Punture delle api

Punture delle api

Le punture delle api sono un fastidio comune se si sta all’aria aperta. Nella maggior parte dei casi, le punture delle api sono solo fastidiose e il trattamento fatto in casa è tutto ciò di cui avete bisogno per alleviare il dolore delle punture delle api. Ma se siete allergici alle punture di questi insetti o venite punti numerose volte, si può avere una reazione più grave che richiede un trattamento di emergenza. Si possono prendere diverse misure per evitare le punture delle api, così come le punture delle vespe, e trovare il modo di trattarle se venite punti.

Sintomi delle punture delle api

Le punture delle api possono produrre le reazioni diverse, che vanno dal dolore temporaneo ad un disagio di una grave reazione allergica. Avere un tipo di reazione non significa che avrete sempre la stessa reazione ogni volta che sarete punti.

Reazioni minori

La maggior parte del tempo, i segni ed i sintomi di una puntura d’ape sono minori e sono:

  • Immediato, bruciore acuto sul sito della puntura
  • Un rigonfiamento con arrossamento presso l’area della puntura
  • Una piccola macchia bianca dove il pungiglione ha perforato la pelle
  • Leggero gonfiore intorno alla zona di puntura

Nella maggior parte delle persone, il gonfiore e il dolore guariscono nel giro di poche ore.

Grande reazione locale

Circa il 10% delle persone che ha una puntura di un’ape o di altri insetti ha una reazione po ‘più forte (grande reazione locale), con i seguenti segni e sintomi:

Estrema arrossamento
Il gonfiore al sito della puntura ingrandisce gradualmente nel corso del giorno dopo o due giorni dopo.

Le grandi reazioni locali tendono a risolversi in cinque o dieci giorni. Avere una grande reazione locale non significa che avrate una grave reazione allergica la prossima volta che sarete punti. Alcune persone, però, sviluppano simili grandi reazioni locali ogni volta che saranno punte. Se questo accade a voi, parlate con il medico circa il trattamento e la prevenzione.

Reazione allergica grave (anafilassi)

Una reazione allergica grave (anafilassi) dovuta dalla puntura di api è potenzialmente pericolosa per la vita e richiede un trattamento di emergenza. Circa il 3% delle persone che sono punte da un’ape o da un altro insetto sviluppano rapidamente l’anafilassi. I sintomi dell’anafilassi comprendono:

  • Reazioni cutanee in diverse parti del corpo dalla zona di puntura, quali l’orticaria, prurito, la pelle arrossata o pallida (quasi sempre presente con anafilassi)
  • Difficoltà di respirazione
  • Gonfiore della gola e della lingua
  • Un impulso debole e rapido
  • Nausea, vomito o diarrea
  • Vertigini o svenimenti
  • Perdita di coscienza

Le persone che hanno una grave reazione allergica a una puntura d’ape hanno una probabilità del 30-60 % di anafilassi la prossima volta che saranno punte. Parlate con il vostro medico o uno specialista di allergia per le misure di prevenzione, come l’immunoterapia, per evitare una reazione simile nel caso in cui si ottiene una nuova puntura.

Molteplici punture di api

In generale, gli insetti come le api e le vespe non sono aggressive e pungono solo per legittima difesa. Nella maggior parte dei casi, questo si traduce in una o forse un paio di punture. Alcuni tipi di api (come le api africanizzate), di sono si trovano e pungono in sciami.

Se si ottiengono molte puntura (più di una dozzina di volte), l’accumulo del veleno può indurre una reazione tossica e causarvi forti dolori. I sintomi includono:

  • Nausea, vomito o diarrea
  • Mal di testa
  • Vertigo
  • Sensazione di svenimento
  • Convulsioni
  • Febbre

Le punture multiple possono essere un’emergenza medica per i bambini,  gli anziani e le persone con problemi cardiaci o respiratori.

Quando è consigliato vedere un medico

Nella maggior parte dei casi, la puntura delle api non richiede una visita dal vostro medico. Nei casi più gravi-:

Chiamare il 118 se:

  • State avendo una reazione grave di una puntura d’ape che suggerisce l’anafilassi
  • Se avete l’autoiniettore di emergenza di epinefrina (EpiPen, Twinject), usarlo subito.

Rivolgersi immediatamente alle cure mediche se:

  • Siete stati attaccati da uno sciame d’api.

Prendete un appuntamento per vedere il medico se:

  • Le punture hanno causato sintomi che non vanno via entro pochi giorni.
  • Avete avuto altri sintomi di una reazione allergica ad una puntura d’ape.

Cause delle punture delle api

Il veleno delle punture d’api, contiene proteine ​​che influenzano le cellule della pelle e il sistema immunitario, provocando dolore e gonfiore intorno alla zona della puntura. Nelle persone con una allergie alle punture d’api, il veleno può innescare una reazione più grave del sistema immunitario.

Fattori di rischio

Avete un maggiore rischio di ricevere le punture di api se:

  • Vivete in una zona dove le api sono particolarmente attivi o ci sono alveari nelle vicinanze
  • Il vostro lavoro o hobby richiedono di passare molto tempo all’aperto

Avrete più probabilità di avere una reazione allergica alle punture delle api, se avete avuto una reazione allergica ad una puntura d’ape in passato, anche se eravate bambini.

Gli adulti tendono ad avere reazioni più gravi rispetto ai bambini e hanno più probabilità di morire di anafilassi rispetto ai bambini. La vostra reazione può anche essere più grave se sta prendendo alcuni farmaci, come ad esempio un beta-bloccante.

Complicazioni delle punture delle api

Le possibili, anche se rare, le complicazioni delle punture di api e di altri insetti sono:

Anafilassi. Una grave reazione allergica è la complicanza più pericolosa di una puntura di ape o di un altro insetto. Una rapida caduta della pressione arteriosa può portare alla perdita di coscienza, e a volte può essere fatale. L’anafilassi richiede un trattamento di emergenza con adrenalina e l’ospedalizzazione.
Reazione tossica a punture multiple. Essa può essere pericolosa, specialmente nei bambini. Le complicanze comprendono i problemi cardiaci, danni al tessuto muscolare (rabdomiolisi) e l’insufficienza renale.
Infezione al sito di una puntura. Come con altri casi quando la pelle presenta aperture, vi possono essere infezioni dovute alla puntura. Grattare o graffiare il sito della puntura può aumentare il rischio dell’ infezione.

Diagnosi delle punture delle api

Se avete avuto una reazione alle punture delle api che suggerisce un’allerigia al veleno d’api, il medico può suggerire una o entrambe le seguenti prove:

Test cutaneo. Durante il test cutaneo, una piccola quantità di estratto purificato di allergene (in questo caso, veleno d’api) viene iniettato nella pelle del braccio. Questo test è sicuro e non causa reazioni gravi. Se siete allergici alle punture delle api, si svilupperà un rigonfiameno dell’area interessat. Gli allergologi di solito sono meglio attrezzati per effettuare i test di allergia della pelle.
Esame del sangue per l’allergia. Un esame del sangue (a volte chiamato il test radioallergoassorbimento, o RAST) è in grado di misurare la risposta del sistema immunitario al veleno d’ape misurando la quantità di anticorpi che causano l’allergia nel sangue. Un campione di sangue viene inviato ad un laboratorio medico, dove può essere testato per la prova di sensibilità a possibili allergeni.

I test di allergia della pelle sono i test più accurati per le allergie degli insetti. Ma se il test dell’allergia della pelle è negativo, e il medico pensa ancora che potreste avere un’allergia dovuta alla puntura di  insetto, potreste essere necessario un esame del sangue per l’allergia. Il medico può anche voler testarvi per le allergie ai calabroni e vespe (che possono causare reazioni allergiche simili a quelle delle punture di api).

Terapia e cura delle punture delle api

Per la maggior parte delle punture di api, il trattamento a casa è sufficiente. Le punture multiple o una reazione allergica, d’altra parte, possono essere un’emergenza medica che richiede un trattamento immediato.

Trattamento per le reazioni minori

Quando un’ape punge, essa colpisce con il pungiglione spinato la pelle. La rimozione del pungiglione farà in modo che meno veleno rimanga nella vostra pelle

  • Rimuovete il pungiglione, non appena possibile, siccome ci vogliono solo pochi secondi perchè tutto il veleno riesca ad entrare nel vostro corpo. Raschiate via il pungiglione con il bordo di una carta di credito o un unghia, oppure utilizzate un paio di pinzette. Evitate di schiacciare la sacca contenente velen, poichè può rilasciarne maggiore quantità.
  • Lavare l’area punta con acqua e sapone.
  • Applicare impacchi freddi per alleviare il dolore e alleviare il gonfiore.

Il trattamento per le grandi reazioni locali

Le seguenti operazioni possono contribuire ad alleviare il gonfiore e il prurito, spesso associato alle grandi reazioni locali:

  • Rimuovete il pungiglione appena possibile.
  • Lavare la zona con acqua e sapone.
  • Applicare impacchi freddi.
  • Applicare la crema di idrocortisone o la lozione di calamina per alleviare il rossore, prurito o gonfiore.
  • Se il prurito o gonfiore è fastidioso, prendete un antistaminico orale che contiene difenidramina (Benadryl) o chlorpheniramine (cloro-Trimeton).
  • Evitate di graffiare la zona punta. Questo peggiorerà il prurito e il gonfiore, aumentando il rischio dell’infezione.

Trattamento di emergenza per le reazioni allergiche

Durante un attacco anafilattico, una squadra medica di emergenza può eseguire la rianimazione cardiopolmonare (RCP), in caso che smetterete di respirare o il vostro cuore smetterà di battere. Possono essere prescritti alcuni farmaci tra cui:

  • Epinefrina (adrenalina) per ridurre la risposta allergica del corpo
  • Ossigeno, per contribuire a compensare la respirazione limitata
  • Per via endovenosa (IV), antistaminici e cortisone per ridurre l’infiammazione delle vostre vie aeree e per migliorare la respirazione
  • Un agonista beta (come il salbutamolo) per alleviare i sintomi respiratori

Autoiniettore dell’epinefrina

Se siete allergici alle punture delle api, il medico potrebbe prescrivere un autoiniettore d’emergenza dell’epinefrina (EpiPen, Twinject). Avrete bisogno di portarlo con voi in ogni momento. Un autoiniettore è una siringa che inietta una singola dose di farmaco quando viene premuta contro la vostra coscia. Assicuratevi sempre di sostituire l’adrenalina prima della sua data di scadenza, o potrebbe non funzionare correttamente.

Assicuratevi di sapere come utilizzare l’autoiniettore. Inoltre, assicuratevi che le persone più vicine a voi sappiano somministravi il farmaco in caso di emergenza anafilattica. Il personale medico chiamato a rispondere ad una reazione anafilattica grave, potrà somministrarvi un’iniezione di adrenalina o di un altro farmaco.

Si potrebbe anche considerare di indossare un braccialetto che identifica la vostra allergia alle api o ad altre punture di insetti.

Colpi di allergia

Le punture delle api e di altri insetti sono una causa comune dell’anafilassi. Se avete avuto una grave reazione ad una puntura d’ape o siete stati attaccati da uno sciame d’api, il medico probabilmente si riferirà ad uno specialista (allergologo) per curare la vostra allergia.

Rimedi alternativi

Anche se non sono stati testati da studi di ricerca, i rimedi domestici più comuni a volte utilizzati per rimediare a questa condizione sono:

  • Strofinare con una superficie bagnata l’area punta.
  • Fate una pasta con bicarbonato di sodio e acqua. Lasciate l’impasto sulla zona punte per alcuni minuti.

Prevenzione delle punture delle api

Un certo numero di strategie per la prevenzione, possono aiutare a ridurre al minimo le probabilità di farsi pungere dalle api.

Riducete al minimo l’esposizione:

  • Fate attenzione quando si bevono bevande all’esterno. Osservate sempre all’interno dei vostri bicchieri prima di bere per vedere se vi sono api o altri insetti all’interno.
  • Evitate di mangiare cibi dolci all’aria aperta.
  • Coprite ermeticamente i contenitori per alimenti.
  • Sgombrate la spazzatura.
  • Indossate una camicia a maniche lunghe, guanti e un cappello.
  • Indossate scarpe quando si cammina all’aperto.
  • Durante la guida, tenete i finestrini chiusi.
  • Se siete preoccupati di essere punti, evitate attività che potrebbero mettervi in contatto con un alveare o nido di vespe, come falciare il prato o il giardinaggio. Se avete alveari e nidi di api o vespe, vicino casa vostra, fateli rimuovere da un professionista.

Sapere cosa fare quando si è esposti alle api è importante:

  • Se un paio di api volano intorno a voi, mantenete la calma e lentamente allontanatevi dalla zona. Schiacciare l’insetto può causare la puntura.
  • Se uno sciame di api o vespe iniziano a volare vicino a voi, copritevi la bocca e il naso e uscite rapidamente dalla zona. Quando un’ape vi punge, rilascia una sostanza chimica che attira altre api. Se è possibile, entrare in un edificio o in un veicolo chiuso.