Orticaria

Orticaria

L’orticaria, nota anche come orticaria cronica, comprende lividi pruriginosi rialzati, di colore rosso o bianco (ponfi) di varie dimensioni che appaiono e scompaiono sulla vostra pelle. La maggior parte dei casi di orticaria guariscono nel giro di poche settimane, ma per alcune persone questo è un problema più a lungo termine.

Nella maggior parte dei casi di orticaria, la causa non è mai chiaramente identificata. In alcuni casi, può essere correlata ad un disordine autoimmune sottostante, come la malattia della tiroide o lupus. Per molte persone, i farmaci antistaminici forniscono il migliore sollievo.

Sintomi dell’orticaria

Sintomi dell’orticaria:

  • Piccole bolle rotonde o grandi macchie che possono cambiare forma
  • Prurito e zone cutanee caratterizzate da rossore
  • Le bolle o le macchia si verificano in gruppi e appaiono spesso sul viso o nelle estremità del corpo

Questi gruppi di bolle, possono durare dai 30 minuti alle 36 ore. Quando alcuni gruppi scompaiono, altri possono svilupparsi.

Circa il 40% delle persone con l’orticaria cronica hanno anche l’angioedema. I sintomi dell’angioedema comportano grandi lividi o il gonfiore della pelle che può verificarsi intorno agli occhi e alle labbra, sulle mani, piedi, genitali, e dentro la gola. Il gonfiore alla gola può ostacolare la respirazione e richiedere un trattamento di emergenza. L’angioedema può causare prurito, ma anche dolore o bruciore.

I sintomi non possono verificarsi durante tutto il tempo. Essi possono andare e venire senza un innesco apparente. Per alcune persone, alcune condizioni come il calore, lo sforzo o lo stress, possono peggiorare i sintomi.

Quando è consigliato vedere un medico

Sebbene l’orticaria cronica e l’angioedema solito non sono pericolose per la vita, possono essere debilitanti e in alcuni casi, sono un segno di un problema di salute di base.

Consultate il medico se disponete di:

  • Orticaria grave
  • Orticaria che non risponde al trattamento
  • Alveari che continuano a comparire per diversi giorni

Cercate le cure d’emergenza se:

  • Avvertite capogiri
  • Avere difficoltà a respirare
  • Sentite che la vostra gola è gonfia

Cause dell’orticaria

L’orticaria è un’infiammazione della pelle che si attiva quando alcune cellule (mastociti) rilasciano l’istamina e altre sostanze chimiche nel flusso sanguigno, provocando la perdita di liquido da parte dei piccoli vasi sanguigni. L’esatta causa dell’orticaria non è conosciuta e i fattori scatenanti questa condizione possonoeessere difficili da individuare. L’orticaria, pare essere causata da un disordine del sistema immunitario (autoimmune), il quale potrebbe essere collegato ad un altro problema di salute, come le malattie della tiroide o il lupus.

Raramente, una reazione ai farmaci, agli alimenti, agli additivi alimentari, agli insetti, ai parassiti o alle infezioni, sono cause dell’orticaria. Ma nella maggior parte dei casi, la causa di questa condizione non è mai identificata, anche dopo i test e il monitoraggio dei sintomi. Il caldo, il freddo, la pressione, la luce del sole o altri stimoli ambientali possono peggiorare l’orticaria. Alcuni farmaci per il dolore, come l’aspirina, l’ibuprofene (Advil, Motrin, altri) e il naprossene sodico (Aleve, Anaprox, altri), inoltre possono peggiorare l’orticaria cronica.

Complicazioni dell’orticaria

Le complicazioni dell’orticaria e dell’angioedema possono includere:

Prurito. L’orticaria e l’angioedema possono causare prurito e disagi.
Difficoltà di respirazione. Nei casi più gravi, quando il gonfiore si verifica all’interno della bocca o nella gola, le complicazioni possono includere le difficoltà respiratorie, portando alla perdita di coscienza. Se si dispone di una gola gonfia, rivolgetevi immediatamente alle cure mediche.
Shock anafilattico (anafilassi). Si tratta di una grave reazione allergica che coinvolge il cuore o i polmoni, la quale può anche essere associata con l’orticaria e l’angioedema. Se i vostri bronchi si restringono, sarà difficile respirare, e le cadute di pressione del sangue, causeranno le vertigini e, forse, la perdita dei sensi fino a causare in alcuni casi anche la morte. Lo shock anafilattico, avviene rapidamente e richiede le cure mediche immediate.

Diagnosi dell’orticaria

Esame fisico e storia clinica

Il medico vi porrà una serie di domande sulla vostra salute e praticherà un esame fisico. Il medico può anche chiedere di tenere un diario sul quale annotare:

  • Le vostre attività
  • Eventuali farmaci o integratori a base di erbe che state prendendo
  • Che cosa mangiate e bevete
  • Dove l’orticaria appare e per quanto tempo

Test

Anche se non è sempre possibile determinare la causa dell’orticaria, il medico vuole conoscere il più possibile riguardo a cosa stia causando i vostri sintomi. A seconda dei sintomi e della storia medica, il medico può ordinare uno o più test, tra cui:

Gli esami del sangue. Il medico può richiedere esami del sangue per verificare i livelli e la funzione delle cellule del sangue specifiche e delle proteine​​.
Test di allergia. Il medico può utilizzare test cutanei o esami del sangue, per vedere se la vostra orticaria può essere causata da una reazione allergica
Test per escludere patologie di base. Potreste avere bisogno di ulteriori test per essere sicuri che la vostra condizione non sia causata da una condizione di salute di base, come l’epatite, lupus o malattie della tiroide.

Terapia e cura dell’orticaria

Trovare un efficace trattamento per l’orticaria può essere impegnativo. Nei casi in cui un fattore scatenante viene identificato (come una reazione ad un certo alimento, farmaco o stimolo fisico), il trattamento sarà basato sull’evitare tale fattore. Se la vostra orticaria è causata da una condizione di salute di base, dovrete trattare tale condizione.

I sintomi possono essere trattati in modo efficace nella maggior parte delle persone con farmaci da banco o da prescrizione. Lavorate con il vostro medico per trovare il farmaco o la combinazione di farmaci, che possono funziona meglio per voi. Se il primo farmaco che assumete non allevia i sintomi, rivolgetevi al medico per provare altre prescrizioni.

Antistaminici orali

Questi farmaci bloccano il rilascio di istamina, controllano i sintomi per la maggior parte delle persone con orticaria ma, non trattano la causa del rash. Gli antistaminici sono divisi in due categorie: farmaci di prima generazione e i nuovi farmaci, di seconda generazione. Ogni categoria comprende medicine senza ricetta medica e farmaci con prescrizione. Una combinazione di antistaminici può funzionare meglio per curare la vostra condizione.

Antistaminici di seconda generazione. Il medico può iniziare a somministrarvi antistaminici di seconda generazione, con basso contenuto sedativo poiché, sono generalmente più efficace e sono meglio tollerabili, rispetto agli antistaminici di prima generazione. Gli esempi includono:

  • Loratadina (Claritin, Alavert)
  • Fexofenadina (Allegra)
  • Cetirizina (Zyrtec)
  • Levocetirizina (Xyzal)
  • Desloratadina (Clarinex)

Antistaminici di prima generazione. Se un antistaminico non sedativo non funziona, il medico può consigliare di prendere un antistaminico di prima generazione. Questi antistaminici possono causare sonnolenza e compromettere la capacità di guidare o svolgere altre attività che richiedono la coordinazione fisica. Per questo motivo, il medico può consigliarvi di prendere questo tipo di antistaminico prima di andare a dormire e utilizzare un farmaco di seconda generazione durante il giorno. Questa classe di antistaminici comprende:

  • Idrossizina (Vistaril)
  • Difenidramina (Benadryl)
  • Clorfeniramina (cloro-Trimeton)

Verificate con il proprio medico gli effetti di questi farmaci, se siete in gravidanza o in allattamento, se avete una condizione medica cronica o se sta assumendo altri farmaci.

Altri farmaci

Se gli antistaminici non alleviano i sintomi, altri trattamenti possibili sono:

H-2 antagonisti. Questi farmaci, come la cimetidina (Tagamet), ranitidina (Zantac), nizatidina (Axid) e famotidina (Pepcid AC), possono essere usati insieme con gli antistaminici. Alcuni comuni effetti indesiderati di questa classe di farmaci, variano dai problemi gastrointestinali al mal di testa.
Corticosteroidi orali. I corticosteroidi per via orale, come il prednisone, possono contribuire a ridurre il gonfiore, l’arrossamento e il prurito ma, di solito sono utilizzati solo a breve termine per l’orticaria grave o l’angioedema, poiché possono causare gravi effetti collaterali. I corticosteroidi topici di solito non sono efficaci per l’orticaria cronica. I corticosteroidi possono indebolire il sistema immunitario, rendendolo più sensibile alle infezioni o peggiorano un’infezione già esistente.
Antidepressivi triciclici. Il doxepin è un antidepressivo triciclico (Zonalon), ha proprietà antistaminiche e può contribuire ad alleviare il prurito. Il Doxepin può provocare vertigini o sonnolenza.

Altri farmaci sono ancora sotto studio, per determinare se essi possano essere utili per trattare l’orticaria cronica. Questi includono:

Modificatori dei leucotrieni. Montelukast (Singulair) e zafirlukast (Accolate), sono farmaci per curare l’asma. Possono essere utili se usati insieme con gli antistaminici. Gli effetti collaterali di questi farmaci possono includere i cambiamenti di comportamento e di umore.
Ciclosporina. Questo farmaco può aiutare ad alleviare i sintomi, ma può anche causare gravi effetti collaterali e deve essere monitorato attentamente. La FDA, avverte che se prendete la ciclosporina (Gengraf, Neoral, altri), saresta a maggior rischio di sviluppare le infezioni opportunistiche, come ad esempio l’attivazione di una precedente infezione.
Omalizumab (Xolair). Questo farmaco è normalmente somministrato per iniezione, per il trattamento dell’asma allergico. Può aiutare le persone che hanno un’orticaria cronica causata da una risposta autoimmune e che non sono stati curati dagli antistaminici.

Prevenzione dell’orticaria

Le seguenti precauzioni possono aiutare a prevenire l’orticaria e l’angioedema:

Evitare i fattori scatenanti. Questi possono includere alcuni alimenti o gli additivi alimentari, alcool, farmaci oppure situazioni come le temperature estreme, indumenti stretti o lo stress emotivo.
Tenere un diario. Annotate tutte le vostre attività, quando e dove si verifica l’orticaria e ciò che si mangia e beve. Questo può aiutarvi ad identificare la causa della vostra orticaria.
Evitare farmaci che possono innescare l’orticaria. Questi includono l’aspirina, ibuprofene (Advil, Motrin, altri), naprossene sodico (Aleve, Anaprox, altri), codeina o qualsiasi altro farmaco che avete notato come possibile fattore scatenante l’orticaria.