozoi. Chiedete al vostro medico dei lubrificanti non dannosi per lo sperma.

Ci sono limitate prove circa l’effetto dell’uso di erbe o integratori che possono contribuire ad aumentare la fertilità maschile. Alcuni integratori possono essere d’aiuto solo in alcuni casi.

I supplementi che potrebbero migliorare il numero degli spermatozoi o la qualità dello sperma includono:

  • Vitamina C
  • Zinco
  • Selenio
  • Vitamina E
  • La vitamina B-12
  • L’acido folico
  • L-carnitina
  • Vitamina C
  • Il beta carotene

Parlate con il vostro medico prima di assumere gli integratori alimentari per esaminare i rischi e i benefici di questa terapia, siccome alcuni integratori assunti in alte dosi (megadosi) o per lunghi periodi di tempo, possono essere dannosi.

Prevenzione dell’infertilità

Molti tipi di infertilità maschile non sono evitabili. Tuttavia, è possibile evitare alcune cause note:

  • Non fumare.
  • Limitare o astenersi da alcol.
  • Evitare le droghe illegali.
  • Mantenere il peso sotto controllo.
  • Non avere una vasectomia.
  • Evitare il calore.
  • Ridurre lo stress.
  • Evitare l’esposizione ai pesticidi, metalli pesanti e altre tossine.

Anche se il rischio non è determinante, se siete un ciclista appassionato, considerate l’utilizzo di una sella in gel e una bicicletta professionale. Essa può anche aiutare a evitare di indossare abiti molto aderenti per lunghi periodi di tempo.

Bibliografia

  1. European Association of Urology Guidelines on Male Infertility: The 2012 Update. Arnhem, Netherlands: European Association of Urology. http://www.uroweb.org/guidelines/online-guidelines. Controllato il 07/01/2014.
  2. Swerdloff RF, et al. Causes of male infertility. http://www.uptodate.com/home/index. Controllato il 07/01/2014
  3. Patel ZP, et al. Male factor assessment in infertility. Medical Clinics of North America. 2011;95:223.
  4. McPhee SJ, et al. Current Medical Diagnosis & Treatment 2012. 51st ed. New York, N.Y.: The McGraw-Hill Companies; 2012. http://www.accessmedicine.com/resourceTOC.aspx?resourceID=1. Controllato il 07/01/2014
  5. The optimal evaluation of the infertile male: AUA best practice statement. Linthicum, Md.: American Urological Association Education and Research, Inc. http://www.guideline.gov/content.aspx?id=23921&search=male+infertility. Controllato il 07/01/2014
  6. Loughlin KR. Changes in male fertility in the last two decades. Urology Clinics of North America. 2012;39:33.
  7. Asplund C, et al. Genitourinary problems in bicyclists. Current Sports Medicine Reports. 2007;6:333.
  8. Frey KA. Male reproductive health and infertility. Primary Care Clinics Office Practice. 2010;37:643.
  9. Swerdloff RF, et al. Evaluation of male infertility. http://www.uptodate.com/home/index.Controllato il 07/01/2014.
  10. Showell MG, et al. Antioxidants for male subfertility. Cochrane Database of Systematic Reviews. http://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1002/14651858.CD007411.pub2/abstract.Controllato il 07/01/2014
  11. Patel SR, et al. Antioxidant therapy in male infertility. Urology Clinics of North America. 2008;35:319.
  12. De Celis R, et al. Semen quality of workers occupationally exposed to hydrocarbons. Fertility and Sterility. 2000;73:221.
  13. El-Helaly M, et al. Workplace exposures and male infertility – A case control study. International Journal of Occupational Medicine and Environmental Health 2010;23:331.
  14. Murphy LE, et al. Folate and vitamin B12 in idiopathic male infertility. Asian Journal of Andrology. 2011;13:856.
  15. Swan SH. Semen quality in fertile US men in relation to geographical area and pesticide exposure exposed to hydrocarbons. International Journal of Andrology. 2006;26:62.
  16. Lenzi A, et al. Use of carnitine therapy in selected cases of male factor infertility: A double-blind crossover trial. Fertility and Sterility. 2003;79:292.
  17. Ross C, et al. A systematic review of the effect of oral antioxidants on male infertility. Reproductive BioMedicine Online. 2010;20:711.
  18. Menezeo Y, et al. Antioxidants to reduce sperm DNA fragmentation: An unexpected adverse effect. Reproductive BioMedicine Online. 2007;14:418.