Tumore della pelle

Tumore della pelle

Il tumore della pelle (crescita anormale delle cellule della pelle), si sviluppa più spesso sulla pelle esposta al sole. Questa comune forma di tumore può anche verificarsi in aree della pelle che non sono esposti alla luce solare.

Ci sono tre principali tipi di cancro della pelle: carcinoma a cellule basali, carcinoma a cellule squamose e il melanoma.

È possibile ridurre il rischio del tumore della pelle limitando o evitando l’esposizione ai raggi ultravioletti (UV). La diagnosi precoce del tumore della pelle vi dà le maggiori possibilità di successo per il trattamento di questa condizione.

Sintomi del tumore della pelle

Dove si sviluppa il tumore della pelle
Il cancro della pelle si sviluppa principalmente sulle aree della pelle esposte al sole, compreso il cuoio capelluto, viso, labbra, orecchie, collo, torace, braccia, mani e sulle gambe nelle donne. Ma può anche formarsi sulle aree che raramente vedono la luce del giorno come le zone sotto le unghie delle mani o dei piedi, la vostra zona genitale e i palmi delle mani.

Il tumore della pelle colpisce persone di tutte le etnie, comprese quelle con le carnagioni più scure. Quando il melanoma si verifica in persone con la pelle scura, è più probabile che si verifichi in aree normalmente non esposte al sole.

Sintomi del carcinoma basocellulare

Il carcinoma a cellule basali, si verifica di solito in zone del corpo esposte al sole, come il collo o il viso.

Il carcinoma a cellule basali può apparire come:

  • Una zona perlata o cerosa
  • Una zona color carne scuro o con una cicatrice come da lesione

Sintomi del carcinoma a cellule squamose

Il più delle volte, il carcinoma a cellule squamose si verifica sulle aree del vostro corpo esposte al sole, come il viso, le orecchie e le mani. Le persone con la pelle più scura hanno più probabilità di sviluppare questa forma tumorale, in aree che non sono spesso esposte al sole, come le gambe e i piedi.

Il carcinoma a cellule squamose può apparire come:

  • Un nodulo rosso
  • Una lesione piana con una superficie incrostata squamosa

Sintomi del melanoma

Il melanoma può svilupparsi in qualsiasi parte del corpo. Il melanoma compare più spesso sul tronco, sulla testa o sul collo. Nelle donne, questo tipo di cancro si sviluppa più spesso sulla parte inferiore delle gambe. In entrambi i sessi, il melanoma può verificarsi sulla pelle che non è stata esposta al sole.

Il melanoma può colpire le persone di qualsiasi tono della pelle. Nelle persone la pelle più scura, il melanoma tende a verificarsi sul palmo delle mani o sulle piante dei piedi, sotto le unghie delle mani e dei piedi.

I segni del melanoma sono:

  • Una grande macchia marrone con macchie più scure
  • Un neo che cambia di colore, dimensioni o che sanguina
  • Una piccola lesione con un bordo irregolare e porzioni cutanee che appaiono rosse, bianche, blu o blu-nere
  • Lesioni scure sui palmi delle mani, piante dei piedi, dita delle mani o dei piedi o sulle membrane mucose che rivestono la bocca, il naso, la vagina o l’ano

Segni e sintomi dei tumori della pelle meno comuni

Altri tipi meno comuni di tumori della pelle sono:

Sarcoma di Kaposi. Questa rara forma di tumore cutaneo si sviluppa nei vasi sanguigni della pelle e provoca macchie rosse e viola sulla cute o sulle mucose. Il sarcoma di Kaposi si verifica soprattutto nelle persone con un sistema immunitario indebolito, come i malati di AIDS e nelle persone che assumono farmaci che sopprimono l’immunità naturale, come ad esempio le persone che hanno subito trapianti di organi. Il sarcoma di Kaposi può verificarsi anche in giovani uomini che vivono in Africa o in uomini più anziani di patrimonio ebraico italiano o orientale.
Carcinoma a cellule di Merkel. Questo carcinoma, provoca noduli solidi, che si verificano sopra o appena sotto la pelle e nei follicoli piliferi. Il carcinoma a cellule di Merkel si trova di solito in aree esposte al sole, sulla testa, collo, braccia e gambe.
Carcinoma delle ghiandole sebacee. Questo tumore raro e aggressivo ha origine nelle ghiandole sebacee della pelle. I carcinomi delle ghiandole sebacee (che di solito appaiono come noduli duri, indolori), possono svilupparsi ovunque, ma la maggior parte si verificano sulle palpebre, dove sono spesso scambiati per altri problemi della palpebra.

Quando è consigliato vedere un medico

Fissate un appuntamento con il medico se si notano variazioni della pelle che vi preoccupano. Non tutti i cambiamenti della pelle sono causati da un tumore. Il medico valuterà le modifiche della pelle per determinarne la causa.

Cause del tumore della pelle

Il tumore della pelle si verifica quando le mutazioni si verificano nel DNA delle cellule della pelle. Le mutazioni causano la crescita incontrollata del tessuto cutaneo e formano una massa di cellule tumorali.

Cellule coinvolte nel tumore della pelle

Questa forma di tumore, inizia nello strato superiore della pelle, l’epidermide. L’epidermide è uno strato sottile che fornisce una copertura di protezione alle cellule della pelle che il corpo produce in continuazione. L’epidermide contiene tre tipi principali di cellule:

  • Cellule squamose, le quali si trovano appena sotto la superficie esterna e funzionano come rivestimento interno della pelle.
  • Cellule basali, che producono nuove cellule della pelle, si posizionano sotto le cellule squamose.
  • I melanociti che producono melanina, il pigmento che dà alla pelle il suo colore normale. Si trovano nella parte inferiore della vostra epidermide. I melanociti producono più melanina quando siete esposti alla luce solare, per proteggere gli strati più profondi della pelle.

In base a dove si presenta il vostro tumore della pelle, determina il tipo e le opzioni del trattamento.

La luce ultravioletta e altre possibile cause

Gran parte dei danni al DNA nelle cellule della pelle, sono causati dai raggi ultravioletti (UV)provenienti dalla luce solare e dalle lampade abbronzanti, lettini abbronzanti commerciali. Ma l’esposizione al sole non spiega lo sviluppo dei tumori della pelle per le superfici cutanee che normalmente non sono esposte alla luce del sole. Ciò indica che altri fattori possono contribuire al rischio per questa condizione, come ad esempio l’esposizione alle sostanze tossiche o avere una condizione che indebolisca il sistema immunitario.

Fattori di rischio

I fattori che possono aumentare il rischio per il tumore della pelle sono:

Avere la pelle chiara. Chiunque, a prescindere dal colore della pelle, può ottenere il tumore della pelle. Tuttavia, avere meno pigmento (melanina) nella pelle, comporta anche avere minore protezione dai raggi UV dannosi. Se avete i capelli biondi o rossi e gli occhi chiari, avrete facilmente lentiggini o scottature, avrete più probabilità di sviluppare il tumore della pelle rispetto ad una persona con la pelle più scura.
Una storia di scottature solari. Se avete avuto una o più scottature con vesciche, quando eravate bambini o adolescenti, il rischio di sviluppare il tumore della pelle in età adulta è maggiore. Le scottature solari in età adulta sono anche un fattore di rischio.
Un’eccessiva esposizione al sole. Chi trascorre molto tempo al sole, può sviluppare il cancro della pelle, specialmente se essa non è protetta da crema solari o indumenti. L’abbronzatura, compresa l’esposizione alle lampade abbronzanti e ai lettini, vi mette a rischio. L’abbronzatura, non è altro che la risposta della pelle alle lesioni causate dalle radiazioni dei raggi UV.
Climi soleggiati o l’alta quota. Le persone che vivono in climi caldi, assolati, sono esposte a più luce solare rispetto alle persone che vivono in climi più freddi. Vivere ad altitudini più elevate, dove la luce del sole è più forte, vi espone maggiormente alle radiazioni.
Nei. Le persone che hanno molti nei anormali chiamati nevi displastici, hanno un maggiore rischio di sviluppare questo tumore. I nei anormali (che hanno l’aspetto irregolare e sono generalmente più grandi di quelli normali), hanno più probabilità di diventare cancerosi. Se avete una storia di nei anormali, teneteli sotto osservazione per individuare le eventuali modifiche.
Lesioni cutanee precancerose. Avere lesioni cutanee note come cheratosi attinica, può aumentare il rischio di sviluppare il tumore della pelle. Queste escrescenze cutanee precancerose di solito appaiono come chiazze squamose che variano di colore dal marrone al rosa scuro. Sono più comuni sul viso, testa e mani delle persone di carnagione chiara la cui pelle è stata danneggiata dal sole.
Una storia familiare di tumore della pelle. Se uno dei vostri genitori ha avuto il cancro della pelle, potreste avere un aumento del rischio per questa malattia.
Una storia personale di tumore della pelle. Se avete già sviluppato il tumore della pelle una volta, siete a rischio di svilupparlo nuovamente. Anche se le cellule basali e i carcinomi a cellule squamose sono stati rimossi con successo, possono ripresentarsi.
Un sistema immunitario indebolito. Le persone con un sistema immunitario indebolito, hanno un rischio maggiore di sviluppare il tumore della pelle. Ciò include le persone colpite dall’HIV / AIDS o la leucemia e, quelle trattate con i farmaci immunosoppressori dopo un trapianto d’organo.
L’esposizione alle radiazioni. Le persone che hanno ricevuto il trattamento con le radiazioni per le condizioni della pelle come l’eczema e l’acne, possono avere un aumenta del rischio per il tumore della pelle, per il carcinoma a cellule basali in particolare.
L’esposizione a determinate sostanze. L’esposizione a certe sostanze, come l’arsenico, può aumentare il rischio per il tumore della pelle.

Diagnosi del tumore della pelle

Per diagnosticare il tumore della pelle, il medico può:

Esaminare la pelle. Il medico può osservare la vostra pelle per determinare se le modifiche della cute sono suscettibili al tumore della pelle. Ulteriori test possono essere necessari per confermare la diagnosi.
Rimuovere un campione di pelle sospetta, per il test (biopsia cutanea). Il medico può rimuovere un piccolo campione di pelle che pare essere affetto dal tumore, per le prove di laboratorio. Una biopsia può determinare se disponiate del cancro della pelle e, in caso affermativo, saprete quale tipo di questo tumore, avete.

Determinare l’entità del tumore della pelle

Se il medico ritiene che abbiate il tumore della pelle, potreste necessitare di ulteriori test per determinare l’estensione (stadio) del vostro tumore. Poiché i tumori superficiali della pelle come il carcinoma basocellulare sono raramente diffusi, una biopsia che rimuove l’intera crescita tumorale, spesso è l’unica prova necessaria per determinare lo stadio del cancro. Ma se si dispone di un grande carcinoma, carcinoma a cellule di Merkel squamose o melanoma, il medico può raccomandarvi ulteriori test per determinare l’estensione del tumore.

Medici usano i numeri romani da I a IV per indicare il grado di sviluppo del cancro. Stadio I, i tumori sono piccoli e limitati alla zona dove hanno iniziato. Stadio IV indica che il cancro è avanzato e che si è diffuso ad altre zone del corpo.

Lo stadio del tumore della pelle aiuta a determinare quali opzioni di trattamento saranno più efficaci per voi.

Terapia e cura del tumore della pelle

Il trattamento per il tumore della pelle e delle lesioni cutanee precancerose note come cheratosi attiniche, varia a seconda delle dimensioni, del tipo, della profondità e della localizzazione delle lesioni. I piccoli tumori della pelle limitati alla superficie cutanea, possono non richiedere un trattamento oltre alla biopsia cutanea iniziale, che rimuove l’intera crescita tumorale.

Se sarà necessario un trattamento aggiuntivo, le opzioni possono includere:

Congelamento. Il medico può distruggere la cheratosi attinica e alcuni piccoli tumori della pelle con il congelamento con azoto liquido (criochirurgia).
Chirurgia escissionale. Questo tipo di trattamento può essere adatto per qualsiasi tipo di tumore della pelle. Il medico tagla il tessuto canceroso e un margine circostante di pelle sana. Una vasta escissione (la rimozione della pelle normale intorno al tumore), può essere raccomandata in alcuni casi.
La terapia laser. Un preciso ed intenso fascio di luce vaporizza le escrescenze, generalmente con danni al tessuto circostante. Un medico può utilizzare questa terapia per il trattamento dei tumori superficiali della cute.
Chirurgia di Mohs. Questa procedura è volta ai più grandi tumori i quali sono a volte ricorrenti o difficili da trattare. Questa tecnica è utilizzate anche per i carcinomi a cellule basali e squamose. Il medico rimuove lo strato di crescita della pelle, strato dopo strato, esaminando ognuno di loro al microscopio, fino a quando non rimangono le cellule sane. Questa procedura permette alle cellule cancerose di essere rimosse senza prendere una quantità eccessiva di pelle sana circostante.
Curettage ed electrodesiccazione. Dopo aver rimosso la maggior parte di una crescita tumorale, il medico raschierà via gli strati delle cellule tumorali con una lama circolare (curet). Un ago elettrico distrugge le eventuali cellule tumorali residue. Questa procedura semplice e rapida, può essere utilizzata per il trattamento dei piccoli o sottili tumori a cellule basali o per i tumori a cellule squamose.
Radioterapia. La radioterapia può essere utilizzata in situazioni in cui la chirurgia non è un’opzione valida.
Chemioterapia. Con questa terapia, i farmaci sono usati per uccidere le cellule tumorali. Per i tumori limitati allo strato superiore della pelle, creme o lozioni contenenti agenti anti-cancro possono essere applicate direttamente sulla pelle. La chemioterapia sistemica, può essere utilizzata per il trattamento dei tumori della pelle che si sono diffusi ad altre parti del corpo.
La terapia fotodinamica (PDT). Questo trattamento distrugge le cellule tumorali della pelle con una combinazione di laser e farmaci. La PDT, rende la pelle sensibile alla luce, quindi sarà necessario evitare la luce diretta del sole per almeno sei settimane dopo il trattamento.
La terapia biologica. I trattamenti biologici stimolano il sistema immunitario, al fine di uccidere le cellule tumorali. I farmaci usati con la terapia biologica, per trattare alcuni tumori della pelle sono l’interferone e l’interleuchina-2.

Prevenzione del tumore della pelle

La maggior parte dei tumori della pelle sono prevenibili. Per proteggervi, seguite questi suggerimenti:

Evitare il sole nelle ore più calde della giornata. I raggi del sole sono più forti tra le ore 10 e le ore 16:00. Pianificate le vostre attività all’aria aperta negli altri momenti della giornata, anche in inverno o quando il cielo è nuvoloso. Si assorbono le radiazioni UV per tutto l’anno anche in caso di celi nuvolosi, poichè le nuvole offrono poca protezione dai raggi dannosi. Evitate quindi, il sole nelle ore più calde, vi aiuterà ad evitare le scottature che causano danni alla pelle e aumentare così il rischio di sviluppare il tumore della pelle. L’esposizione al sole accumulata nel corso del tempo può anche causare il tumore della pelle.
Indossare la protezione solare tutto l’anno. Le creme solari non filtrano tutte le radiazioni UV nocive, in particolare la radiazione che possono portare al melanoma. Ma essi svolgono un ruolo importante per un programma globale di protezione solare. Utilizzate una protezione solare ad ampio spettro con un SPF di almeno 15. Applicate la protezione solare e riapplicatela ogni due ore o più spesso se si sta nuotando o sudando sotto al sole. Utilizzate un abbondante quantità di crema solare su tutta la pelle esposta, tra cui le tue labbra, la punta delle orecchie, il dorso delle mani e del collo.
Indossare indumenti protettivi. Le creme solari non forniscono una protezione completa dai raggi UV. Quindi coprite la pelle con vestiti scuri, a trama fitta che coprano le braccia e le gambe, un cappello a tesa larga, offre maggiore protezione di un berretto da baseball o visiera. Alcune aziende vendono anche abbigliamento fotoprotettivo. Un dermatologo può consigliarvi marchi appropriati. Non dimenticate gli occhiali da sole. Cercate di indossare quelli che bloccano entrambi i tipi di raggi UV (raggi UVA e UVB).
Evitare lettini abbronzanti. I lettini abbronzanti emettono raggi UV e possono aumentare il rischio per il tumore alla pelle.
Essere consapevoli dei farmaci sole-sensibilizzanti. Alcuni farmaci senza prescrizione medica, come gli antibiotici, possono rendere la pelle più sensibile alla luce solare. Chiedete al medico o al farmacista, circa gli effetti collaterali di tutti i farmaci che state assumendo. Se aumentano la vostra sensibilità alla luce solare, prendete ulteriori precauzioni per ripararvi dai raggi solari, al fine di proteggere la vostra pelle.
Controllare regolarmente la pelle e segnalare le modifiche al vostro medico. Esaminate la pelle spesso per individuare le nuove escrescenze della pelle o le eventuali modifiche che riguardano i nei esistenti, lentiggini, urti e voglie. Con l’aiuto di specchi, controllate il vostro viso, collo, orecchie e cuoio capelluto. Esaminate il petto e il tronco, le estremità e l’interno delle braccia e delle mani. Esaminate sia la parte anteriore e posteriore delle gambe, dei piedi, tra le piante e gli spazi tra le dita dei piedi. Controllate anche la vostra zona genitale e tra le natiche.