Ipocondria

Ipocondria

Quando dispone dell’ipocondria, il paziente diventa ossessionato dell’idea di avere una malattia grave o pericolosa per la vita che non è stata ancora diagnosticata. Questo provoca ansia significativa che dura mesi o più, anche se non ci sono prove mediche chiare che la persona ha un grave problema di salute.

Essere un po’ in ansia per la vostra salute è normale, ma avere l’ipocondria può causare problemi con il lavoro, con le relazioni o con altre aree della vita. La grave ipocondria può essere completamente invalidante.

Il trattamento come la consulenza psicologica, l’uso dei farmaci o semplicemente approfondire la conoscenza sull’ipocondria, può contribuire ad alleviare le preoccupazioni.

Sintomi dell’ipocondria

I sintomi dell’ipocondria includono:

  • Avere una paura intensa o ansia di avere una grave malattia o una grave condizione di salute
  • Preoccuparsi che i sintomi minori o le sensazioni corporee inusuali, possano essere sintomi di qualche grave malattia
  • Avere soventi visite mediche o sottoporsi ad esami medici ripetutamente, come la risonanza magnetica (MRI), ecocardiogrammi o la chirurgia esplorativa
  • Non credere al parere del medico sul vostro stato di salute e cercare altri pareri medici
  •  Parlare continuamente dei propri sintomi o malattie sospette con la famiglia e gli amici
  • Ossessivamente fare ricerche mediche
  • Controllare frequentemente il proprio corpo per individuare problemi, come grumi o piaghe
  • Controllare frequentemente i segni vitali, come il polso o la pressione sanguigna
  • Influenzare il pensiero sulla propria salute dopo aver letto o acquisito conoscenze su malattie varie

Preoccupazioni normali e ipocondria

Non tutti coloro che si preoccupano dei problemi di salute hanno l’pocondria. Avere sintomi causati da qualcosa che voi e il vostro medico non siete in grado di identificare chiaramente, può causare ansia. In alcuni casi, una seconda opinione o ulteriori prove possono risolvere il problema.

Tuttavia, se si iniziano a cercare i disturbi che sembrano corrispondere ai sintomi, è probabile che si trovi qualche condizione che combacia con tali sintomi. I disturbi minori spesso condividono i sintomi di alcuni disturbi molto gravi. Avere un facile accesso alle informazioni, tramite l’uso di internet, incrementa le paure e le ansie di questo tipo.

Informarsi circa la propria salute è un fattore importante per stare bene. Tuttavia, è molto facile diventare ipocondriaci se iniziate a pensare e a preoccuparvi troppo che qualcosa è seriamente sbagliato nella vostra salute, anche se avete avuto le opportune prove e rassicurazioni dal medico.

Quando è consigliato vedere un medico

Se si dispone dei sintomi dell’ipocondria, prendete in considerazione di consultare uno psichiatra, psicologo. Un famigliare, amico o il vostro medico può spingervi ad avere una consulenza da un esperto per questa patologia

Può non avere alcun senso visitare uno specialista di salute mentale quando si è certi di avere una malattia medica. Ma  prendete in considerazione la possibilità che le vostre preoccupazioni sono basate sulle vostre emozioni, piuttosto che su fatti concreti. Ascoltare le opinioni dei vostri familiari e amici, nonchè di medici specializzati in salute mentale, può aiutarvi a calmare le vostre paure e ansie.

Anche se non si dispone di tutti i sintomi dell’ipocondria, non è una cattiva idea quella di parlare con un medico di salute mentale circa le vostre preoccupazioni per la salute.

Cause dell’ipocondria

Non è chiaro perché alcune persone vengono sopraffatte dalla percezione di avere qualche malattia nonchè da paure e ansie legate alla propria salute. Si ritiene che la personalità, le esperienze di vita, l’educazione e i tratti ereditari possono giocare un ruolo importante per questa condizione.

Ci sono analogie tra i disturbi dell’ipocondria e l’ansia come il disturbo di panico e il disturbo ossessivo-compulsivo.

Fattori di rischio

I fattori che possono aumentare il rischio di sviluppare l’ipocondria includono:

  • Avere una grave malattia durante l’infanzia
  • Conoscere i familiari o altre persone con una grave malattia
  • La morte di una persona cara
  • Avere un disturbo d’ansia
  • Credere che essere buona salute significhi che siete liberi da tutti i sintomi fisici o da insolite sensazioni corporee
  • Avere famigliari stretti ipocondriaci
  • Sentirsi particolarmente vulnerabili alle malattia

L’ipocondria si presenta in modo uguale sia negli uomini che nele donne. Può svilupparsi a qualsiasi età, anche nei bambini, ma il più delle volte inizia nella prima età adulta.

Complicazioni dell’ipocondria

Le complicazioni dell’ipocondria possono includere:

  • Rischi per la salute connessi con le procedure mediche non necessarie
  • Depressione
  • Disturbi d’ansia
  • La rabbia e la frustrazione eccessiva
  • Abuso di sostanze

L’ipocondria può essere travolgente e invalidante. Si può diventare così ossessionati da trovare una causa per i sintomi fisici che influisce sulla vostra vita quotidiana. La vostra salute può occupare il vostro pensiero e le vostre conversazioni, il che può causare frustrazioni con la famiglia e gli amici. I problemi più comuni legati alla ipocondria includono:

  • Problemi a lavoro o a scuola
  • Difficoltà relazionali
  • Problemi finanziari legati ai costi medici

Diagnosi dell’ipocondria

Se il vostro medico crede che siate ipocondriaci o avete un’altra condizione psicologica, probabilmente vi farà una serie di domande o vi farà compilare un questionario psicologico. Se il vostro medico o il fornitore di salute mentale è preoccupato che i sintomi potrebbero essere un segno di una malattia fisica, ordinerà degli esami medici.

Gli esami e i test possono includere:

Esame fisico. Questo comporta generalmente la misura dell’altezza e del peso, controllo dei segni vitali, come la frequenza cardiaca, la pressione sanguigna, la temperatura, ascoltare il cuore e polmoni e l’esame dell’addome.
Valutazione psicologica. Il medico discuterà con voi circa i vostri pensieri, sentimenti e comportamenti. Analizzerà i vostri sintomi, per capire quando sono iniziati, quanto sono gravi, come influenzano la vostra vita quotidiana e se avete avuto episodi simili in passato.
I test di laboratorio. Questi possono includere un esame emocromocitometrico completo (CBC), lo screening per l’alcool e droghe e il controllo della funzione tiroidea.

I criteri diagnostici per l’ipocondria

Per essere diagnosticati con l’ipocondria, è necessario soddisfare i criteri enunciati nel Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali (DSM). Questo manuale è pubblicato dalla American Psychiatric Association ed è utilizzato dai medici per diagnosticare le condizioni mentali dei pazienti.

I criteri necessari per una diagnosi di ipocondria includono:

  • Essere preoccupati, di avere una grave malattia sulla base dei sintomi corporei, per almeno sei mesi
  • Essere in ansia per le vostre preoccupazioni
  • Difficoltà nella vostra vita sociale, sul lavoro o in altre attività quotidiane

Terapia e cura dell’ipocondria

Il trattamento per l’ipocondria può includere la consulenza psicologica, istruzione e farmaci.

Consulenza psicologica. La psicoterapia è il trattamento primario per l’ipocondria. Una forma di psicoterapia chiamata terapia cognitivo-comportamentale (CBT) può essere il trattamento più efficace. La terapia cognitivo-comportamentale aiuta a riconoscere e a fermare il comportamento associato con l’ansia, monitorando costantemente i vostri problemi. A volte la consulenza può comprendere la terapia di esposizione, in cui si confrontano direttamente le vostre paure in un ambiente sicuro e vi verranno insegnate le abilità per far fronte a queste situazioni sgradevoli.
Ottenere maggiori informazioni circa l’ipocondria. Conosciuta come psicoeducazione, questo tipo di consulenza può aiutarvi a comprendere meglio cosa sia l’ipocondria, perché ne siete affetti e come affrontare le paure.
Farmaci. Alcuni farmaci antidepressivi possono essere utili nel trattamento dell’ipocondria. Gli esempi includono gli inibitori della ricaptazione della serotonina (SSRI) come la fluoxetina (Prozac), fluvoxamina (Luvox) e paroxetina (Paxil), gli antidepressivi triciclici come clomipramina (Anafranil) e imipramina (Tofranil). Il medico può prescrivervi altri farmaci, in particolare se si ha anche un’altra condizione psicologica o fisica.

Rimedi alternativi

Nella maggior parte dei casi, l’ipocondria non megliorerà se si tenta di curarla da soli. Alcune azioni che si possono fare per migliorare la vostra condizione sono:

Rispettare il piano di trattamento. Seguite tutte le sessioni di terapia anche se vi sentite bene, resistete ad ogni tentazione di interrompere l’assunzione dei vostri farmaci. Se vi fermate, i vostri sintomi possono ripresentarsi. Si potrebbe anche sperimentare un’astinenza simile a quella dovuta dall’interruzione improvvisa di un farmaco.
Scoprire più informazioni sulla propria condizione. Conoscere quanto più possibile circa l’ipocondria, può contribuire ad alleviare le vostre preoccupazioni.
Prestare attenzione ai segnali di pericolo. Lavorate con il vostromedico o il terapista per riconoscere quello che potrebbe scatenare le vostre ansie. Pensate ad un piano in modo che sappiate cosa fare se i sintomi ritornano. Rivolgetevi al proprio medico o al terapeuta se si notano variazioni della sintomatologia e della vostra salute.
Svolgere attività fisica. L’attività fisica e l’esercizio fisico può aiutare a gestire molti sintomi, come la depressione, lo stress e l’ansia. Considerate di fare passeggiate, jogging, nuoto, giardinaggio ecc.
Evitare droga e alcol. Alcol e droghe possono peggiorare i sintomi o aumentare l’ansia e la depressione. Essi possono anche interagire con i farmaci che state prendendo.
Creare un buon rapporto con i medici. Essere aperti e onesti con i vostri medici circa le vostre preoccupazioni può favorire un buon piano terapeutico. Non trascurate le visite di controllo soprattutto se non vi sentite bene.

Prevenzione dell’ipocondria

Non c’è un modo sicuro per prevenire l’ipocondria. Chiedete aiuto il più presto possibile se le preoccupazioni sulla vostra salute stanno peggiorando, vi stanno rendendo infelici o vi stanno causando problemi. Affrontare l’ipocondria precocemente può ridurre l’impatto sulla vostra vita.

Bibliografia

  1. Hypochondriasis. In: Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders DSM-IV-TR. 4th ed. Arlington, Va.: American Psychiatric Association; 2000. http://www.psychiatryonline.com. Controllato il 21 Agosto 2013.
  2. Greenberg DB, et al. Somatization. In: Stern TA, et al. Massachusetts General Hospital Comprehensive Clinical Psychiatry. Philadelphia, Pa.: Mosby Elsevier; 2008. http://www.mdconsult.com/das/book/body/217852368-5/0/1657/229.html?tocnode=57542807&fromURL=229.html#4-u1.0-B978-0-323-04743-2..50026-3_582.Controllato il 21 Agosto 2013.
  3. Asmundson GJ. Health anxiety: Current perspectives and future directions. Current Psychiatry Reports. 2010;12:306.
  4. Ferri FF. Hypochondriasis. In: Ferri FF. Ferri’s Clinical Advisor 2011: Instant Diagnosis and Treatment. Philadelphia, Pa.: Mosby Elsevier; 2011. http://www.mdconsult.com/books/page.do?eid=4-u1.0-B978-0-323-05610-6..00017-2–sc29050&isbn=978-0-323-05610-6&type=bookPage&sectionEid=4-u1.0-B978-0-323-05610-6..00017-2–sc29050&uniqId=217852368-6#4-u1.0-B978-0-323-05610-6..00017-2–sc29050. Controllato il 21 Agosto 2013.
  5. Greenberg DB. Primary care management of medically unexplained symptoms. http://www.uptodate.com/home/index.html. Controllato il 21 Agosto 2013.
  6. Smith RC. Primary care management of medically unexplained symptoms. http://www.uptodate.com/home/index.html. Controllato il 21 Agosto 2013.