Tetano

Tetano

Il tetano è una grave malattia batterica che colpisce il sistema nervoso, causando contrazioni muscolari dolorose, in particolare della mascella e dei muscoli del collo. Il tetano può interferire con la capacità di respirare e, in ultima analisi, minacciare la vostra vita. Il tetano è comunemente noto come “trisma”.

Grazie al vaccino contro il tetano, questa malattia è diventata molto rara. L’incidenza del tetano è molto più alta nei paesi meno sviluppati. Circa un milione di casi si verificano ogni anno nel mondo.

Non c’è cura per il tetano. Il trattamento si concentra sulla gestione delle complicazioni finché gli effetti della tossina tetanica non si risolvono. La mortalità è più alta nei soggetti che non sono stati immunizzati e per gli anziani,  con un immunizzazione inadeguata.

Sintomi del tetano

I sintomi del tetano, possono apparire in qualsiasi momento, pochi giorni o addirittura diverse settimane dopo che i batteri del tetano entrano nel corpo attraverso una ferita. Il periodo di incubazione medio è di sette-otto giorni.

I sintomi del tetano, in ordine di apparizione, sono:

  • Spasmi e rigidità nei muscoli della mascella
  • Rigidità dei muscoli del collo
  • Difficoltà di deglutizione
  • Rigidità dei muscoli addominali
  • Spasmi del corpo dolorosi, che durano per diversi minuti, in genere innescati da eventi minori, come un contatto fisico o la luce

Altri segni e sintomi possono includere:

  • Febbre
  • Sudorazione
  • Pressione sanguigna elevata
  • Rapida frequenza cardiaca

Quando è consigliato vedere un medico

Consultate il medico per ottenere un vaccino richiamo per l’antitetanica, se avete una ferita profonda o sporca e se non avete avuto un vaccino per l’antitetanica, negli ultimi cinque anni. Oppure consultate il medico per qualsiasi ferita (soprattutto se si potrebbe essere stati contaminati con la sporcizia, feci di animali o concime), se non avete avuto un richiamo del vaccino negli ultimi dieci anni o se non siete sicuri di quando avete preso l’ultimo vaccinato.

Cause del tetano

I batteri che causano il tetano, Clostridium tetani, si trovano nel suolo, nella polvere e nelle feci degli animali. Quando entrano in una ferita profonda, le spore dei batteri possono produrre una potente tossina, la Tetanospasmina, che compromette attivamente i vostri neuroni motori, cioè i nervi che controllano i muscoli. L’effetto della tossina sui vostri neuroni motori può causare la rigidità muscolare e  gli spasmi (i maggiori segni di tetano).

Fattori di rischio

Inoltre, alcuni fattori sono necessari perchè i batteri del tetano proliferino nel vostro corpo. Questi includono:

  • La mancanza di un’immunizzazione o vaccinazione inadeguata (la mancata ricezione di dosi di richiamo tempestive) contro il tetano
  • Una ferita penetrante che permette alle spore del tetano di entrare nel corpo attraverso la ferita
  • La presenza di altri batteri infettivi
  • Tessuto danneggiato
  • Un corpo estraneo, ad esempio un chiodo o scheggia, nel corpo
  • Gonfiore intorno alla ferita

I casi di tetano si sono sviluppati dai seguenti tipi di lesioni:

  • Punture (anche da schegge, piercings, tatuaggi, farmaci da iniezione)
  • Ferite da arma da fuoco
  • Fratture composte
  • Lesioni da schiacciamento
  • Bruciature
  • Ferite chirurgiche
  • L’iniezione di droga
  • Le infezioni dell’orecchio
  • Morsi di animali
  • Ulcere del piede infette
  • Infezioni dai ceppi ombelicali nei neonati, nati da madri non adeguatamente immunizzate

Complicazioni del tetano

Una volta che la tossina tetanica è legata alle sue terminazioni nervose è impossibile rimuoverla. Il recupero completo da un infezione tetanica, richiede la crescita di nuove terminazioni nervose e possono servire fino a diversi mesi.

Le complicanze dell’infezione da tetano possono includere:

Ossa rotte. La gravità degli spasmi può causare la rottura della colonna vertebrale e delle altre ossa.
Disabilità. Il trattamento per il tetano in genere comporta l’uso di sedativi potenti per controllare gli spasmi muscolari. L’immobilità prolungata a causa dell’uso di questi farmaci può portare all’invalidità permanente. Nei neonati, le infezioni da tetano possono causare danni cerebrali duraturi, che vanno dal deficit mentale minore alla paralisi cerebrale.
Morte. Gravi casi di tetano che inducono spasmi muscolari, possono interferire con la respirazione, causando periodi di tempo in cui non potrete respirare. L’insufficienza respiratoria è la causa più comune di morte. La mancanza di ossigeno può anche provocare l’arresto cardiaco e la morte. La polmonite è un’altra causa di morte.

Diagnosi del tetano

I medici diagnosticano il tetano sulla base di un esame fisico, dalla storia medica e di immunizzazione, e dai sintomi degli spasmi muscolari, rigidità e dolore. I test di laboratorio in genere, non sono utili per la diagnosi del tetano.

Terapia e cura del tetano

Poiché non vi è alcuna cura per il tetano, il trattamento consiste nel curare le ferite, l’uso di farmaci per alleviare i sintomi e la terapia di supporto.

Cura delle ferite

La pulizia della ferita è essenziale per prevenire la crescita delle spore del tetano. Questo comporta la rimozione della sporcizia, dei corpi estranei e del tessuto morto vicino dalla ferita.

Farmaci

Antitossina. Il medico può somministrarvi una antitossina tetanica, come le immunoglobuline. Tuttavia, l’antitossina può neutralizzare la tossina solo se non è legata al tessuto nervoso.
Antibiotici. Il medico può anche somministrarvi gli antibiotici per via orale o per iniezione, per combattere i batteri del tetano.
Vaccino. Avere avuto casi di tetano una volta nella vostra vita, non vi rende immuni ai batteri. Quindi avrete bisogno di ricevere un vaccino contro il tetano al fine di prevenire le future infezione da tetano.
Sedativi. I medici generalmente usano i sedativi potenti per controllare gli spasmi muscolari.
Altri farmaci. Altri farmaci, come il solfato di magnesio e alcuni beta-bloccanti, possono essere usati per aiutare a regolare l’attività muscolare involontaria, come il battito cardiaco e la respirazione. La morfina potrebbe essere utilizzata per questo scopo.

Terapie di supporto

Le infezioni da tetano, spesso richiedono un lungo periodo di trattamento in terapia intensiva. Dal momento che i sedativi possono causare la respirazione superficiale, potreste aver bisogno di essere sostenuti temporaneamente da un ventilatore.

Rimedi alternativi

Le ferite da oggetti a punta o altri tagli profondi, i morsi di animali o ferite particolarmente sporche, possono mettervi a rischio di sviluppare un’infezione da tetano. Consultate un medico se la ferita è profonda e sporca, e soprattutto se non siete sicuri del vostro stato immunitario. Lasciate aperte le ferite sporche, per evitare che i batteri si posizionino tra la ferita e la benda.

Il medico può richiedere la pulizia della ferita, poi vi prescriverà un antibiotico e vi darà un richiamo del vaccino tossoide del tetano. Se siete gà stati immunizzati, il vostro corpo deve produrre rapidamente gli anticorpi necessari per proteggersi contro il tetano.

Se si dispone di una ferita minore, questi punti vi aiuteranno ad impedire di ottenere il tetano:

Controllare il sanguinamento. Se la ferita sanguina, applicate pressione diretta su di essa per controllare l’emorragia.
Mantenere pulita la ferita. Dopo che l’emorragia si è fermata, risciacquate abbondantemente la ferita con acqua corrente pulita (o soluzione fisiologica, se disponibile). Pulite l’area intorno alla ferita con sapone e un asciugamano. Se vi è dello sporco nella ferita, consultate il medico.
Utilizzare un antibiotico. Dopo aver pulito la ferita, applicate un sottile strato di una crema antibiotica o unguento, come ad esempio il Neosporin e il Polysporin. Questi antibiotici non faranno guarire la ferita più velocemente, ma possono scoraggiare la crescita batterica e l’infezione, consentendo alla ferita di guarire in modo più efficiente. Alcuni ingredienti degli unguenti possono causare una eruzione cutanea lieve in alcune persone. Se compare il rash, smettete di usare l’unguento.
Coprire la ferita. L’esposizione all’aria può accelerare la guarigione, ma le bende possono aiutare a mantenere la ferita pulita e tenere lontano i batteri nocivi. Le vesciche che sono state drenante, sono vulnerabili. Tenetele coperte fino a quando non si forma la crosta.
Cambiare la medicazione. Applicate una nuova medicazione almeno una volta al giorno o ogni volta che la medicazione si bagna o si sporca per aiutare a prevenire le infezioni. Se siete allergici all’adesivo utilizzato nella maggior parte delle bende, passate alle medicazioni sterile e nastri di carta.

Prevenzione del tetano

Si può facilmente prevenire il tetano attraverso l’immunizzazione contro la tossina. Quasi tutti i casi di tetano si verificano nelle persone che non sono mai state vaccinate o che non hanno avuto un richiamo di antitetanica nel corso degli ultimi dieci anni.

La serie di vaccinazioni

Il vaccino contro il tetano di solito viene dato ai bambini come parte del vaccino per la difterite, il tetano e per la pertosse acellulare (DTaP). Questa vaccinazione fornisce una protezione contro le tre malattie: infezione della gola e delle vie respiratorie (difterite), la pertosse (pertosse) e il tetano.

Il vaccino DTaP è costituito da una serie di cinque somministrazioni, tipicamente effettuate nel braccio o nella coscia per i bambini in età:

  • 2 mesi
  • 4 mesi
  • 6 mesi
  • 15 a 18 mesi
  • 4 a 6 anni

Il richiamo

Un richiamo del vaccino antitetanico è solitamente somministrato in combinazione con un richiamo di vaccino per la difterite (Td). Nel 2005, un vaccino contro il tetano, difterite e pertosse (Tdap) è stato approvato per l’uso negli adolescenti e negli adulti sotto i 65 anni per assicurare la continua protezione contro la pertosse.

Si raccomanda agli adolescenti che ricevono una dose di Tdap, di età compresa tra 11 e 12 anni, di effettuare un richiamo di Td ogni dieci anni. Se non avete mai ricevuto una dose di Tdap, sostituitela una dose di richiamo di Td e poi continuate con i richiami.

Se viaggiate a livello internazionale, è una buona idea tenere aggiornata la vostroa immunità, perché il tetano può essere più comune nei paesi in cui state viaggiando, soprattutto se siete in un paese in via di sviluppo. Se avete una ferita profonda o sporca e sono trascorsi più di cinque anni dopo l’ultimo richiamo, ottenete una nuova vaccinazione.

Per rimanere aggiornati con tutte le vaccinazioni, rivolgetevi al medico per rivedere lo stato di vaccinazione.

Se non siete mai stati vaccinati contro il tetano, consultate il proprio medico per come ottenere il vaccino Tdap.