Tigna

Tigna

La tigna o tigna del corpo è una delle diverse forme di tigna, un’infezione fungina che si sviluppa sullo strato superiore della pelle. E’ caratterizzata da prurito, da arrossamento della pelle. La tigna prende il nome dal caratteristico anello che può apparire, ma non ha nulla a che fare con un verme sottocutaneo.

Chiamata anche tinea corporis, la tigna del corpo è strettamente legata ad altre infezioni fungine con nomi simili, tra cui ai piedi (tinea pedis), il prurito Jock (tinea cruris) e la tigna del cuoio capelluto (tinea capitis)

Sintomi della tigna

I sintomi della tigna comprendono:

  • Un rash cutaneo circolare di colore rosso con infiammazione sul bordo
  • Pelle squamosa sul corpo o sul viso
  • Prurito sulla pelle

Gli anelli rossi e zone di prurito cutaneo possono sovrapporsi. Potreste avere l’infezione da tigna senza avere il caratteristico anello arossato.

Quando è consigliato vedere un medico

Consultate il medico se disponete di rash sulla pelle che non migliora nel giro di due settimane. Potete avere bisogno di assumere dei farmaci.

Consultate il medico immediatamente se si verificano:

  • Rossore eccessivo
  • Gonfiore
  • Drenaggio
  • Febbre

Cause della tigna

Le infezioni fungine, come la tigna, sono causate da microrganismi che diventano parassiti sul vostro corpo. Questi funghi-muffa (dermatofiti), vivono sulle cellule dello strato esterno della pelle.

La tigna è contagiosa e può diffondersi nei seguenti modi:

Da uomo a uomo. La tigna spesso si diffonde, tramite il contatto pelle-a-pelle da una persona infetta ad una sana.
Da animale a uomo. Si può contrarre la tigna toccando un animale infetto. La tigna può diffondersi mentre pettinate o toelettate cani o gatti. È inoltre possibile ottenere la tigna dai furetti, conigli, capre, maiali e cavalli.
Da un oggetto. La tigna può diffondersi attraverso il contatto con oggetti o superfici che una persona infetta o che animale ha di recente toccato o strofinato, come vestiti, asciugamani, lenzuola e biancheria, pettini e spazzole.
Dal terreno. In rari casi, la tigna può essere diffusa agli esseri umani attraverso il contatto con il terreno infetto. Le infezioni molto probabilmente avvengono solo dal contatto prolungato con il terreno altamente infetto.

Fattori di rischio

Sarete a rischio maggiore di contrarre la tigna se:

  • Vivete in condizioni di umidità, cioè in posti umidi o affollati
  • Siete in stretto contatto con una persona o un animale infetto
  • Condividete abbigliamento, biancheria da letto o da bagno con qualcuno che ha una infezione fungina
  • Sudate eccessivamente
  • Partecipate a sport di contatto, come il calcio o il rugby
  • Indossate indumenti stretti o ristretti
  • Avete un sistema immunitario indebolito

Complicazioni della tigna

Una infezione fungina raramente si diffonde sotto la superficie della pelle per causare gravi malattie. Tuttavia, le persone con un sistema immunitario debole, come quelle colpite dalll’HIV/AIDS, potrebbero avere difficoltà a sbarazzarsi dell’infezione.

Diagnosi della tigna

Il medico potrebbe stabilire che disponiate della tigna o di un altro disturbo della pelle, come la psoriasi o la dermatite atopica. Il medico può richiedere dei test cutanei e dei raschiamenti della pelle oppure campioni dalla zona infetta per osservarli al microscopio. Questo procedimento viene chiamato prova all’idrossido di potassio. Se un campione mostra la presenza di un fungo, il trattamento può includere un farmaco antifungino. Se il test è negativo, ma il medico sospetta ancora che possiate avere la tigna, un campione può essere inviato al laboratorio per ulteriori test. Questa procedura è nota come “cultura”. Il medico può anche ordinare una cultura se la vostra condizione non risponde al trattamento.

Terapia e cura della tigna

Se la tigna si estende su una vasta area, è grave o non risponde ai farmaci, potrebbe essere necessario un farmaco topico con prescrizione medica (lozione, crema o unguento) oppure un farmaco orale (pillola, capsula o compressa). Molte opzioni sono disponibili, tra cui:

  • Butenafine (Mentax)
  • Ciclopirox (Loprox)
  • Econazolo
  • Clotrimazolo (Mycelex)
  • Terbinafina (Lamisil)

Farmaci orali

  • Griseofulvina (Grifulvin V)
  • Itraconazolo (Sporanox)
  • Fluconazolo (Diflucan)
  • Terbinafina (Lamisil)

Gli effetti collaterali da farmaci per via orale comprendono i disturbi gastrointestinali, rash e il mal funzionamento del fegato. Alcuni farmaci orali per la tigna possono alterare l’efficacia del warfarin, un farmaco anticoagulante che riduce la capacità della coagulazione del sangue.

Rimedi alternativi

Per un caso delicato di tigna, è possibile applicare una crema o unguento antimicotico. La maggior parte delle infezioni fungine rispondono bene a questi agenti topici, che includono:

  • Clotrimazolo (Lotrimin AF)
  • Miconazolo (Micatin, Micaderm)
  • Terbinafina (Lamisil AT)
  • Tolnaftate (Tinactin)

Lavare e asciugare la zona interessata. Applicate uno strato sottile di un agente topico una o due volte al giorno per almeno due settimane oppure seguite le indicazioni sulla confezione. Estendete l’applicazione di circa un centimetro oltre il bordo visibile dell’infezione per assicurare il miglior trattamento. Se non vedete un miglioramento dopo quattro settimane, consultate il medico.

Prevenzione della tigna

La tigna è difficile da prevenire. Il fungo che provoca questa condizione è comune ed è contagioso anche prima della comparsa dei sintomi. Tuttavia, è possibile contribuire a ridurre il rischio della tigna seguendo questi passi:

Educare se stessi e gli altri. Siate consapevoli del rischio che la tigna può infettare le persone, da altre persone o dagli animali domestici. Dite informate i vostri figli a proposito della tigna e su come evitare l’infezione.
Pulizia personale. Lavatevi spesso le mani per evitare la diffusione dell’infezione. Mantenete le aree comuni o condivise pulite, soprattutto nelle scuole, asili, palestre e spogliatoi.
Non indossate indumenti spessi per lunghi periodi di tempo in luoghi caldi e umidi. Evitate l’eccessiva sudorazione.
Evitare il contatto con animali infetti. L’infezione sugli animali, spesso si presenta come una zona di pelle in cui il pelo è mancante. In alcuni casi, però, non si notano eventuali segni della malattia. Chiedete al veterinario di controllare i vostri animali domestici per l’eventuale presenza della tigna.
Non condividere oggetti personali. Non lasciate che altri usino i vostri vestiti, asciugamani, spazzole per capelli o altri oggetti personali. Astenetevi dal prendere in prestito questi elementi da altre persone.