Occlusione intestinale

Occlusione intestinale

L’occlusione intestinale (o ostruzione intestinale) è un blocco che non permette al cibo o ai liquidi di passare attraverso l’intestino tenue o crasso (colon). Questo, può essere causato dalle bande fibrose del tessuto dell’addome (aderenze), che si formano dopo l’intervento chirurgico, con infiammazioni del vostro intestino (diverticolite), con ernie e tumori.

Senza trattamento, le parti bloccate dell’intestino possono morire, causando seri problemi. Tuttavia, con una tempestiva assistenza medica, l’ostruzione intestinale può essere trattata con successo.

Sintomi dell’occlusione intestinale

I sintomi dell’occlusione intestinale comprendono:

  • Dolori addominali, crampi
  • Nausea
  • Vomito
  • Diarrea
  • Stipsi
  • Incapacità di avere un movimento intestinale o movimenti di gas
  • Gonfiore dell’addome (distensione)

Quando è consigliato vedere un medico

A causa delle gravi complicazioni che possono svilupparsi a seguito dell’occlusione intestinale, cercate assistenza medica immediata, se avete forti dolori addominali o altri sintomi indicanti questa patologia.

Cause dell’occlusione intestinale

L’occlusione meccanica dell’intestino tenue
Le cause comuni dell’occlusione meccanica, in cui qualcosa blocca fisicamente l’intestino tenue, includono:

  • Aderenze intestinali, sono bande di tessuto fibroso presenti nella cavità addominale che si possono formare dopo l’intervento chirurgico addominale o pelvico
  • Ernie, sono porzioni di intestino che sporgono in un’altra parte del corpo
  • Tumori del piccolo intestino
  • Malattie infiammatorie croniche intestinali, come il morbo di Crohn
  • Torsione dell’intestino (volvolo)
  • Telescopica dell’intestino (intussuscezione)

Occlusione meccanica del colon

L’ostruzione meccanica è molto meno comune nel colon. Le possibili cause sono:

  • Il cancro del colon
  • La diverticolite (una condizione in cui le piccole e rigonfie sacche presenti nel tratto digestivo, si infiammano o si infettano
  • Torsione del colon (volvolo)
  • Feci solide
  • Restringimento del colon a causa di un’infiammazione e cicatrici (stenosi)

Ileo paralitico

L’ileo paralitico può causare segni e sintomi dell’occlusione intestinale, ma non comporta un blocco fisico. Con l’ileo paralitico, i problemi muscolari o nervosi disturbano le normali contrazioni muscolari coordinate degli intestini, rallentano o fermano il movimento del cibo e dei liquidi attraverso il sistema digestivo.

L’ileo paralitico può colpire qualsiasi parte dell’intestino. Le cause possono essere:

  • Chirurgia addominale
  • Chirurgia pelvica
  • Infezione
  • Alcuni farmaci, tra cui antidepressivi e farmaci per il dolore che colpiscono i muscoli e i nervi
  • Disturbi muscolari e nervosi, come il morbo di Parkinson

Fattori di rischio

Le malattie e le condizioni che possono aumentare il rischio dell’occlusione intestinale comprendono:

  • Chirurgia addominale o pelvica la quale spesso causa aderenze (una ostruzione intestinale comune)
  • La malattia di Crohn la quale può causare l’addensamento delle pareti dell’intestino, restringendo il passaggio
  • Cancro dell’addome, soprattutto se avete avuto un intervento chirurgico per rimuovere un tumore addominale o una radioterapia

Complicazioni dell’occlusione intestinale

Se non trattata, l’ostruzione intestinale può causare gravi complicazioni pericolose per la vita, tra cui:

Morte dei tessuti. L’occlusione intestinale può interrompere l’afflusso di sangue ad una parte del vostro intestino. La mancanza di sangue provoca la morte della parete intestinale. La morte tissutale può provocare una lacrima (perforazione) nella parete intestinale, che può portare alle infezioni.
Infezione. La peritonite è il termine medico per indicare un’infezione nella cavità addominale. E ‘una condizione pericolosa per la vita, che richiede cure mediche e spesso l’intervento chirurgico immediato.

Diagnosi dell’occlusione intestinale

I test e le procedure utilizzate per diagnostica l’ostruzione intestinale comprendono:

Esame fisico. Il medico chiederà notizie sulla vostra anamnesi e sui sintomi. L’esame fisico sarà fatto per valutare la vostra situazione. Il medico può sospettare l’occlusione intestinale se il vostro addome è gonfio o se c’è un grumo nell’addome. Potrà ascoltare i rumori intestinali con uno stetoscopio.
Esami di imaging. Per confermare la diagnosi dell’ostruzione intestinale, il medico può raccomandare i raggi X o la TAC al vostro addome. Questi test aiutano il medico a determinare se l’ostruzione è un caso di ileo paralitico o un’occlusione meccanica, e se essa è parziale o completa.

Terapia e cura dell’occlusione intestinale

Il trattamento per l’occlusione intestinale dipende dalla causa della sua condizione, ma in genere richiede l’ospedalizzazione.

L’ospedalizzazione per stabilizzare la vostra condizione

Quando si arriva in ospedale, i medici lavoreranno primo luogo per stabilizzarvi in modo che sia possibile sottoporvi al trattamento. Questo processo può includere:

  • Somministrazione di liquidi per via endovenosa
  • Mettere un sondino nasogastrico (NG) attraverso il naso e lo stomaco, per aspirare l’aria e il liquido alleviando così il gonfiore addominale
  • Posizionamento di un tubo sottile e flessibile (catetere) nella vescica per drenare l’urina e poi raccoglierla i test di laboratorio

Trattamento per la parziale occlusione meccanica

Se si dispone di un’ostruzione meccanica, alcuni cibi e liquidi possono passare attraverso l’intestino (ostruzione parziale), quindi potrebbe non essere necessario un ulteriore trattamento dopo che siete stati stabilizzati. Il medico può raccomandarvi una speciale dieta povera di fibre, le quali sono più semplici da smaltire se il vostro intestino è parzialmente bloccato. Se l’ostruzione non si risolve da sola, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico.

Il trattamento per la completa occlusione meccanica

Se il cibo e i liquidi non sono in grado di passare attraverso il vostro intestino, è solitamente necessario un intervento chirurgico per alleviare questo blocco. La procedura dipenderà da che cosa sta causando l’ostruzione e quale parte dell’intestino è interessata. La chirurgia di solito comporta la rimozione dell’ occlusione, così come qualsiasi sezione dell’intestino che è morta o è danneggiata.

In alternativa, il medico può consigliare un trattamento con uno stent metallico autoespandibile. Il tubo di rete metallica viene inserito nel colon attraverso un endoscopio che viene fatto passare attraverso la bocca o il colon. Questo strumento dilata i punti in cui è presente l’ostruzione, facendo sì che il materiale presente all interno dell’intestino possa defluire. Gli stent sono generalmente utilizzati per il trattamento delle persone con il cancro del colon o per fornire un sollievo temporaneo alle persone che sono ad alto rischio per un intervento chirurgico. Si potrebbe avere ancora bisogno di un altro intervento chirurgico, una volta che la condizione sia stabile.

Trattamento per l’ileo paralitico

Se il medico decide che i sintomi sono causati dall’ileo paralitico, monitorerà la vostra condizione per un giorno o due facendovi stare in ospedale. L’ileo paralitico è spesso una condizione temporanea che migliora da sola.

Se ileo paralitico non migliora entro alcuni giorni, il medico può prescrivervi alcuni farmaci che provocano le contrazioni muscolari, in modo che esse aiutino gli alimenti a muoversi attraverso il vostro intestino. Se l’ileo paralitico è causato da una malattia o da un farmaco, il medico tratterà la malattia di base o interromperà l’assunzione del farmaco.