Tendinite di Achille

Tendinite di Achille

La tendinite di Achille è una ferita dovuta all’uso eccessivo del tendine di Achille, la fascia di tessuto che collega i muscoli del polpaccio al calcagno nella parte posteriore della gamba.

La tendinite di Achille, si verifica più comunemente nei corridori i quali aumentato l’intensità o la durata delle loro esecuzioni. E ‘comune anche nelle persone di mezza età che praticano sport, come il tennis o il basket, solo nei fine settimana.

La maggior parte dei casi della tendinite di Achille può essere facilmente trattata con la cura fatta in casa, sotto la supervisione del medico. Le strategie di auto-cura sono di solito necessarie per prevenire gli episodi ricorrenti. I casi più gravi della tendinite di Achille possono portare alle rotture tendinee che possono richiedere l’intervento chirurgico.

Sintomi della tendinite di Achille

Il dolore associato con la tendinite di Achille, inizia tipicamente come un lieve dolore nella parte posteriore della gamba o sopra il tallone dopo l’esecuzione delle attività sportive. Gli episodi di dolore grave, possono verificarsi dopo la corsa prolungata o sforzi fisici eccessivi.

Si potrebbe anche provare tenerezza o rigidità muscolare, soprattutto al mattino, che di solito migliora con l’attività lieve.

Quando è consigliato vedere un medico

In caso di dolore persistente intorno al tendine di Achille, chiamate il medico. Contattate immediatamente un medico se il dolore o la disabilità è grave. Si può avere una rottura del tendine d’Achille.

Cause della tendinite di Achille

La tendinite di Achille è causata dallo sforzo ripetitivo o intenso, che avviene sul tendine di Achille, la fascia di tessuto che collega i muscoli del polpaccio al calcagno. Questo tendine è usato quando si cammina, si corre, si salta o si spinge verso l’alto le dita dei piedi.

La struttura del tendine di Achille si indebolisce con l’età, rendendovi più suscettibili ai danni, specialmente nei soggetti che potrebbero partecipare saltuariamente a degli sport oppure, per quelle persone che improvvisamente aumentano l’intensità dei loro esercizi.

Fattori di rischio

Una serie di fattori può aumentare il rischio per la tendinite di Achille, tra cui:

Il vostro sesso e l’età. La tendinite di Achille si verifica più frequentemente negli uomini di mezza età.
Problemi fisici. Un arco naturale del piede può mettere più pressione sul tendine di Achille. I muscoli del polpaccio. L’obesità può aumentare la tensione sul tendine.
Le scelte di formazione. Usare scarpe logore per le attività sportive e fisiche, può aumentare il rischio per la tendinite di Achille. Il dolore del tendine, si verifica più frequentemente nella stagione fredda che nella stagione calda e correre su terreni sterrati, può predisporre la lesione del tendine di Achille.
Condizioni mediche. Le persone che hanno il diabete o la pressione alta sono a più alto rischio di sviluppare la tendinite di Achille.
Farmaci. Alcuni tipi di antibiotici, chiamati fluorochinoloni, sono stati associati ai più alti tassi della tendinite di Achille.

Complicazioni della tendinite di Achille

La tendinite di Achille può indebolire il tendine, rendendolo più vulnerabile a una rottura, richiedendo l’intervento chirurgico.

Diagnosi della tendinite di Achille

Durante l’esame fisico, il medico premerà delicatamente sulla zona interessata per determinare la posizione del dolore, la tenerezza o il gonfiore. Valuterà anche la flessibilità, l’allineamento, la gamma di movimento e i riflessi del piede e della caviglia.

Test di imaging

Il medico può ordinare uno o più, dei seguenti test per valutare la vostra condizione:

Raggi-X. I raggi X non possono visualizzare i tessuti molli come i tendini ma, possono aiutare a escludere altre condizioni che possono causare sintomi simili.
Ultrasuoni. Questo test, utilizza le onde sonore per visualizzare i tessuti molli come i tendini. Gli ultrasuoni, possono anche produrre immagini in tempo reale del tendine di Achille in movimento.
La risonanza magnetica (MRI). Utilizzando le onde radio e un magnete, le macchine per la risonanza magnetica sono in grado di produrre immagini molto dettagliate del tendine di Achille.

Terapia e cura del tendine di Achille

La tendinite di solito risponde bene alle misure di auto-cura. Ma se i sintomi sono gravi o persistenti, il medico potrebbe suggerirvi altre opzioni di trattamento.

Farmaci

Se i farmaci per il dolore senza prescrizione medica, come l’ibuprofene (Advil, Motrin IB, altri) e naproxene (Aleve), non sono sufficienti, il medico potrebbe prescrivervi dei farmaci più forti per ridurre l’infiammazione e alleviare il dolore.

Terapia fisica

Un fisioterapista, potrebbe suggerirvi alcune delle seguenti opzioni di trattamento:

Esercizi. I terapeuti spesso prescrivono specifici esercizi di stretching e di potenziamento per promuovere la guarigione e il rafforzamento del tendine di Achille e delle sue strutture di supporto.
Ortesi. Un inserto posto nella scarpa che alza leggermente il tallone, può alleviare la fatica e fornisce un comodo appoggio al piede, quindi il tendine di Achille esercitata meno forza e subisce meno stress.

Chirurgia

Se diversi mesi di trattamenti conservativi non funzionano o se il tendine è strappato, il medico può suggerirvi di sottoporvi ad un intervento chirurgico per riparare il tendine di Achille.

Rimedi alternativi

Le strategie di auto-cura comprendono le seguenti fasi, spesso conosciute con l’acronimo inglese, RICE:

Riposo. Potrebbe essere necessario evitare l’esercizio fisico per diversi giorni o passare ad una attività che non affatichi il tendine di Achille, come il nuoto. Nei casi più gravi, può essere necessario usare le stampelle.
Ghiaccio. Per diminuire il dolore o gonfiore, applicate un impacco di ghiaccio sul tendine per circa 15 minuti dopo l’esercizio fisico o quando si verifica il dolore.
Compressione. Gli impacchi o le bende elastiche compressive, possono aiutare a ridurre il gonfiore e a ridurr il movimento del tendine.
Elevazione. Sollevate il piede colpito, sopra il livello del vostro cuore per ridurre il gonfiore. Dormite con il piede in questa posizione.

Prevenzione della tendinite di Achille

Siccome non può essere possibile prevenire la tendinite di Achille, è possibile adottare  alcune misure per ridurre il rischio di avere questo problema:

Aumentare gradualmente il livello di attività. Se state iniziando un esercizio fisico, iniziate lentamente e gradualmente, aumentando la durata e l’intensità dell’esercizio.
Non sovraccaricate il vostro corpo. Evitate le attività che comportano le sollecitazioni eccessive sui vostri tendini, come la corsa in collina. Se si partecipa ad una attività intensa, riscaldatevi prima di sostenere un ritmo più pesante. Se avvertite dolore durante un particolare esercizio, fermatevi e riposate.
Scegliere le scarpe con attenzione. Le scarpe che indossate durante l’attività fisica dovrebbero fornire un’adeguata ammortizzazione per il tallone e dovrebbero avere un plantare, per contribuire a ridurre la tensione sul tendine di Achille. Sostituite le scarpe logore. Se le scarpe sono in buone condizioni, ma non supportano bene i piedi, provate dei plantari in entrambe le scarpe.
Stretch quotidiano. Prendetevi il tempo per allungare i muscoli del polpaccio e il tendine di Achille al mattino, prima di fare esercizio fisico e dopo l’attività fisica, per mantenere la flessibilità. Questo è particolarmente importante al fine di evitare il ripetersi della tendinite di Achille.
Rafforzare i muscoli del polpaccio. I forti muscoli del polpaccio permettono al polpaccio stesso e al tendine di Achille di gestire meglio le sollecitazioni che si possono incontrare con l’attività e l’esercizio fisico.
Gestire le attività fisiche. Alternate le attività ad alto impatto, come la corsa e il salto, con attività a basso impatto, come il ciclismo e il nuoto.

Bibliografia

  1. Frontera WR, et al. Essentials of Physical Medicine and Rehabilitation: Musculoskeletal Disorders, Pain, and Rehabilitation. 2nd ed. Philadelphia, Pa.: Saunders Elsevier; 2008. http://www.mdconsult.com/das/book/body/208746819-6/0/1678/0.html. Controllato il 6 Agosto 2013.
  2. Carcia CR, et al. Achilles pain, stiffness and muscle power deficits: Achilles tendinitis. Journal of Orthopaedic & Sports Physical Therapy. 2010;40:A1.
  3. DeLee JC, et al. DeLee & Drez’s Orthopaedic Sports Medicine: Principles and Practice. 3rd ed. Philadelphia, Pa.: Saunders Elsevier; 2010. http://www.mdconsult.com/books/about.do?about=true&eid=4-u1.0-B978-1-4160-3143-7..X0001-2–TOP&isbn=978-1-4160-3143-7&uniqId=230100505-57. Controllato il 6 Agosto 2013.
  4. Ham P, et al. Achilles tendinopathy and tendon rupture. http://www.uptodate.com/index. Controllato il 6 Agosto 2013.