Prurito

Prurito

Il prurito della pelle è una sensazione irritante che crea disagio e che può farvi avere il desiderio irresistibile di graffiare o grattare la vostra pelle. Il prurito della pelle può avere centinaia di possibili cause. Esso può essere il risultato di una eruzione cutanea o di un’altra condizione, come la psoriasi o la dermatite. Il prurito della pelle può essere un sintomo di una malattia interna, come la malattia del fegato o l’insufficienza renale. La pelle può apparire normale, oppure, può essere arrossata, ruvida o con vesciche.

Identificare e trattare la causa sottostante del prurito della pelle è importante per il sollievo a lungo termine. I trattamenti comprendono l’uso di farmaci, medicazioni umide e la terapia della luce. Le misure di auto-cura, compresi i prodotti anti-prurito e i bagni freddi, possono aiutare a curare questa condizione.

Sintomi del prurito

Il prurito della pelle può verificarsi in piccole aree, come ad esempio su un braccio o una gamba. A volte è presente anche su tutto il corpo. Il prurito della pelle può avvenire senza altri cambiamenti notevoli sulla superficie cutanea. Esso può essere associato con:

  • Rossore
  • Macchie o vesciche
  • Pelle secca e screpolata
  • Pelle coriacea o con struttura squamosa

A volte il prurito dura a lungo e può essere intenso. Anche lo strofinare o graffiare la pelle, crea il prurito. E più avete prurito, più vi gratterete. Rompere questo ciclo può essere impegnativo.

Quando è consigliato vedere un medico

Consultate il medico o consultate uno specialista in malattie della pelle (dermatologo) Se il prurito:

  • Dura più di due settimane e non migliora con le misure di auto-cura
  • È estremamente grave, scomodo e vi distrae dalla vostra routine quotidiana o vi impedisce di dormire
  • Non può essere facilmente spiegato
  • Colpisce tutto il tuo corpo
  • È accompagnato da altri sintomi, come la stanchezza estrema, perdita di peso, cambiamenti nelle abitudini intestinali o la frequenza urinaria, febbre o arrossamento della pelle

Cause del prurito

La pelle secca

Il prurito della pelle che non è accompagnato da altre alterazioni cutanee evidenti, come una eruzione cutanea, è più spesso causato dalla secchezza della pelle(​​xerosi). La pelle secca in genere deriva da fattori ambientali che vi possono influenzare. Questi includono il caldo o il freddo, i bassi livelli di umidità, l’uso a lungo termine di aria condizionata o riscaldamento, il troppo lavaggio o i bagni prolungati.

Altre possibili cause

Altre condizioni come i disturbi della pelle, malattie interne, le allergie e le reazioni della droga possono anche causare il prurito della pelle.

Malattie della pelle ed eruzioni cutanee. Molte malattie della pelle provocano il prurito, tra cui l’eczema (dermatite), psoriasi, scabbia, pidocchi, varicella, orticaria e dermatografismo. In questi casi, il prurito di solito colpisce le aree specifiche ed è accompagnato da altri segni, come l’arrossamento, irritazione della pelle e vesciche.
Malattie interne. Queste includono la malattia del fegato, il malassorbimento di grano (celiachia), insufficienza renale, anemia da carenza di ferro, problemi alla tiroide e tumori, tra cui leucemie e linfomi. In questi casi, il prurito di solito colpisce tutto il corpo, piuttosto che una zona specifica. La pelle può apparire normale, tranne nelle aree ripetutamente graffiate.
Disturbi nervosi. Le condizioni che influiscono sul sistema nervoso (come la sclerosi multipla, il diabete mellito, i nervi pizzicati e herpes zoster), possono causare il prurito.
Irritazioni e reazioni allergiche. La lana, i prodotti chimici, saponi e altre sostanze, possono irritare la pelle e causare il prurito. Talvolta la sostanza provoca una reazione allergica, come nel caso dell’edera velenosa o dei cosmetici. Le allergie alimentari possono anche causare reazioni cutanee e prurito.
Farmaci. Le reazioni ai farmaci, come gli antibiotici, farmaci antifungini o analgesici narcotici, possono causare eruzioni cutanee diffuse e prurito.
Gravidanza. Alcune donne avvertono il prurito della pelle durante la gravidanza, soprattutto sul ventre, cosce, seno e braccia. Inoltre, le condizioni della pelle, come la dermatite, possono peggiorare durante la gravidanza.

Complicazioni del prurito

Il prurito prolungato e i graffi possono aumentare di intensità, eventualmente abbinati alla neurodermite (lichen simplex cronico). La neurodermite è una condizione in cui una zona della pelle che è spesso graffiata, diventa spessa e coriacea. Le zone interessate possono diventare secche, rosse o più scure rispetto al resto della vostra pelle. Il continuo graffiare o grattare  la cute può anche portare ad un’infezione batterica della pelle e causare cicatrici permanenti o cambiamenti del colore cutaneo.

Diagnosi del prurito

Esame fisico e altri test

Il medico condurrà un esame fisico per vedere se una causa per il prurito può essere determinata.

Se il medico sospetta che il vostro prurito della pelle è il risultato di una condizione medica di base, potrà eseguire altri test, come ad esempio:

Esame del sangue. Un esame emocromocitometrico completo può fornire la prova di una condizione interna che causa il prurito, come la carenza di ferro.
Profilo Chimico. Questo test è utilizzato per determinare se si dispone di una malattia al fegato o di una malattia renale, che potrebbe causare il prurito della pelle.
Test di funzionalità tiroidea. Le anomalie della tiroide, come l’ipertiroidismo, possono causare il prurito.
Radiografia del torace. I segni di una malattia di base che sono associati con il prurito della pelle, come ad esempio l’ingrossamento dei linfonodi, possono essere visti tramite radiografia.

Patologie correlate

Attraverso l’esame e le prove di laboratorio, il medico può determinare che il vostro prurito è, un sintomo di un’altra malattia della pelle. Le possibili condizioni potrebbero essere:

Dermatite. Chiamata anche eczema, la dermatite è un’infiammazione della pelle. Ci sono diversi tipi di dermatiti, e il disturbo può avere molte cause che si verificano in molte forme. Il tipo più comune di eczema è la dermatite atopica. In generale, la dermatite si descrive con pellle gonfia, arrossata e pruriginosa.
Psoriasi. Con la psoriasi, il ciclo della vita cellulare della pelle accelera, con un conseguente e rapido accumulo di cellule morte della pelle ruvida. Queste cellule si accumulano, formando scaglie argentate, spesse, secche e pruriginose, con arrossamento e a volte sono dolorose.
Infezione tinea. Il piede d’atleta, la tigna del corpo, tigna del cuoio capelluto sono causate da una infezione fungina che si sviluppa sullo strato superiore della pelle. Queste infezioni sono spesso causa di macchie rotonde e piatte con prurito della pelle.
Orticaria. Essa presenta prurito con punti di rossore di varie dimensioni che appaiono e scompaiono sulla vostra pelle. Le reazioni allergiche ai farmaci o alimenti possono causare l’orticaria. La scrittura della pelle (dermatografismo) è una condizione che lesioni cutanee appena si tocca la pelle.
I pidocchi. I pidocchi del corpo, sono comuni cause di prurito intenso. I pidocchi sono piccoli insetti, senza ali, parassiti che si nutrono di sangue. L’infestazione, che si diffonde facilmente attraverso il contatto fisico, può causare piccole protuberanze rosse.
Scabbia. La scabbia è causata da un piccolo acaro a otto zampe chiamato, Sarcoptes scabiei. La presenza degli acari porta al prurito intenso. La scabbia è contagiosa e può diffondersi rapidamente attraverso uno stretto contatto fisico.

Terapia e cura del prurito

Una volta che una causa è stata identificata, i trattamenti per il prurito possono comprendere:

Farmaci

  • Creme corticosteroidi. Applicate localmente, queste possono controllare il prurito. Il medico può raccomandare l’applicazione della crema medicata per le zone colpite, poi coprire queste aree con materiale di cotone umido che è stato immerso, precedentemente, in acqua o in altre soluzioni. L’umidità aiuta la pelle ad assorbire la crema.
  • Antistaminici orali. Questi includono gli antistaminici orali per le allergie o per l’orticaria e le creme di corticosteroidi per il prurito dall’ infiammazione della pelle.

Curare la malattia di base

Se una malattia interna è stata trovata, che si tratti di una malattia renale, della carenza di ferro o di un problema alla tiroide, il loro trattamento,spesso, allevia il prurito. Altri metodi  possono essere raccomandati.

Terapia della luce (fototerapia)

La fototerapia comporta esporre la pelle a determinate lunghezze d’onda della luce ultravioletta. Le sessioni multiple vengono programmate fino a quando il prurito è sotto controllo.

Sollievo a breve termine

Anche se molti tipi di prurito rispondono bene al trattamento, il sollievo non può essere immediato. Tuttavia, una serie di creme e unguenti sono progettati specificatamente per alleviare il prurito. Questi includono l’uso a breve termine di:

  • Anestetici topici come lidocaina o benzocaina
  • Unguenti e lozioni come mentolo, canfora o calamina

La benzocaina è stata collegata a unacondizione rara ma grave, a volte letale, che riduce la quantità di ossigeno che il sangue può trasportare. Non usate la benzocaina nei bambini di età inferiore ai 2 anni senza la supervisione del medico. Se siete un adulto, non usate mai più della dose raccomandata di benzocaina e parlate con il medico riguardo questo medicinale.

Anche se questi prodotti anti-prurito possono lenire immediatamente il prurito, il trattamento della causa sottostante è più importante per il sollievo a lungo termine.

Rimedi alternativi

Per contribuire a ridurre il prurito e lenire la pelle infiammata, provate queste misure di auto-cura:

Utilizzare una crema idratante di alta qualità sulla vostra pelle. Applicare questa crema almeno una volta o due volte al giorno, insistendo sulle zone dove il prurito è più grave. Gli esempi includono Vanicream, Cetaphil, Eucerin, CeraVe e altri.
Applicare una crema anti-prurito o lozione per la zona interessata. Una crema idrocortisone senza ricetta, contenente almeno l’1% di idrocortisone, può temporaneamente alleviare il prurito. Un antistaminico orale senza ricetta medica, come la difenidramina (Benadryl, altri), può essere utile se il prurito è più grave.
Evitare di graffiare la pelle quando possibile. Coprite l’area pruriginosa se ​​non è possibile evitare di graffiarla. Tagliare le unghie e indossare guanti durante la notte.
Applicare impacchi freddi, umidi. Coprire la zona interessata con bende e fasciature può aiutare a proteggere la pelle e prevenire i graffi.
Prendere un bagno rinfrescante. Cospargere l’acqua del bagno con bicarbonato di sodio, farina d’avena colloidale non cotta o farina d’avena.
Indossare indumenti di cotone liscio-strutturato. Questo vi aiuterà a evitare le irritazioni.
Scegliete saponi delicati, senza coloranti o profumi. Assicuratevi di risciacquare con il sapone il vostro corpo. Dopo il lavaggio, applicare una crema idratante per proteggere la pelle.
Utilizzare un detersivo delicato, non profumato per lavare i vestiti, asciugamani e la biancheria da letto. Provate a utilizzare il ciclo risciacquo-extra sulla vostra lavatrice.
Evitate sostanze che irritano la pelle o che provocare una reazione allergica. Queste possono includere nichel, gioielli, profumi, prodotti per la pulizia e cosmetici.