Infezione da stafilococco

Infezioni da stafilococco

Le infezioni da stafilococco sono causate dai batteri stafilococco, un tipo di germe che si trova comunemente sulla pelle o nel naso anche in individui sani. La maggior parte del tempo, questi batteri non causano problemi o provocano infezioni cutanee relativamente minori.

Ma le infezioni da stafilococco possono diventare mortali se i batteri entrano più in profondità nel vostro corpo, entrano nel flusso sanguigno, nelle articolazioni,  nelle ossa, nei polmoni o nel cuore.

In passato, un’infezione da stafilococco letale potrebbe essere stata causata da un ricovero in ospedale o a cause di una malattia cronica o di un sistema immunitario indebolito. Ora, un numero crescente di persone altrimenti sane stanno sviluppando infezioni da stafilococco pericolose per la vita. E molte infezioni da stafilococco non rispondono più agli antibiotici comuni.

Sintomi dell’infezione da stafilococco

Le infezioni da stafilococco variano: da problemi minori alla pelle fino a causare condizioni come l’endocardite, un’infezione pericolosa per la vita che coinvolge il rivestimento della valvola cardiaca. I sintomi delle infezioni da stafilococco variano ampiamente, a seconda della posizione e della gravità dell’infezione.

Infezioni della pelle

Le infezioni della pelle causate dai batteri stafilococco sono:

Bolle

Il sintomi più comune dell’infezione da stafilococco è la presenza di bolle, piene di pus che si sviluppano in un follicolo pilifero. La pelle sopra la zona infetta di solito diventa rossa e gonfia. Se la bolla si rompe, può drenare pus, sangue o un liquido ambrato. Le bolle si verificano più spesso sotto le braccia, intorno all’inguine o nei glutei.

Impetigine

Questo sintomi, comporta una dolorosa eruzione cutanea che può verificarsi in tutte le età, ma è più comune nei bambini piccoli e neonati. I tipi di impetigine causati da batteri stafilococco, di solito dispongono di grandi bolle che possono trasudare liquido e sviluppare una crosta color miele. Queste piaghe si verificano più comunemente intorno al naso e alla bocca.

Cellulite

La cellulite è un’infezione degli strati più profondi della pelle, che provoca arrossamenti e gonfiore sulla superficie cutanea. Le piaghe (ulcere) si possono sviluppare, in seguito all’infezione. La cellulite si verifica più spesso nella parte inferiore delle gambe e dei piedi nelle persone anziane.

Sindrome della pelle ustionata

Le tossine prodotte come risultato di una infezione da stafilococco, possono portare alla sindrome stafilococcica della cute ustionata. Essa colpisce soprattutto i neonati, questa condizione ha come caratteristiche la febbre, rash e talvolta, le vesciche. Quando le bolle si rompono, lasciando la superficie cutanea grezza e rossastra, assomigliando a una bruciatura.

Batteriemia

Conosciuta anche come setticemia, la batteriemia si verifica quando i batteri di stafilococco entrano nel flusso sanguigno di una persona. Una febbre persistente è un segno caratteristico della batteriemia. I batteri possono viaggiare in luoghi profondi all’interno del vostro corpo, producendo infezioni che interessano:

Organi interni, come ad esempio il cervello, il cuore o i polmoni
Ossa e muscoli
Dispositivi impiantati chirurgicamente, quali articolazioni artificiali o pacemaker cardiaci

Sindrome da shock tossico

Questa condizione pericolosa per la vita, deriva dalle tossine prodotte da alcuni ceppi di batteri stafilococco ed è stato collegata con l’uso di alcuni tipi di assorbenti interni, ferite della pelle e alla chirurgia. Di solito si sviluppa improvvisamente, con:

Febbre alta
Nausea e vomito
Eruzione cutanea sul palmo-plantare che assomiglia a scottature
Confusione
Dolori muscolari
Sequestri
Mal di testa

L’artrite settica

L’artrite settica è spesso causata da un’infezione da stafilococco. I batteri di solito colpiscono le ginocchia, ma anche altre articolazioni possono essere colpite, compresa la caviglia, anca, polso, gomito o spalla. Segni e sintomi possono includere:

Gonfiore delle articolazioni
Forte dolore alle articolazioni
Febbre
Agitazione o brividi

Quando è consigliato visitare un medico

Andare dal medico se voi o il vostro bambino avete:

Una superficie di pelle rossa, irritata o dolorosa
Vesciche piene di pus
Febbre

Si consiglia inoltre di consultare il medico se:

Un membro della vostra famiglia è stato contagiato dalle vostre infezioni della pelle
Due o più membri della famiglia hanno infezioni della pelle allo stesso tempo

Cause dell’infezione da stafilococco

Molte persone sono portatori dei batteri stafilococco e non sviluppano mai le relative infezioni. Se si dispone di una infezione da stafilococco, c’è una buona probabilità che essa derivi dai batteri già presenti nel vostro corpo da tempo.

Questi batteri possono essere trasmessi alle altre persone. Poiché i batteri stafilococco sono resistenti, possono vivere su oggetti inanimati come federe o asciugamani, abbastanza a lungo, quindi possono contagiare la persona che entra in contatto con tali oggetti.

I batteri stafilococco sono in grado di sopravvivere nelle seguenti condizioni:

asciugatura
Temperature estreme
Elevati livelli di sale

Fattori di rischio

Una varietà di fattori, possono aumentare il rischio di sviluppare le infezioni da stafilococco.

Ospedalizzazione in corso o recente

Nonostante i tentativi vigorosi per sradicarle, batteri stafilococco rimangono presenti negli ospedali, dove attaccano le persone più vulnerabili, tra cui quelle con:

Sistema immunitario indebolito
Bruciature
Ferite chirurgiche
Problemi di salute di base gravi, come il diabete mellito

Dispositivi invasivi

I batteri stafilococco possono spostarsi lungo i materiali medici che sono collegati ai vostri organi interni . Gli esempi includono:

dialisi
cateteri urinari
tubi di alimentazione
cateteri intravascolari

Sport di contatto

I batteri stafilococco possono diffondersi facilmente attraverso tagli, abrasioni e con il contatto della pelle di persone divere. Gli atleti dilettanti e professionisti sono a rishio per le infezioni da stafilococco a causa della condivisione di rasoi, asciugamani, divise o attrezzature sportive.

Complicazioni delle infezioni da stafilococco

Se i batteri stafilococco invadono il flusso sanguigno, si può sviluppare un tipo di infezione che colpisce tutto il corpo: la sepsi. Questa infezione può portare a shock settico – un episodio pericoloso per la vita, che causa una bassa pressione sanguigna.

Prepararsi per la visita medica

Si può inizialmente consultare il vostro medico di famiglia ma, si può fare riferimento anche ad uno specialista, a seconda di quale parte del vostro corpo o di quale organo è colpito dall’infezione. Oppure si può fare riferimento ad un medico specializzato in malattie infettive.

Cosa si può fare

Si consiglia di scrivere una lista del vostro stato di salute che comprende:

Descrizioni dettagliate dei vostri sintomi
Informazioni sui problemi di salute che avete avuto
Informazioni circa i problemi di salute dei vostri genitori o fratelli
Tutti i farmaci e integratori alimentari che si stanno assumendo
Domande che si desidera chiedere al medico

Per le infezione da stafilococco, alcune domande fondamentali da porre al medico sono:

Qual’è la causa probabile, dei miei sintomi?
Ci sono altre possibili cause per i miei sintomi?
Che tipo di test devo effettuare?
La mia condizione è temporanea?
Qual è il miglior modo di agire?
Posso infettare altre persone?
Dovrei vedere uno specialista?
C’è un’alternativa generica al farmaco che dovrei assumere?
Ci sono delle restrizioni che devo seguire?
Ho altre condizioni di salute. Come le posso gestire?
Avete opuscoli o altro materiale stampato che posso portare a casa con me per informarmi meglio sulla mia condizione? Quali siti web mi consiglia?

Cosa aspettarsi dal proprio medico

Il medico probabilmente vi farà una serie di domande, come ad esempio:

Quando avete notato i sintomi?
Quanto gravi sono i sintomi?
Siete stati a contatt con persone che hanno un’infezione da stafilococco?
Avete dispositivi medici impiantati, come un’articolazione artificiale o un pacemaker?
Avete delle condizioni mediche in corso, tra cui un sistema immunitario compromesso?
Siete stati recentemente in ospedale?
Praticate sport di contatto?
Quali sintomi migliorano?
Quali sintomi peggiorano?

Diagnosi dell’infezione da stafilococco

Per diagnosticare un’infezione da stafilococco, il medico:

Esegue un esame fisico. Durante l’esame, il medico esaminerà con attenzione eventuali lesioni della pelle.
Raccogliere un campione per il test. Il più delle volte, i medici diagnosticano le infezioni da stafilococco controllando un campione di tessuto o di secrezioni nasali.

Terapia e cura dell’infezione da stafilococco

Il trattamento di un’infezione da stafilococco può comprendere:

Antibiotici

Il medico può eseguire test per identificare il tipo di batteri stafilococco che causano l’infezione, per scegliere l’antibiotico più appropriato. Gli antibiotici a volte prescritti per il trattamento delle infezioni da stafilococco includono cefalosporine, nafcillina o antibiotici correlati, sulfamidici o vancomicina per via endovenosa. La vancomicina è la più richiesta per il trattamento delle infezioni da stafilococco gravi, poiché tanti ceppi di batteri stafilococco sono diventati resistenti ai farmaci più tradizionali. La vancomicina è efficace per le infezioni da stafilococco solo quando viene somministrata per via endovenosa.

Drenaggio della ferita

Se si dispone di una infezione della pelle, il medico può fare un’incisione nella piaga per drenare il liquido che si trova al suo interno.

Rimozione del dispositivo

Se l’infezione ha colpito un dispositivo o protesi, è necessaria la rimozione rapida del dispositivo. Per alcuni dispositivi, la rimozione potrebbe richiedere un intervento chirurgico.

Resistenza agli antibiotici

I batteri stafilococco sono molto adattabili, e molte varietà sono diventate resistenti a uno o più antibiotici. Ad esempio, meno del 10% delle infezioni da stafilococco può essere curata con la penicillina. La metà dei batteri stafilococco presenti negli ospedali sono resistenti alle cefalosporine e alla nafcillina, oltre che ad altri antibiotici comuni.

L’emergere di ceppi resistenti agli antibiotici dei batteri stafilococco – spesso descritti come Staphylococcus aureus (MRSA) ceppi meticillino-resistenti – ha portato all’uso di antibiotici più forti e più tossici, come la vancomicina. Alcuni ceppi di batteri stafilococco sono diventati resistenti anche alla vancomicina.

Prevenzione dell’infezione da stafilococco

Le precauzioni possono contribuire a ridurre il rischio di sviluppare le infezioni da stafilococco:

Lavaggio le mani

Un attento lavaggio delle mani rappresenta la miglior difesa contro i germi. Lavarsi le mani energicamente per almeno 15/30 secondi, quindi asciugarle con un asciugamano monouso e usare un altro asciugamano per chiudere il rubinetto. Se le mani non sono visibilmente sporche, è possibile utilizzare un disinfettante per mani, contenente almeno il 62 per cento di alcol.

Mantenere le ferite coperte

Mantenere tagli e abrasioni pulite e coperte con bende sterili, asciutte fino a che le ferite non guariscono. Il pus dalle ferite infette spesso contiene batteri stafilococco e quindi, mantenere le ferite coperte non favorirà la diffusione dei batteri.

Cambiare i tamponi interni

È possibile ridurre la probabilità di sviluppare la sindrome da shock tossico, cambiando il vostro tampone frequentemente, almeno ogni 4-8 ore. Utilizzare il tampone con la più bassa capacità di assorbimento possibile e cercare di alternare i tamponi e assorbenti igienici, quando possibile.

Non condividere oggetti personali

Evitare la condivisione di oggetti personali come asciugamani, lenzuola, rasoi, abbigliamento e attrezzature sportive. Le infezioni da stafilococco possono diffondersi su questi oggetti, così come da persona a persona. Se si dispone di un taglio o ferita, lavare i vostri asciugamani e lenzuola con detersivo e acqua calda assieme alla candeggina, e asciugarli in un essiccatore caldo.