Sindrome metabolica

Sindrome metabolica

La sindrome metabolica è un gruppo di condizioni (aumento della pressione sanguigna, un livello elevato di zucchero nel sangue, grasso corporeo in eccesso e livelli anormali di colesterolo) che si verificano insieme, aumentando il rischio per le malattie cardiache, ictus e diabete.

Avere solo una di queste condizioni non significa che si dispone della sindrome metabolica. Tuttavia, nessuna di queste condizioni aumentano il rischio per malattie gravi. Se avete più di una di queste condizioni allo stesso tempo, il rischio sarà ancora maggiore.

Se si dispone della sindrome metabolica o di uno qualsiasi dei componenti della sindrome metabolica, i cambiamenti dello stile di vita potrebbero ritardare o addirittura impedire lo sviluppo di gravi problemi di salute.

Sintomi della sindrome metabolica

Avere la sindrome metabolica significa che avete tre o più disturbi legati al metabolismo allo stesso tempo, tra cui:

  • L’obesità. Per una diagnosi della sindrome metabolica, l’obesità è definita con l’avere una circonferenza vita di 102 cm o più, per gli uomini e 89 cm o più per le donne.
  • Aumento della pressione sanguigna, pressione sanguigna di 130 millimetri di mercurio (mm Hg) o più o una diastolica (numero inferiore) misurazione della pressione arteriosa di 85 mmHg o più.
  • Alto livello di zucchero nel sangue, con un risultato del test della glicemia a digiuno di 100 milligrammi per decilitro (mg / dL), o 5.6 millimoli per litro (mmol / L), o più.
  • Colesterolo alto, con un livello di grassi nel sangue chiamati trigliceridi di 150 mg / dL (1,7 mmol / L) o più e un livello di lipoproteina ad alta densità (HDL) – il colesterolo “buono” – inferiore a 40 mg / dL (1,04 mmol / L) per gli uomini o inferiore a 50 mg / dL (1,3 mmol / L) per le donne.

Avere una componente della sindrome metabolica significa che avrete più probabilità di avere altre condizione. Più componenti si hanno, maggiori saranno i rischi per la salute.

 

Cause della sindrome metabolica

La sindrome metabolica comprende diversi sintomi che hanno cause diverse.

L’insulino-resistenza

La sindrome metabolica è legata al metabolismo del vostro corpo, forse per una condizione chiamata insulino-resistenza. L’insulina è un ormone prodotto dal pancreas che aiuta a controllare la quantità di zucchero nel sangue.

Normalmente, il nostro sistema digestivo rompe gli alimenti che mangiamo in zucchero (glucosio). Il nostro sangue trasporta il glucosio ai tessuti del corpo, le cui cellule lo utilizzano come combustibile. Il glucosio entra nelle cellule con l’aiuto dell’insulina. Nelle persone con l’insulino-resistenza, le cellule non rispondono normalmente all’insulina e il glucosio non può entrarvi con la stessa facilità. Come risultato, i livelli di glucosio nel sangue aumentano nonostante il tentativo del corpo di controllare il glucosio, producendo insulina. Il risultato è  avere superiori livelli di insulina nel sangue. Questo può portare alla formazione del diabete, quando il corpo è in grado di produrre abbastanza insulina da mantenere la glicemia nei valori di normalità.

Anche se i livelli non sono abbastanza alti, un elevato livello di glucosio può ancora essere dannoso. In realtà, alcuni medici riferiscono a questa condizione come “prediabete”. L’insulino-resistenza aumenta il livello dei trigliceridi e degli altri livelli di grassi nel sangue. Essa interferisce anche con il funzionamento dei reni, portando ad una più alta pressione sanguigna. Questi effetti combinati con l’insulino-resistenza mettono a rischio le persone per le malattie cardiache, ictus, diabete e altre condizioni.

Combinazione di fattori

L’insulino-resistenza probabilmente comporta tutta una serie di fattori genetici e ambientali. Alcune persone possono essere geneticamente incline alla resistenza all’insulina. Ma essere in sovrappeso e inattivi sono i principali fattori.

Fattori di rischio

I seguenti fattori aumentano le probabilità di avere la sindrome metabolica:

  • Età. Il rischio per la sindrome metabolica aumenta con l’età, che colpisce meno del 10% delle persone tra 20 e 40 % delle persone intorno ai 60 anni. Tuttavia, i segni della sindrome metabolica possono apparire durante l’infanzia.
  • Etnia. Gli ispanici e gli asiatici sembrano essere a maggior rischio per la sindrome metabolica rispetto alle persone di altre origini etniche.
  • Obesità. Un indice di massa corporea (BMI) maggiore di 25 aumenta il rischio per la sindrome metabolica.
  • Storia di diabete. Avrete più probabilità di avere la sindrome metabolica se avete una storia familiare di diabete di tipo 2 o una storia di diabete durante la gravidanza (diabete gestazionale).
  • Altre malattie. Una diagnosi di ipertensione, malattie cardiovascolari, steatosi epatica non alcolica o sindrome dell’ovaio policistico . Un simile tipo di problema metabolico che colpisce gli ormoni di una donna e il sistema riproduttivo, aumenta anche il rischio per la sindrome metabolica.

Complicazioni della sindrome metabolica

Avere la sindrome metabolica può aumentare il rischio per lo sviluppo di queste condizioni:

  • Diabete. Se non si apportano le modifiche allo stile di vita per controllare la vostra insulino-resistenza, i livelli di glucosio continueranno ad aumentare. Si può sviluppare il diabete come conseguenza della sindrome metabolica.
  • Le malattie cardiovascolari. Il colesterolo alto e la pressione alta, possono contribuire alla formazione di placche nelle arterie. Queste placche possono causare il restringimento delle arterie e il loro indurimento, che può portare ad un attacco di cuore o ictus.

Diagnosi della sindrome metabolica

Diverse organizzazioni mediche hanno criteri diversi per la diagnosi della sindrome metabolica. Queste linee guida sono state create dal National Cholesterol Education Program con modifiche dalla American Heart Association. Secondo queste linee guida, si ha la sindrome metabolica se si hanno tre o più di queste caratteristiche:

  • Grande circonferenza della vita, maggiore di 89 centimetri per le donne e 102 cm per gli uomini. Alcuni fattori di rischio genetici, come avere una storia familiare di diabete o essere di origine asiatica, aumentano il rischio per l’insulino-resistenza. Se avete uno di questi fattori di rischio genetici, dovete ridurre la circonferenza della vita a 79 centimetri per le donne e 89-94 cm per gli uomini.
  • Un alto livello di trigliceridi di 150 mg / dL (1,7 mmol / L) o superiore, cercate di ricevere un trattamento per i trigliceridi alti.
  • Riduzione del colesterolo HDL (il colesterolo “buono”) – a meno di 40 mg / dL (1,04 mmol / L) negli uomini o inferiore a 50 mg / dL (1,3 mmol / L) nelle donne.
  • Aumento della pressione sanguigna, senso un sistolica (numero superiore) misurazione della pressione sanguigna di 130 millimetri di mercurio (mm Hg) o più o una diastolica (numero inferiore) misurazione della pressione arteriosa di 85 mmHg o più.
  • Elevato di zucchero nel sangue a digiuno (glicemia) di 100 mg / dL (5,6 mmol / L) o superiore.

Terapia e cura della sindrome metabolica

Affrontare uno dei fattori di rischio della sindrome metabolica è difficile. Ma i cambiamenti dello stile di vita e in alcuni casi  i farmaci, sono in grado di migliorare tutti i componenti della sindrome metabolica. Fate più attività fisica, perdete peso e smettete di fumare, perchè tutto questo contribuisce a ridurre la pressione sanguigna e a migliorare i livelli di colesterolo e dello zucchero nel sangue. Questi cambiamenti sono fondamentali per ridurre il rischio per questa condizione.

  • Esercizio fisico. I medici raccomandano di svolgere almeno 30 minuti di attività fisica, come camminare a ritmo sostenuto, ogni giorno.
  • Perdere peso. Perdere almeno 5 o 10 per cento del peso corporeo, può ridurre i livelli di insulina e della pressione sanguigna, riduce il rischio per il diabete.
  • Mangiare sano. La dieta sana e la dieta mediterranea, limitare i grassi malsani e mangiare frutta, verdura, pesce e cereali integrali. Entrambi questi approcci dietetici offrono importanti benefici per la salute, in aggiunta alla perdita di peso, per le persone che hanno componenti della sindrome metabolica. Cercate pareri medici prima di iniziare un nuovo piano alimentare.
  • Smettere di fumare. Fumare le sigarette aumenta la resistenza all’insulina e peggiora le conseguenze sulla salute della sindrome metabolica. Parlate con il vostro medico se avete bisogno di aiuto per liberarvi dal vizio del fumo.

Prevenzione della sindrome metabolica

Se avete alcuni componenti della sindrome metabolica, le seguenti modifiche dello stile di vita per ridurre il rischio delle malattie cardiache, diabete e ictus, possono essere d’aiuto:

  • Impegnarsi per una dieta sana. Mangiare molta frutta e verdura. Carne bianca o pesce. Evitare i cibi trasformati e fritti. Eliminate il sale da tavola.
  • Esercizio fisico.
  • Pianificare regolari controlli. Controllare i livelli della pressione sanguigna, del colesterolo e degli zucchero nel sangue regolarmente. Apportare ulteriori modifiche allo stile di vita se è necessario.

Bibliografia

  1. Alberti KG, et al. Harmonizing the metabolic syndrome: A joint interim statement of the International Diabetes Federation Task Force on Epidemiology and Prevention; National Heart, Lung, and Blood Institute; American Heart Association; World Heart Federation; International Atherosclerosis Society; and International Association for the Study of Obesity. Circulation. 2009;120:1640.
  2. Ferri FF. Ferri’s Clinical Advisor 2013: 5 Books in 1. Philadelphia, Pa.: Mosby Elsevier; 2012. http://www.mdconsult.com/books/about.do?eid=4-u1.0-B978-0-323-08373-7..00002-9&isbn=978-0-323-08373-7&about=true&uniqId=343863096-23. Controllato il 13/01/2014.
  3. Metabolic syndrome. National Heart, Lung, and Blood Institute. http://www.nhlbi.nih.gov/health/dci/Diseases/ms/ms_all.html. Controllato il 13/01/2014.
  4. Prevention and treatment of metabolic syndrome. American Heart Association. http://www.heart.org/HEARTORG/Conditions/More/MetabolicSyndrome/Prevention-and-Treatment-of-Metabolic-Syndrome_UCM_301927_Article.jsp. Controllato il 13/01/2014.
  5. Am I at risk for type 2 diabetes? Taking steps to lower your risk of getting diabetes. National Diabetes Information Clearinghouse. http://diabetes.niddk.nih.gov/dm/pubs/riskfortype2/index.aspx. Controllato il 13/01/2014.
  6. Gallagher EJ, et al. The metabolic syndrome – from insulin resistance to obesity and diabetes. Medical Clinics of North America. 2011;95:855.
  7. Meigs JB. The metabolic syndrome (insulin resistance syndrome or syndrome X). http://www.uptodate.com/home. Controllato il 13/01/2014.
  8. Spolidoro JV, et al. Waist circumference in children and adolescents correlate with metabolic syndrome and fat deposits in young adults. Clinical Nutrition. 2013;32:93.