Palpitazioni cardiache

Palpitazioni

Le palpitazioni cardiache, creano un battito cardiaco martellante. Esse possono essere innescate dallo stress, dall’esercizio fisico, dai farmaci o raramente, da una condizione medica di base.

Anche se le palpitazioni cardiache possono essere preoccupanti, sono di solito innocue, in quanto esse mostrano che il vostro cuore sta lavorando in modo efficace. In rari casi, le palpitazioni cardiache possono essere un sintomo di una patologia cardiaca più grave, come un battito cardiaco irregolare (aritmia), che può richiedere un trattamento.

Sintomi delle palpitazioni

I sintomi delle palpitazioni cardiache possono farvi avvertire delle senzazioni come:

  • Battiti saltati
  • Battiti cardiaci svolazzanti
  • Battiti cardiaci troppo veloci
  • Il cuore che pompa più forte del solito

Si possono sentire le palpitazioni cardiache in gola o nel collo, così come nel vostro petto. Le palpitazioni cardiache possono verificarsi se siete attivi o a riposo e se state in piedi, seduti o sdraiati.

Quando è consigliato vedere un medico

Le palpitazioni che sono poco frequenti e che durano solo pochi secondi di solito non richiedono alcuna valutazione. Se avete una storia di malattia cardiaca o avete le palpitazioni frequentemente, rivolgetevi al medico. Potrà suggerirvi i test per il monitoraggio del cuore, per vedere se le palpitazioni siano causate da un problema più serio del cuore. Consultate un medico di emergenza, se le palpitazioni cardiache sono accompagnate da:

  • Disagio o dolore al petto
  • Svenimento
  • Grave insufficienza respiratoria
  • Forti capogiri

Cause delle palpitazioni

Spesso la causa delle palpitazioni cardiache, non può essere individuata. Le cause comuni delle palpitazioni cardiache includono:

  • Risposte emotive forti, come lo stress o ansia
  • Intenso esercizio fisico
  • Caffeina
  • Nicotina
  • Febbre
  • Cambiamenti ormonali associati al ciclo mestruale, alla gravidanza o alla menopausa
  • Prendendo i farmaci per la tosse e il raffreddore che contengono la pseudoefedrina
  • Assunzione di alcuni farmaci inalatori per l’asma che contengono sostanze stimolanti

Tuttavia, occasionalmente, le palpitazioni cardiache possono essere un segno di un grave problema di fondo, come ad esempio una ghiandola tiroide iperattiva (ipertiroidismo) o di un anormale ritmo cardiaco (aritmie). Le aritmie possono includere battiti molto veloci del cuore (tachicardia), frequenza cardiaca insolitamente lenta (bradicardia) o un ritmo cardiaco irregolare (fibrillazione atriale).

Fattori di rischio

Si può essere a rischio di sviluppare le palpitazioni se:

  • Siete molto stressati
  • Avete un disturbo d’ansia o sperimentate regolarmente attacchi di panico
  • Siete in gravidanza
  • Prendete farmaci che contengono sostanze stimolanti, come ad esempio alcuni farmaci per il raffreddore o l’asma
  • Avete l’ipertiroidismo (iperattività della ghiandola tiroidea)
  • Avete altri problemi cardiaci, come un’aritmia, un difetto cardiaco o un precedente attacco di cuore

Complicazioni delle palpitazioni

A meno che le vostre palpitazioni cardiache siano un segno di una condizione cardiaca sottostante, non vi è un alto rischio di complicanze.

Se le vostre palpitazioni sono un segno di una condizione cardiaca sottostante, le possibili complicazioni includono:

Svenimento. Se il vostro cuore batte molto rapidamente, la pressione sanguigna potrebbe cadere, causando lo svenimento. Questo può essere più probabile se si avete un problema di cuore, come le malattie cardiache congenite o determinati problemi alle valvole cardiache.
Arresto cardiaco. Raramente, le palpitazioni possono essere causate dalle aritmie pericolose per la vita e possono far smettere di battere in modo efficace il vostro cuore (arresto cardiaco).
Ictus. Se le palpitazioni sono dovute alla fibrillazione atriale, una condizione in cui le camere superiori del cuore non pulsano correttamente, il sangue può formare coaguli. Se un coagulo si scatena, può viaggiare per tutto il corpo e può bloccare un’arteria cerebrale, causando un ictus.
L’insufficienza cardiaca. Questa complicanza si verifica se il vostro cuore pompa inefficacemente il sangue per un periodo prolungato a causa di un’aritmia che provoca le palpitazioni, come la fibrillazione atriale. A volte, il controllo di un’aritmia che causa l’insufficienza cardiaca, può migliorare la funzione del cuore.

Diagnosi delle palpitazioni

Se il medico ritiene che abbiate le palpitazioni cardiache, vi ascolterà il cuore con uno stetoscopio per vedere se il muscolo cardiaco lavori in modo irregolare. Il medico potrà anche cercare segni di condizioni mediche che possono causare le palpitazioni cardiache, come ad esempio un gonfiore della ghiandola tiroidea.

Altri test medici possono includere:

Elettrocardiogramma (ECG). In questo test non invasivo, un tecnico metterà delle sonde sul petto le quali registrano gli impulsi elettrici che fanno battere il cuore. Un ECG registra i segnali elettrici e può aiutare il medico a rilevare le irregolarità del ritmo del vostro cuore che potrebbero causare le palpitazioni. Si può fare un ECG mentre si è a riposo o durante l’allenamento (elettrocardiogramma da sforzo).
Monitoraggio Holter. Un monitor Holter è un dispositivo portatile che si indossa per registrare un ECG continuo, di solito per 24 o 72 ore. Il monitoraggio Holter è utilizzato per rilevare le palpitazioni cardiache che non vengono individuate nel corso di un esame ECG normale.
Registrazione degli eventi. Se non si dispone di un ritmo cardiaco irregolare, mentre si indossa un monitor Holter, il medico può raccomandarvi di ricorrere ad un registratore di eventi. Indosserete un monitor durante il giorno e premerete un pulsante su un dispositivo di registrazione che indosserete alla cintura, per registrare il battito cardiaco quando si presentano i sintomi. Potrebbe essere necessario indossare un monitor per diverse settimane.
La radiografia del torace. Una radiografia del torace può essere fatta per osservare le dimensioni e la forma del cuore, per aiutare a determinare se la struttura è anormale.
Ecocardiogramma. Questo esame non invasivo, che prevede una ecografia del vostro petto, mostra le immagini dettagliate della struttura e della funzione del vostro cuore. Gli ultrasuoni vengono trasmessi, e i loro echi sono rilevati con un dispositivo chiamato trasduttore viene posizionato al di fuori del vostro corpo. Un computer utilizza le informazioni dal trasduttore per creare immagini in movimento su un monitor video.

Terapia e cura delle palpitazioni

A meno che il medico ritenga che si disponiate di una condizione cardiaca sottostante, le palpitazioni cardiache raramente richiedono l’uso di farmaci o il ricorso alla chirurgia come trattamento. Invece, il medico può raccomandarvi modi per evitare i fattori che causano le palpitazioni.

Se le vostre palpitazioni sono causate da una condizione di base, come ad esempio un’aritmia, il trattamento sarà incentrato sulla correzione della condizione di base.

Rimedi alternativi

Il modo migliore per trattare le palpitazioni a casa è quello di evitare i fattori che possono causare i sintomi. Alcuni modi per evitarli comprendono:

Ridurre lo stress o l’ansia. È molto più probabile che abbiate le palpitazioni, se siete ansiosi o avete periodi di stress. Si può cercare di ridurre questi sentimenti attraverso le tecniche di rilassamento, esercizi o parlando con un amico o un familiare.
Evitare gli stimolanti. Gli stimolanti, che possono far battere il vostro cuore velocemente o in modo irregolare, possono provocare le palpitazioni. Gli stimolanti possono includere la caffeina, la nicotina, alcune medicine per il raffreddore e gli integratori a base di erbe, come quelli che si trovano nelle bevande energetiche.
Evitare le droghe. Le droghe, come la cocaina, possono causare le palpitazioni cardiache.